Avete comprato Balan Wonderworld ed avete problemi di epilessia? Abbiamo una brutta notizia da darvi

balan underworld problemi epilessia

Oggi, 26 Marzo 2021, è il day one di Balan Wonderwold, la sgargiante e coloratissima avventura platform targata Square Enix. Tuttavia, stando alle parole di Liana Ruppert su Game Informer, il gioco causerebbe dei problemi a chi soffre di epilessia. La giornalista ha evidenziato una sezione in particolare del videogame: si tratta della boss fight finale che, stando alla dichiarazione della Ruppert, potrebbe essere fonte di problemi non solo per le persone che soffrono di attacchi epilettici, ma anche a coloro che non ne sono abitualmente affetti.

Già in passato Liana Ruppert si era occupata della corretta fruibilità di determinati media da parte di persone che sono sensibili a questo tipo di problematica, ma la sezione di Balan Wonderworld da lei evidenziata potrebbe affliggere anche coloro che non hanno mai dovuto fare i conti con un attacco epilettico.

La scena, posta all’attenzione della giornalista da parte dei suoi lettori, può essere visionata al minuto 12.40 del video in allegato. Tuttavia, chi vi scrive vi consiglia caldamente di prendere le opportune precauzioni: nonostante io non abbia mai sofferto di attacchi epilettici, ho provato un notevole fastidio dalla visione, tanto da essere obbligato a distogliere lo sguardo dallo schermo.

Il problema presente nella sezione indicata non consiste unicamente nella presenza di luci forti ed intermittenti, ma anche in un glitch grafico che, nel momento in cui il boss colpisce il pavimento, disintegra alcune piattaforme del pavimento, facendole apparire e scomparire con un’alta frequenza.

Liana Ruppert ha sottoposto il problema direttamente al team di sviluppo, ed è attualmente in contatto con un rappresentante di Square Enix per capire come il publisher intenda affrontare la questione.

Se avete già acquistato il gioco e già in passato avete sofferto di attacchi epilettici, vi consigliamo di procedere in maniera estremamente cauta nel momento in cui affronterete il boss finale o, meglio ancora, di attendere il rilascio di una patch correttiva.

Restate sintonizzate per ulteriori aggiornamenti in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

ninja gaiden master collection giochi esclusi

Ninja Gaiden 2 e Ninja Gaiden Black esclusi dalla Master Collection? Ecco il perché (e non è bello)

stalker 2 armi fazioni dettagli

S.T.A.L.K.E.R. 2: più di 30 armi, nuove fazioni e tanti altri dettagli