Il vecchio team di Skullgirls collaborerà con l’attuale per i nuovi contenuti

skullsgirls

Future Club, la software house nata dalle ceneri dello studio Lab Zero (Skullgirls e Indievisible, per dirne due) sarà direttamente coinvolta nella creazione di nuovi contenuti per il picchiaduro indie più popolare del panorama indipendente, affiancando Hidden Variable (sviluppatore del caso) e Autumn Games (che invece è il publisher).

Skullsgirl tornerà (in parte) nelle mani dei creatori

Durante lo scorso mese il publisher Autumn Games ha mostrato alcuni dei prossimi contenuti che arriveranno all’interno di Skullgirls, mostrando un’intera nuova stagione di contenuti tra personaggi e DLC.

Sebbene la notizia sia, di per sé, buona moltissimi hanno sottolineato un triste accadimento: in seguito alla dissoluzione di Lab Zero (dissoluzione legata, ricordiamo, ad un ambiente di lavoro tossico e intollerante nei confronti del prossimo a causa dei comportamenti del CEO Mike Z) nessuno degli sviluppatori originali avrebbe avuto modo di mettere le mani sul futuro del loro titolo di maggiore successo.

Con un tweet il publisher Autumn Games ha però dato la buona notizia: la software house Hidden Variable lavorerà a stretto contatto con Future Club, software house composta dai membri di Lab Zero non legati alla figura di Mike Z.

FC, nello specifico, progetterà e realizzerà alcuni dei nuovi contenuti che usciranno durante il corso dei prossimi anni per il titolo.

Attualmente il pass della Stagione 1 di Skullgirls è in vendita a un prezzo scontato per un tempo limitato. Esso include il nuovo personaggio di Annie of the Stars, un artbook digitale, una colonna sonora espansa e tre personaggi misteriosi che arriveranno tra il 2021 e il 2022.
Ogni nuovo personaggio porterà con sé 25 variazioni di colore legate ai costumi, un nuovo stage e la modalità storia personalizzata.

Con Future Club a bordo, e la tossicità di Lab Zero Games alle spalle, questo dream team di sviluppatori ed publisher può liberamente concentrarsi sul mantenere vivo lo spirito di Skullgirls, assicurandosi ancora qualche anno di vita per questo brillante picchiaduro e per la sua fanbase di appassionati.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

mortal shell

Mortal Shell, ecco i primi minuti della versione enhanced del soulslike

mafia: Definitive edition, takeStrauss Zelnick-two interactive, take-two interacitive remaster e remake, take-two interactive remaster, take-two remake, Strauss Zelnick

Remake si, remaster no: questa la strategia futura di Take Two