Annunciata MazM: Phantom Of The Opera, la versione giocabile dell’omonimo romanzo

mazm fantasma dell'opera cover

CFK Co. Ltd. ha annunciato lo sviluppo di MazM: Phantom of the Opera, videogioco che finirà per uscire su Nintendo Switch e Steam.

Il fantasma dell’opera diventa giocabile

MazM è un brand di origine nipponica che davvero in pochi conoscono in Europa ma che ha assolutamente il suo senso. Phantom of the opera sarà il terzo capitolo della serie MazM: Classic che reinterpreta storie famose e le amplia attraverso la presenza di finali alternativi.

I capitoli precedenti del brand sono MazM: The Wonderful Wizard of Oz (che è disponibile per Android e iOS) e MazM: Jekyll and Hyde (che è disponibile per Android, iOS e Steam).

MazM: Phantom of the Opera sarà un adventure game che presenta una reinterpretazione moderna del classico romanzo francese di Gaston Leroux.
Come nel romanzo base, la narrativa del titolo sarà caratterizzata da una storia d’amore drammatica e da un sottotesto orrorifico da brivido.
Nei panni di un detective, il giocatore avrà il compito di raccogliere informazioni sui personaggi, scoprendo anche diverse curiosità storiche disseminate nelle ambientazioni del titolo. In tutto ciò il compito principale del giocatore sarà quello di risolvere il mistero dell’incidente che circonda la figura del fantasma dell’opera. Durante il percorso d’indagine il gameplay si spezzetterà in vari mini giochi, al fine di tenere impegnati i giocatori attraverso un gameplay stratificato.

Il gioco vanterà una grafica piuttosto particolare, basata sull’estetica della Belle Epoque, così avrà una colonna sonora realizzata attraverso gli stilemi della musica classica che immergerà i giocatori nell’ambiente. La software house dietro al titolo ha anche rilasciato i primi screenshot del gioco.

Il gioco sarà giocabile in giapponese, inglese, cinese (tradizionale e semplificato), coreano, russo e spagnolo. Al momento non è stata annunciata una data di uscita per MazM: Phantom of the Opera.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

hades

Qualcuno ha completato Hades usando una melagrana come controller

Copertina per resoconto sulla Stagione della Caccia di Destiny 2

Destiny 2: Stagione della Caccia | Tanta lore, poca sostanza