Disco Elysium – The Final Cut: che tipo di detective volete essere?

disco elysium the final cut detective

Se siete indecisi sull’acquisto di Disco Elysium: The Final Cut, lo sviluppatore ci ricorda una delle feature presenti nell’edizione definitiva del suo gioco: la possibilità di creare il nostro protagonista. Chris Priestman di ZA/UM ci illustra, in un post su Playstation Blog, i quattro attributi fondamentali che andranno a definire il detective con cui affronteremo l’avventura.

  • Intellect: che attribuirà più potere al nostro cervello;
  • Psyche: che aumenterà l’intelligenza emotiva del nostro protagonista;
  • Physique: che aumenterà forza bruta del nostro detective;
  • Motorics: che renderà il protagonista più agile e scattante;

Qualora non desiderassimo procedere ad una vera e propria creazione “da zero” del personaggio che andremo ad utilizzare come protagonista, lo studio di sviluppo ci ricorda che avremo a disposizione ben tre archetipi, ovvero tre soluzioni “preconfezionate” e ponderate per tre diversi approcci al gioco. Ognuno di questi modelli vi porterà ad esplorare Disco Elysium in modo differente, dovrete solamente scegliere che tipo di “viaggio” desiderate compiere. Ma scopriamoli insieme.

disco elysium the final cut archetipi personaggio
Ecco le tre tipologie di detective che potremo impersonare.

Il primo di questi, il Thinker, vi permetterà di collegare le prove, unendo così i pezzi del puzzle più facilmente. Sarete molto più bravi a trovare idee originali per uscire dalle situazioni più spinose, ed esporrete le vostre tesi al meglio. Se Sherlock Holmes è sempre stato il vostro idolo di infanzia, questo archetipo rappresenta la scelta migliore da fare per affrontare le sfide presenti in Disco Elysium: The Final Cut; con questo personaggio preimpostato, potrete concentrarvi sulla risoluzione del caso, riuscendo a trarre le vostre conclusioni più velocemente e percependo al meglio la presenza di eventuali prove attorno a voi.

Con l’archetipo Sensitive, la psiche diventerà il vostro attributo principale. Che cosa potrete fare in questo modo? Leggere le emozioni delle persone con cui avrete a che fare, imporre su di loro la vostra autorità, spingendoli ad una condotta piuttosto che ad un’altra, ed avere intuizioni. Questo modello di personaggio, però, vi esporrà anche al lato paranormale di Disco Elysium, aprendovi un mondo che, altrimenti potreste non conoscere affatto. Questo archetipo vi aiuterà a connettervi con i cittadini di Martinaise, di cui potrete conoscere background e capire con un solo sguardo se vi stanno nascondendo qualcosa.

L’ultimo archetipo, Physical, è basato, come è facile intendere, sul fisico. Se sceglierete questo modello predefinito, potrete sfondare le porte come se fossero di carta, entrando in edifici in cui, normalmente, non potreste accedere. Inoltre, potrete evitare la morte, vostra e di altri NPC, con pochi pericoli. Inutile dire che questo tipo di detective è dedicato a tutte le persone “d’azione”, che preferiscono agire in primo luogo, e solo dopo fare domande.

Ricordiamo ai nostri lettori che Disco Elysium: The Final Cut è disponibile a partire da oggi per Playstation 4 e Playstation 5.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

black & white quando è uscito

Black & White compie 20 anni: retrospettiva di un gioco… divino!

ratchet & clank, Ratchet & clank 2016, Inomniac Games, Insomniac Games Ratchet & Clank

Il reboot Ratchet & Clank si rifà la scocca: aggiornamento a 60 fps su PS5