Ecco il nuovo spot pubblicitario di Playstation 5

ps5

Welcome to a new world of immersion.
Discover haptic feedback, adaptive triggers, and 3D audio on PS5.
PLAY HAS NO LIMITS™

PLAY HAS NO LIMITS, così troneggia il nuovo spot pubblicitario di Sony dedicato alla sua nuova console ammiraglia. Lo spot pubblicitario, girato prevalentemente in computer grafica con l’aiuto di un’attrice in carne ed ossa mostra la console soltanto per una manciata di secondi lasciando il resto della scena ad uno storyboard abbastanza astratto, in cui vengono tirati fuori quelli che sarebbero i punti forti della console.

Vengono tirati nuovamente fuori i grilletti adattivi ed il feedback aptico, due importanti novità rispetto al passato di Playstation 4. Per ultimo viene anche citato il tanto millantato audio tridimensionale, caratteristica sbandierata ai quattro venti durante le primissime conferenze tecniche dell’azienda.

Ancora assenti dallo spot il prezzo e la data d’uscita ovvero le due informazioni maggiormente richieste dai consumatori.

Prima o poi arriveranno anche loro, per ora godiamoci il momento con uno spot tutto sommato gradevole (ma lontano dalla follia di quelli PS2 firmati David Lynch).

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Battletoads recensione

Battletoads Recensione (Xbox One): botte, rospi e cartoni animati

fortnite charpter 2 season 3

Fortnite – Guida sfide Settimana 10 Stagione 3