HOME » news

A Writer’s Odyssey: di cosa parla uno dei migliori film cinesi dell’anno? Trailer, trama e uscita

A Writer Odyssey, una scena del film

Mentre moltissimi grandi film sono stati rimandati in attesa di essere distribuiti nelle sale (vedi il caso di No time No Die) o lanciati in anteprima sui numerosi servizi di streaming odierni, A Writer’s Odyssey, il Ready Player One con il folklore cinese, è stato distribuito nelle sale.

Uscito il 12 febbraio, appena in tempo per il capodanno lunare, A Writer’s Odyssey segue la vicenda di uno scrittore senza successo di nome Lu Kongwen il cui ultimo lavoro, The Godslayer, diventa talmente reale da riscrivere la realtà stessa.

Lu si ritrova così nella realtà da lui stesso creata, una terra mistica e ricca di folklore giapponese che non ha davvero nulla da invidiare alle atmosfere di Genshin Impact o a quelle di Nioh. Peccato solo che questo mondo di guerrieri, magia e misteri sia pieno di boss divini in pieno stile Sekiro dominati da un essere divino chiamato Redmane e creato sempre dallo scrittore che ora dovrà trovare un modo per sconfiggerlo prima che sia troppo tardi. Nel mentre, il giovane Lu viene anche preso di mira da un assassino di nome Guan Ning. Il meccanismo del film è simile al già citato Ready Player One anche se la tecnologia viene sostituita dalla magia che pare dare vita ad ogni cosa creata dal protagonista.

A Writer Odyssey poster

Distribuito dalla cinese CMC Pictures, il film è un fantasy che abbraccia il folklore cinese e si basa sul romanzo di Shuang Xuetao. È diretto da Lu Yang, con Ning Hao come produttore esecutivo. E interpretato da Dong Zijian, Lei Jiayin, Yang Mi, Yu Hewei, Guo Jingfei e Tong Liya.

Il film è ora nelle sale di Stati Uniti, Canada, Australia, Singapore, Fiji e Nuova Zelanda, mentre entro aprile arriverà in tante altre parti del mondo. Purtroppo l’Italia non è tra queste, ma sicuramente non dovremo attendere troppo per vedere A Writer’s Odyssey anche da noi.

Articolo a cura di Simone Alvaro "Guybrush89" Segatori

Ritrovato in tenera età su una spiaggia pixelata le sue prime parole sono state "Voglio fare il pirata!"

In mancanza di un vero galeone è partito all'arrembaggio del mare della rete depredando le conoscenze di ogni isola su cui è approdato: Ha scritto per Games, VGN, Adventure's Planet, Badgames, FlopTV, Cinefilia Ritrovata, Ridble e creato qualche video per la ciurma di Game Series Network.

Nel mentre la taglia sulla sua testa è aumentata e dopo che l'Università di Viterbo lo ha ritenuto un pericoloso "Capitano della Comunicazione", l'Alma Mater Studiorum di Bologna lo ha classificato come "Minaccia Pirata esperta di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale".

Per circa un anno è quindi rimasto nascosto nella Cineteca di Bologna, gestendo dall'ombra l'Archivio Videoludico e organizzando anche un ritrovo piratesco conosciuto come Svilupparty.

Dopo qualche tempo passato in mare tra cinema, fumetti, serie tv, libri, aspirapolvere e videogiochi, senza mai una vera casa, mette l'ancora alla fonda nella baia videoludica di Player.it, dove passa le giornate in compagnia di scimmie, balene e altri animali. Va spesso ad ubriacarsi nella taverna di Tom's Hardware, inoltre va all'arrembaggio di libri e fumetti su Frasix, di gadget e serie TV su Nospoiler e Cinematographe e svolge ricerche su antichi manufatti per conto di Ivipro.

Il richiamo dell'oceano però lo trascina continuamente tra le onde e anche se non sa dove lo porterà il vento quello che conta davvero è il viaggio.

resident evil village

Resident Evil Village sarà il miglior survival horror di sempre a detta di Capcom

microsoft edge rom giochi famosi, microsoft edge versioni false giochi famosi

Bloccati gli spacciatori che inserivano le ROM di Mario e Sonic nelle estensioni di Edge