Team Fortress 2: morto il doppiatore del soldato

team fortress 2 soldier

Team Fortress 2 è un prodotto strano, di quelli il cui successo sembra più il risultato di un qualche miracolo desiderato con infinita forza da qualcuno. Nato come mod di un videogioco e diventato poi uno dei titoli di punta della produzione Valve, al giorno d’oggi vanta ancora 70k+ giocatori (più di Destiny 2, per capirci) ed un fandom innamorato come pochi, capace di creare arte, parodie e meme sui personaggi del titolo.

Purtroppo l’attuale situazione ha reato uno di quei problemi che non si possono risolvere, portandoci per sempre via la voce dietro uno un lavoro del genere.

Non solo Team Fortress 2.

Purtroppo non tutte le leggende sono fatte per durare in eterno. Durante la tarda serata (ora italiana) del 13 Aprile 2020 diversi siti americani hanno dato una triste notizia: a causa di complicanze date dal coronavirus,
Rick May è passato a miglior vita.

Se questo nome non dovesse dirvi nulla sappiate soltanto che era universalmente conosciuto come la voce dietro Soldier (soldato in italiano), uno degli iconici personaggi di Team Fortress 2. L’annuncio della sua morte è stato dato in primis dalla Rekindle School, un accademia americana di arte recitazione e cinema dove May era docente.

Oltre a Team Fortress 2 May è famoso per aver partecipato come doppiatore alla realizzazione di diversi videogiochi tra cui ricordiamo Star Fox 64 (lui la voce dietro il do a barrel roll), Sly 3: Honor Among Thieves ed il recente Age Of Empires 2: Definitive Edition.

Fuori dal mondo dei videogiochi era conosciuto come direttore artistico del Renton Civic Theater e della Civic Light Opera dove e ha diretto o è apparso in più di 300 spettacoli.

John John Patrick Lowrie, il doppiatore del cecchino di Team Fortress 2 ha scritto un elogio funebre su Facebbok che recita ciò:

L’ho conosciuto più di trent’anni fa e anche se non eravamo migliori amici, abbiamo sempre avuto piacere reciproco nell’incontrarci ad un concerto a un audizione. Ogni sessione di registrazione con lui era sempre piena di risate.
Quando le luci si abbassavano o l’ingegnere diceva “Partite”, lui era un grandissimo professionista, uno di quelli che lavorava sodo per ottenere il migliore risultato possibile e su cui potevi contare sin dal primissimo momento.”

Secondo dalle dichiarazioni rilasciate dalla Rekindle School May era ancora in convalescenza dopo aver avuto un infarto durante il mese di febbraio e proprio durante la convalescenza ha contratto il covid-19.
Rick May è morto all’età di 79 anni.

Il personaggio del soldato, partito come macchietta stereotipata, è diventato famoso con i centinaia di aggiornamenti di Team Fortress 2 che pezzo per pezzo ha costruito una lore degna di tal nome sopra ogni classe del titolo. Uno dei picchi di tale personaggio è stato senza dubbio l’update WAR uscito nel 2009 in cui Valve ha chiesto alla community di produrre immagini riguardanti uno scontro tra il personaggio ed il demolitore.

soldier team fortress 2
Artwork a cura di John Freeman

L’intero mondo dei videogiochi durante la notte si è unito nella celebrazione di Rick May.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

crysis sta per tornare

Crysis Remastered è ufficiale: rilasciati il trailer e la finestra di lancio

Cyberpunk 2077, CD Projekt Red

Cyberpunk 2077 ha ottenuto i rating necessari all’uscita