Freedom Fighters, possibile ritorno a breve!

17 anni fa EA dava alle stampe Freedom Fighters, TPS sviluppato da IO Interactive per PC, GameCube, PS2 e Xbox. Il buon successo di critica e pubblico fece ben sperare in un sequel, che però non si concretizzò mai. Finora.

Freedom Fighters sfrutta il concetto di ucronia per immaginare un mondo in cui l’Unione Sovietica ha invaso e conquistato gli Stati Uniti. Nei panni dei membri della resistenza, si deve cercare di respingere le forze di occupazioni tramite missioni che prevedono l’azione di squadra, impartendo alcuni comandi chiave ai propri commilitoni. Nel 2005, IO Interactive annunciò che stava lavorando ad una nuova IP (Kane&Lynch) e le speranze di vedere un nuovo capitolo di Freedom Fighters si affievolirono. Lo studio tuttavia, quando ottenne l’indipendenza da Square-Enix nel 2017, portò con sé anche i diritti sul marchio. Anche a quell’azione non seguì però nulla di concreto, dato che la software house era già impegnata a pieno regime nello sviluppo dei recenti titoli Hitman (Hitman 2 è uscito nel 2018 e Hitman 3 è previsto per l’anno prossimo). Ora però qualcosa sembra finalmente muoversi.

Freedom Fighters poster

L’utente dex3108, della piattaforma di gaming forums ResetEra, ha segnalato l’attribuzione al gioco di una nuova classificazione PEGI 16 per PC. Dato che il titolo classificato è esattamente l’originale, siamo forse in procinto di una re-release su PC, che faccia da apripista per l’annuncio dello sviluppo di un nuovo capitolo? Poco significativa invece la data di uscita, fissata proprio a oggi. Si tratta probabilmente di un placeholder, dato che il gioco non è comparso in nessun store digitale, per il momento.

Freedom Fighters PEGI 16

Il gioco non è mai stato disponibile in versione digitale fino ad ora, perciò è del tutto sensato che IO voglia ripiazzarlo sul mercato per racimolare qualche spicciolo. Tuttavia, quale interesse potrebbe avere nel pubblico odierno un gioco di 17 anni fa? Ben poco, a meno che non venisse accompagnato dalla notizia di un sequel in arrivo, oppure dal fatto che si ripresenti in veste rinnovata, una qualche forma di rimasterizzazione o remake. Non resta che tenere le orecchie aperte in attesa di comunicazioni ufficiali da parte di IO Interactive. Se ci saranno novità in merito ve le comunicheremo quanto prima. Stay Tuned!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Alessandro Giovannini

videomaker, gamer, nerd, INTJ-A.

Cinema e videogiochi: le mie due più grandi passioni. Da bambino mi alzavo presto la mattina per giocare con il Sega Mega Drive II prima di andare a scuola; passavo i pomeriggi a guardare Terminator 2 fino a consumare il nastro della VHS; impiegavo le serate a cimentarmi nelle avventure grafiche di Lucas Arts su un glorioso PC con Windows 95 in compagnia di mio fratello.
Poi sono venuti gli studi e la laurea in cinema oltre al lavoro, in tv prima e come videomaker freelance poi, nonché le esperienze di redattore e inviato stampa presso siti di informazione cinematografica. In tutto ciò non ho mai abbandonato il gaming, che ho combinato con la mia passione per la scrittura ed il mio approccio analitico, prima sulle pagine di Spaziogames e ora qui su Player.
A tarda notte streammo sul mio sfigatissimo canale Twitch e nel resto del tempo mi struggo al pensiero di tutto il backlog che non riuscirò mai a recuperare :)

Primo videogioco: The Adventures of Captain Comic (DOS)
Videogioco preferito: Final Fantasy VII
Piattaforme di gioco possedute: Super Famicom, Game Boy Color, Mega Drive II, PSX, PS2, PS3, PS4, Xbox One S, PC.

AMD nega qualsiasi tipo di problema nella produzione del suo SoC per PlayStation 5

RealRTCW, Return to Castle Wolfenstein, Castle Wolfenstein, Return to Castle Wolfenstein remake, Return to Castle Wolfenstein remastered

Return to Castle Wolfenstein sta tornando in una fan mod molto interessante