Gli sviluppatori di Ghost of Tsushima saranno ambasciatori del turismo dell’isola omonima

ghost of tsushima

Se c’è una cosa che ancora fatichiamo molto a dimenticare è la bellezza folgorante dell’isola di Tsushima, co-protagonista d’eccezione per una delle ultime grandi esclusiva Sony della generazione appena passata.

Ghost Of Tsushima è un gioco particolare, vecchio come pochi dal punto di vista strutturale ma fresco come nessun’altro nel dipingere un mondo ed un luogo pieni di fascino. L’isola di Tsushima dove sono ambientate le vicende è rimasta nel cuore di moltissimi giocatori, complice anche il lavoro certosino di Sucker Punch nel realizzare diversi scorci.

Già in passato gli appassionati del gioco si erano fatti conoscere per avere portato avanti una campagna finanziamenti per la restaurazione di un vecchio tempio sull’isola, cosa che si era conclusa poi un successo insperato per gli abitanti del luogo.

Ambasciatori del turismo per un’ isola? Con i videogiochi si può

Il sindaco di Tsushima, Hiroki Hitakatsu ha ha ringraziato pubblicamente Sucker Punch.

Nate Fox e Jason Connel hanno diffuso il nome e la storia di Tsushima al mondo intero in un modo davvero meraviglioso. Anche molti giapponesi non conoscono la storia del periodo Gen-ko. Quando si tratta del mondo, il nome e la posizione di Tsushima sono letteralmente sconosciuti, quindi non potrò mai ringraziarli abbastanza per aver raccontato la nostra storia con una grafica così fenomenale e storie così profonde. La nomina di ambasciatore del turismo è da oggi fino a quando il signor Jason e il signor Nate non vorranno più averla; In effetti, avevo pensato e discusso di nominare il ruolo a loro da quando ho scoperto che stavano usando il nome di Tsushima come nome del loro lavoro. Non li ho nominati con lo scopo di fargli fare qualcosa in futuro”. Grazie a loro due, a Sucker Punch Productions e a SIE, ho sentito persone in tutto il mondo che hanno imparato a conoscere Tsushima attraverso le loro opere, e ora vogliono vedere, conoscere e andare a Tsushima

Ad essere stati premiati sono stati Nate Fox, director e Jason Connell, direttore creativo del progetto. Le amministrazioni giapponesi hanno fatto sapere che la coppia riceverà anche ulteriori premi da parte della prefettura mentre la città di Nagasaki collaborerà direttamente con Playstation per creare una serie di eventi turistici ispirati al gioco.

Ghost of Tsushima è attualmente disponibile su PS4, e giocabile su PS5 tramite retrocompatibilità con alcuni miglioramenti significativi.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE VCN

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

outriders due milioni di utenti demo

Outriders, la demo è stata scaricata da milioni di videogiocatori

Diablo 2 Resurrected: vecchi salvataggi compatibili con la remaster