Kingdom Hearts: Melody of Memory, un messaggio dal director ai fan

Kingdom Hearts: Melody of Memory è uscito due giorni fa su Nintendo Switch. Il rythm game di Square Enix basato sui personaggi e le vicende della saga crossover tra gli universi Disney e Final Fantasy è stata una scommessa vinta da parte della compagnia nipponica, almeno a giudicare dai buoni riscontri di pubblico e critica raccolti in questi primi giorni di vita del titolo.

Per festeggiare il lancio del gioco, il director della serie Tetsuya Nomura ha rivolto un messaggio alla fanbase, che è stato riportato dal canale Twitter ufficiale di Kingodm Hearts. Riportiamo di seguito l’originale e la sua traduzione.

Credo che musica e memorie siano saldamente legate l’una alle altre, e guardando indietro a vari momenti della serie di Kingdom Hearts, sono sicuro che molti dei vostri ricordi preferiti siano legati alla sua musica. Abbiamo creato Kingdom Hearts: Melody of Memory per celebrare quei momenti. Spero che mentre giocherete Kingdom Hearts: Melody of Memory, sarete in grado di ricordare con affetto i vostri momenti e le vostre musiche preferite della serie, e gli intensi ricordi racchiusi in essi!

Tetsuya Nomura, Director della serie

Kingdom Hearts: Melody of Memory è un rythm game che, attraverso più di 140 brani della serie, permetterà di compiere un viaggio attraverso tutti i suoi avvenimenti chiave offrendo peraltro un finale inedito, che va ad aggiungere un tassello fondamentale alla conclusione di Kingdom Hearts III. Dunque si tratta di un capitolo tutt’altro che superfluo, almeno per i fan della serie che non vogliono perdersi nessun dettaglio della sua intricatissima narrativa, frammentata negli anni in una pletora di titoli sviluppati per le più svariate piattaforme.

Ricordiamo che il gioco è disponibile solo su Nintendo Switch, in edizione fisica e digitale. Avete già consultato la sua lista dei trofei?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Alessandro Giovannini

videomaker, gamer, nerd, INTJ-A.

Cinema e videogiochi: le mie due più grandi passioni. Da bambino mi alzavo presto la mattina per giocare con il Sega Mega Drive II prima di andare a scuola; passavo i pomeriggi a guardare Terminator 2 fino a consumare il nastro della VHS; impiegavo le serate a cimentarmi nelle avventure grafiche di Lucas Arts su un glorioso PC con Windows 95 in compagnia di mio fratello.
Poi sono venuti gli studi e la laurea in cinema oltre al lavoro, in tv prima e come videomaker freelance poi, nonché le esperienze di redattore e inviato stampa presso siti di informazione cinematografica. In tutto ciò non ho mai abbandonato il gaming, che ho combinato con la mia passione per la scrittura ed il mio approccio analitico, prima sulle pagine di Spaziogames e ora qui su Player.
A tarda notte streammo sul mio sfigatissimo canale Twitch e nel resto del tempo mi struggo al pensiero di tutto il backlog che non riuscirò mai a recuperare :)

Primo videogioco: The Adventures of Captain Comic (DOS)
Videogioco preferito: Final Fantasy VII
Piattaforme di gioco possedute: Super Nintendo, Game Boy Color, Mega Drive II, PSX, PS2, PS3, PS4, PC.

Assassin's Creed Valhalla, abilismo Assassin's Creed: Valhalla, accuse abilismo AC Valhalla, Ubisoft, Eivor

Parlare di Abilismo a sproposito, forse è meglio fare silenzio: il caso AC: Valhalla

Etemenanki

Etemenanki – anteprima e recensione del fortunato Kickstarter