HOME » news

Il creative director di LoL Jason Killingsworth lascia Riot Games

Jason Killingsworth ha annunciato oggi le sue dimissioni da Riot Games, celebre developer di League of Legends. Killingsworth, che ricopriva la carica di creative director, ha deciso di terminare il rapporto lavorativo dopo sei anni di sodalizio, per potersi dedicare a tempo pieno all’espansione della propria casa editrice Tune & Fairweather.

Killingsworth ha annunciato pubblicamente la sua decisione con un corposo post pubblicato sul suo profilo LinkedIn, nel quale ha ringraziato la compagnia per l’opportunità di crescita straordinaria che gli ha concesso affidandogli la supervisione di molti eventi legati a League of Legends, come il World Championship Tournament del 2015 o le celebrazioni in streaming per il decimo anno del franchise.

 I am leaving to put a new dent in the universe by building my own publishing company Tune & Fairweather. I could not be more grateful for all the investment Riot made in my personal and career development.

Quello di Killingsworth non è tuttavia un addio al mondo del gaming: Tune & Fairwather, compagnia lanciata nel 2017, ha infatti l’ambizione di configurarsi come top player nell’edizione di contenuti a tema videoludico. Il progetto principale dell’azienda è infatti You Died: The Dark Souls Companion, vero e proprio atto d’amore verso la creazione di From Software. La campagna Kickstarter del progetto, con un obiettivo iniziale di 50.000 euro, ne ha raccolti più di 126.000.

Jason Killingsworth

Piace constatare come l’entusiasmo per i nuovi progetti di vita e carriera non abbiano impedito a Killingsworth di spendere parole di ringraziamento sincero per quelli che sono ormai i suoi ex-colleghi di Riot: “Non potrei essere più grato a Riot per quanto abbia investito nella mia crescita personale e professionale”, ha infatti dichiarato, estendendo un ringraziamento particolare ai colleghi Kieran Weir, Tom Bramwell, Ben Noskeau e John Battle, che ha definito senza mezzi termini suoi world-class mentors.

FONTE LinkedIn

Articolo a cura di Alessandro Giovannini

videomaker, gamer, nerd, INTJ-A.

Cinema e videogiochi: le mie due più grandi passioni. Da bambino mi alzavo presto la mattina per giocare con il Sega Mega Drive II prima di andare a scuola; passavo i pomeriggi a guardare Terminator 2 fino a consumare il nastro della VHS; impiegavo le serate a cimentarmi nelle avventure grafiche di Lucas Arts su un glorioso PC con Windows 95 in compagnia di mio fratello.
Poi sono venuti gli studi e la laurea in cinema oltre al lavoro, in tv prima e come videomaker freelance poi, nonché le esperienze di redattore e inviato stampa presso siti di informazione cinematografica. In tutto ciò non ho mai abbandonato il gaming, che ho combinato con la mia passione per la scrittura ed il mio approccio analitico, prima sulle pagine di Spaziogames e ora qui su Player.
A tarda notte streammo sul mio sfigatissimo canale Twitch e nel resto del tempo mi struggo al pensiero di tutto il backlog che non riuscirò mai a recuperare :)

Primo videogioco: The Adventures of Captain Comic (DOS)
Videogioco preferito: Final Fantasy VII
Piattaforme di gioco possedute: Super Nintendo, Game Boy Color, Mega Drive II, PSX, PS2, PS3, PS4, PC.

F1 2020 Recensione PC: due settori viola e uno verde

brain-test-2-copertina

[Soluzioni] Brain Test 2 – Le risposte a tutti i livelli