L’Humble Store rende disponibile gratuitamente Spec Ops: The Line

Spec ops: the line

Humble Store propone, ancora una volta, un titolo gratuito per un tempo limitato; il titolo in questione, stavolta, è qualcosa davvero da non perdere.

La sottile linea tra bene e male.

Spec Ops: The Line è un third person shooter che sotto una facciata non particolarmente invitante nasconde un titolo in grado di fermarsi prepotentemente nella testa del giocatore.

[amazon_link asins=’B007VLYMZA,B007VLYMLE,B006DSXWEY’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2e84864f-3413-11e8-8f29-31c5b5461f76′]

Il titolo di Yager Developement infatti ha vinto numerosi premi di critica per la potenza narrativa di cui è pervaso. La trama del gioco è ispirata al libro “Cuore Di Tenebra” di Joseph Conrad e porta il giocatore in un conflitto tra uomini molto più confuso e oscuro di quanto inizialmente sembra.

Per scoprire questo il videogiocatore dovrà fare i conti con un gameplay non esattamente nuovissimo e con una grafica non più al passo con i tempi ma fidatevi che ne vale davvero la pena. Lasciatevi avvolgere dalle sabbie cocenti di Dubai e dai demoni che le abitano.

In soldoni…

Spec Ops: The Line è disponibile sull’Humble Store a questo link fino alle 19.00 del 31/03/2018.

Il titolo è disponibile per PC, Mac e Linux; di seguito i requisiti necessari per farlo girare:

Windows
OS: Windows XP SP3
CPU: Intel Core 2 Duo @ 2Ghz / AMD Athlon 64 X2 equivalent
RAM: 2 GB RAM
HD: 6 GB free
GPU: NVIDIA GeForce 8600 / ATI Radeon HD 2600XT (256 MB memory)
DirectX®: 9.0

Mac
OS: 10.7.5
CPU: Intel Dual Core processor
RAM: 2 GB RAM
HD: 6 GB free
GPU: Radeon HD 4670/4850/4870

Linux
OS: Ubuntu 14.10, Mint 17.1 o distribuzione equivalente
CPU: Intel Core 2 DUO 2.4 GHz / AMD Athlon X2 2.7 GHz
RAM: 4 GB RAM
HD: 6 GB Free
GPU: NVidia/AMD OpenGL 4.1/OpenGL level 3.2 compatible Video RAM: 512Mb

Spec ops: the line

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

god of war level design

Il level design di God of War è ispirato a Bloodborne

esports

I Millennials preferiscono vedere gli eSports rispetto agli sport tradizionali