HOME » news

Sony ha speso 229 milioni di dollari per acquistare Insomniac Games

sony ha speso 229 milioni di dollari per acquistare insomniac games

Lo scorso Agosto, in una delle estati più calde degli ultimi anni, ci siamo trovati a commentare uno dei colpi di novanta del “calciomercato videoludico” inaugurato da Microsoft non molto tempo fa. Come tutti sappiamo, Sony ha acquisito Insomniac Games, rendendolo di fatto il quattordicesimo studio interno di SIE.

L’entusiasmo generato dall’annuncio fatto dal colosso nipponico è stato enorme, tanto da farci dimenticare di un “piccolo” ed “insignificante” dettaglio: il costo dell’operazione. Ebbene, la cifra è emersa proprio dagli ultimi documenti finanziari: Sony avrebbe speso la bellezza di 229 milioni di dollari (24.895 miliardi di yen) per l’acquisizione di Insomniac Games.

La gran parte della cifra sarebbe stata pagata in contanti, ed entro il prossimo 31 Marzo 2020, data in cui si chiude l’anno fiscale, potrebbero essere registrate delle fluttuazioni dovute al cambio di valuta.

Quale sarà il prossimo gioco di Insomniac Games?

il nuovo videogioco di insomniac games per playstation 5
Lo studio di sviluppo avrà un ruolo cruciale al lancio di PS5.

Questa è la domanda che milioni di giocatori sparsi per il mondo si staranno ponendo in questo momento, soprattutto alla luce della cifra monstre investita da Sony per l’acquisizione dello studio di sviluppo, autore di alcune delle saghe videoludiche più celebri di sempre.

Entrare a far parte della famiglia WWS (Worldwide Studios) offre ad Insomniac opportunità ancora maggiori per realizzare la nostra visione di studio di lasciare impressioni positive e durature nella vita delle persone. Abbiamo avuto una relazione speciale con PlayStation praticamente sin dall’inizio. La nostra partnership amplifica il nostro potenziale e Spider-Man della Marvel ne è stato una testimonianza. Siamo entusiasti di fare il prossimo passo nella nostra crescita insieme ai nostri partner di lunga data WWS. Soprattutto, non vediamo l’ora di offrire nuove esperienze ai nostri fan.

Queste sono state le parole pronunciate da Ted Price, CEO e fondatore di Insomniac, al momento dell’acquisizione da parte di Sony.

Allo stato attuale, non è dato sapere su quale progetto sia a lavoro il developer. Si inseguono rumor su Sunset Overdrive 2 (IP di cui il colosso nipponico è ora proprietaria), il ritorno di Ape Escape, un sequel di Spider-Man, un nuovo capitolo di Resistance e, perché no, un nuovo Ratchet & Clank. Tuttavia, una cosa è certa: Insomniac Games avrà un ruolo di primissimo piano nella console war della next gen, ovviamente dal lato Playstation 5.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

World of Warcraft: Recensione

World of Warcraft: Recensione di una storia infinita

intervista a lorenzo di Berardino

Esports in Cina, oggi | Intervista all’esports reporter Lorenzo di Berardino