HOME » news

Sapete chi è? Ha preso a cazzotti Norman Reedus, ha sacrificato l’umanità per la sua figliastra e ha quasi abbandonato Twitter per una battuta transfobica

Troy Baker nella sua fase emo

Stiamo parlando del mitico Troy Baker, il più importante doppiatore di videogiochi di sempre!

Il doppiatore Troy Baker
Il doppiatore Troy Baker

Nato a Dallas, in Texas nel 1976, Baker ha dato il via alla sua carriera da doppiatore prendendo parte a delle pubblicità radiofoniche nella sua cittò di nascita.
Successivamente è chiamato a lavorare alla Funimation (nota società leader dell’intrattenimento statunitense che si occupa della distribuzione di animazione giapponese), per eseguire il doppiaggio dell’adattamento inglese di nientemeno che Detective Conan (titolo originale Case Closed).

Da allora praticmente non si è più fermato: ha doppiato pietre miliari come Dragon Ball Z, Full Metal Alchemist, Full Metal Alchemist: Brotherood, Naruto, Naruto: Shippuden e One Piece.
Si è poi trasferito a Los Angeles, dove ha iniziato a lavorare su serie animate Marvel, dando la voce a vari personaggi in Avengers: i più potenti eroi della terra; ad Occhio Di Falco e a Loki in Ultimate Spide Man e Avengers Assemble.

Troy Baker nei panni di Higgs in Death Stranding
Troy Baker nei panni di Higgs in Death Stranding

Come se non bastasse, la sua versatile voce è richiestissima anche nell’industria dell’intrattenimento videoludico.
La carriera in questo settore è iniziata con la serie Brother in Arms, uscita in Italia nel 2004 per Gearbox Software, in cui diede la voce al personaggio Matt Baker.

Leggi anche: Death Stranding | Recensione (PS4)

In un’intervista Troy Baker ha dichiarato di come si fosse accorto della necessità, in quanto attore, di aprirsi al mondo del gaming e che, una volta entrato nell’ambito, non avesse più potuto farne a meno.

I due ruoli più importanti ed iconici mai doppiati arrivano nel 2013, quando cura il doppiaggio di Booker DeWitt in BioShock Infinite e quello di Joel, co-protagonista nel videogioco campione di incassi The Last of Us. Per l’interpretazione di entrambi i ruoli, Baker è stato nominato agli Spike Video Game Awards (VGX) del 2013, ottenendo la vittoria con The Last of Us.

Si è poi dedicato a Sam, il figlio maggiore di Nathan Drake su Uncharted 4: La fine di un ladro prima, e sul Uncharted: L’eredità perduta in seguito.
Nel 2011, Baker diventa la voce di Siris, l’eroe della serie blockbuster per cellulare della Epic Games Infinity Blade e nel 2014 da la voce a Talion, protagonista di La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor.

Grazie alle performance tenute in The Last of Us, BioShock e su Batman: le origini di Arkham (dove interpreta Joker), Troy Baker è stato inserito nel 2013 da Entertainment Weekly nell’elenco dei migliori attori esordienti nell’industria videoludica.

Nel 2015, il nostro doppiatore preferito ha quasi abbandonato Twitter a causa di un gigantesco polverone a seguito del retweet di una battuta tacciata di transfobia da centinaia di utenti. Stando alla ricostruzione di Forbes, il tweet cercava di fare ironia paragonando l’aspetto di un uomo a quello della celeberrima transessuale Caitlyn Jenner.

Articolo a cura di Marta Verì

Ho 25 anni e una laurea in Giurisprudenza.
Non lo so nemmeno io perchè né come.
Mi piacciono la musica, la verdura e Asuka Soryu Langley: proprio in quest'ordine.
Scrivo tutto il giorno e, quando non mi lamento del futuro, canto.

DOTA: Dragon’s Blood, l’anime basato sul famoso MOBA è in arrivo su Netflix

Hellblade: Senua's Saga, Hellblade, Microsoft disabilità, microsoft programma disabilità

Microsoft continua la sua battaglia per l’accessibilità con nuovi tool