Nami di One Piece è più bella che mai in questo bollente cosplay firmato kallisi__vamp

nami one piece

One Piece è uno dei prodotti nipponici che godono di maggiore popolarità in tutto il mondo. La storia ed i personaggi inventati da Eichiro Oda sono stati capaci di affascinare in maniera costante milioni di lettori e di spettatori in tutto il mondo, a prescindere dalla latitudine o dal background culturale.

Le motivazioni dietro questo successo praticamente planetario sono molteplici e stratificate: parliamo di un mondo incredibilmente ben realizzato, con una certa attenzione ai dettagli ed una fantasia praticamente onnipresente, che serpeggia in praticamente qualsiasi dettaglio.

nami one piece bath

Sono anni che il manga si dice avviato verso la conclusione dal suo stesso autore e sono anni che veniamo sempre smentiti da capitoli bellissimi, con personaggi sempre nuovi che riempiono di colori il vario mondo di One Piece.

Se ci sono dei personaggi che si possono considerare immortali, beh, è difficile guardare in luoghi diversi dalla splendida ciurma di cappello di paglia.

Rufy, Zoro, Sanji, Usopp, Franky sono solo alcune tra le personalità più interessanti della generica storia del manga mentre è impossibile non rimanere ammaliati dalla bellezza di Nami o Nico Robin, un duo di un fascino raro.

Oggi parliamo proprio di Nami e dello splendido cosplay che propone la sua versione post time-skip realizzato dalla talentuosa kallisi__vamp (@kallisi__vamp).

La navigatrice della ciurma di cappello di paglia è stata realizzata in maniera incredibilmente fedele dalla cosplayer che ne azzecca tutti i tratti stilistici: dai capelli lunghi di colore rosso al Log Pose che Nami deve utilizzare per indirizzare correttamente la Thousand Sunny sulla complicata rotta maggiore.

Leggi anche: One Piece: Pirate Warriors 4 | Recensione (PS4)

A non mancare (fortunatamente) è anche il generoso décolleté che dona al personaggio quel pizzico di pepe che non guasta mai. Kallisi_vamp fortunatamente è ben munita da questo punto di vista e impreziosisce il tutto con un bel reggiseno colorato, che dona ancora più realismo al personaggio.

Certo, magari potremmo lamentarci di dettagli come il fatto che jeans non siano del tutto affini a quelli che la procace pirata indossa durante il corso dell’anime ma non ci sembra il caso di lamentarci per finezze del genere, quando i grandi particolari sono stati realizzati con la giusta cura (e le giuste misure).

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Anthem è morto e i giocatori chiedono rimborsi col forcone in mano

Pokémon Presents, Pikachu e Post Malone per festeggiare i 25 anni