HOME » news

Che ci fanno i Pokémon nello spazio?

Le conquiste dell’umanità nello spazio a quanto pare passano anche dai videogiochi, perché la JAXA, l’agenzia spaziale giapponese, ha deciso di mandare i Pokémon nello spazio sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Per chi non lo sapesse, le società impegnate nello studio e nella scoperta del cosmo hanno costruito da più di 20 anni una stazione spaziale modulare che orbita intorno al nostro pianeta. Questa stazione è un luogo di collaborazione tra gli scienziati e gli astronauti delle diverse agenzie del mondo, tra cui la NASA americana, l’europea ESA e la giapponese JAXA.

Quale posto migliore per lanciare un messaggio di speranza e di coesione a tutto il mondo dopo questo difficile 2020, se non proprio la Stazione Spaziale Internazionale? A tal proposito, The Pokémon Company e la JAXA hanno deciso di collaborare per portare i famosi mostriciattoli tascabili a bordo del modulo giapponese KIBO, sfruttando anche l’immagine di Soichi Noguchi, celebre astronauta nipponico per la terza volta in orbita, partito proprio la scorsa settimana dagli Stati Uniti con la missione Crew Dragon-1 lanciata da NASA e dall’agenzia privata SpaceX di Elon Musk.

Tale collaborazione tra Pokémon e astronauti avverrà durante l’evento The Space Sunrise Live 2021, una diretta di capodanno che verrà trasmessa all’alba del 2021 a bordo della Stazione Spaziale. Osservare l’alba di un nuovo anno sul mondo è un’immagine molto evocativa per dire addio a questo nefasto 2020, ma cosa c’entrano i Pokémon?

Il mondo dei Pokémon è uno dei marchi nipponici più celebri e amati nel mondo, e non è difficile pensare che per un’iniziativa del genere i giapponesi abbiano voluto coinvolgere anche le creature tascabili, soprattutto per inserire nelle diverse iniziative dello Space Sunrise Live anche qualcosa di appetibile per un pubblico più vasto e certamente più infantile.

Scontro nello spazio tra Mega Rayquaza e Deoxys

Non è ancora chiaro in che maniera i Pokémon saranno presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale, ma si presume che tutto ciò avrà a che fare con la Realtà Aumentata di Pokémon GO. E se pensiamo che lo spazio orbitale terrestre in Pokémon Zaffiro e Rubino è stato terreno di scontro tra Rayquaza e Deoxys, due creature potentissime, l’una protettrice della stratosfera e l’altra un invasore alieno, il tutto acquista un sapore leggendario. Teniamo anche a mente che nel 2021 il brand Pokémon compirà 25 anni, ed è probabile che un evento del genere sia di preparazione a un anno intero di celebrazioni delle creature tascabili.


Leggi anche – Cyberpunk 2077 per PlayStation 5: ecco com’è

FONTE Twitter

Square Enix introduce (finalmente) lo smart working per i suoi dipendenti

copertina del gdr Unglorious

Recensione: Unglorious – quando il gdr torna dalla tomba