HOME » news

Annunciata l’espansione The Elder Scrolls Online: Elsweyr

The Elder Scrolls Elsweyr


Pochi minuti fa è stata annunciata la prossima espansione di The Elder Scrolls Online, che si chiamerà Elsweyr. L’espansione verrà resa disponibile dal 4 Giugno per PC, Mac OS, PS4 e Xbox One.

Dal 20 Maggio, inoltre, chi gioca su PC e MAC potrà accedere all’early access di Elsweyr, ma non è tutto: l’espansione vera e propria sarà preceduta dall’uscita di Wrathstone, un DLC pieno che introdurrà dei dungeon a tema draconico.

Inizia la Stagione del Drago in The Elder Scrolls: Online

Già, perché a quanto pare questo è l’anno del Drago(ne): secondo un post ufficiale sul sito del gioco, sviluppato da ZeniMax Online Studios e pubblicato da Bethesda Softworks, nel corso 2019 vedremo una serie di avventure interconnesse tra loro, che ruotano attorno al ritorno dei draghi su Tamriel.

Eccovi il trailer di lancio:

Inizia la Stagione del Drago

Il percorso all’interno della Season of the Dragon inizierà con il DLC dungeon pack Wrathstone, proseguirà con Elsweyr e continuerà con altri due capitoli che verranno rilasciati nel terzo e nel quarto trimestre di quest’anno: rispettivamente un altro dungeon pack e un’ulteriore regione esplorabile, con una sua storia.

La terra dei Khajiit in The Elder Scrolls: Online

Ogni capitolo avrà una storia a sé stante, ma tutte le trame si intrecceranno con quelle dei capitoli precedenti e successivi, fino a formare un arazzo draconico che ci svelerà i misteri della provincia di Elsweyr, la terra dei Khajiit che chi ha giocato The Elder Scrolls: Arena ricorderà bene.

Da quel che si sa attualmente, la patria dei Khajiit sarà parte dell’Aldmeri Dominion, e sarà guidata dalla Regina Aryenn.

Mappa dell'Elsweyr, la nuova regione introdotta in The Elder Scrolls: Online

Le novità di Elsweyr

Oltre a un nuovo filone narrativo e a una nuova avventura annuale che durerà per tutto il 2019, l’espansione aggiungerà:

  • una nuova regione esplorabile -Elsweyr, appunto-;
  • Sunspire, un nuovo Trial da 12 giocatori;
  • nuovi world events: gli attacchi dei draghi;
  • un numero impressionante di nuovi delve e dungeon pubblici;
  • una tonnellata di nuove quest;
  • numerosi update e miglioramenti della quality-of-life per i giocatori.

La novità più interessante, però, riguarda l’introduzione una classe giocabile nuova di zecca.

Aggiunta la classe del Necromancer

Con l’arrivo di Elsweyr i giocatori potranno scegliere una nuova classe: quella del Necromancer, che ovviamente si specializza nella manipolazione della morte e nell’utilizzare i cadaveri dei nemici (e forse degli amici?) come se fossero un’arma stretta fra le nostre oscure, putrescenti, badass e negromantiche grinfie.

La nuova classe del Negromante in TESO

Con il Necromancer potremo annientare gli avversari con devastanti incantesimi elementali, oppure potremo ammantarci di un’armatura arcana fatta di ossa e carne morta, o saremo in grado di potenziare le nostre già notevoli abilità –e quelle dei nostri alleati– utilizzando le arti oscure per attingere alla fonte della Vita e della Morte.

Le altre gustose novità includono nuove mount, nuovi pet e nuovi costumi con cui personalizzare i nostri avatar su Tamriel.

Come ordinare The Elder Scrolls Online: Elsweyr

The Elder Scrolls Online: Elsweyr è prenotabile già da ora, e sarà disponibile in quattro versioni:

  • Standard Edition;
  • Digital Upgrade;
  • Digital Collector’s Edition;
  • Digital Collector’s Edition Upgrade.

Le edizioni Collector includono i bonus del pre-order, più una pletora di chicche aggiuntive.

Non conoscete The Elder Scrolls Online? Allora beccatevi i nostri dieci motivi per giocare a TESO: Summerset, che attualmente è l’espansione più recente.

Articolo a cura di Pierluigi Michetti

Pierluigi è un abruzzese di 33 anni, cittadino d'Europa e appassionato non soltanto di tutto ciò che sia vagamente fantasy, ma anche di mitologia, rievocazione storica e rasatura tradizionale.

Cresciuto a pane, olio d'oliva, videogame di ruolo, letteratura fantasy, lezioni di pianoforte ed heavy metal, studia Scienze Politiche, prima, Pubblicità e Marketing, poi, e a metà della storia si ritrova a fare il copywriter e il redattore.

Dopo aver adorato D&D 3.5, Sine Requie, Il Richiamo di Cthulhu e altri titoli meno celebri, si ritrova quasi per caso a sfogliare il PHB e la DMG di D&D 5E, e lì viene risucchiato in un vortice dimensionale senza via di scampo. Dopo aver giocato il Guerriero / Chierico per una dozzina d'anni, attualmente si diverte con un Barbaro in una campagna, fa il DM in una seconda, e gioca (male) un Warlock Legale-Malvagio in una terza, sempre con lo stesso gruppo.

In tenera età, armato di un Amiga Commodore 64 e un SEGA Master System II Plus, inizia a esplorare il multiverso videoludico; la vera passione, però, sboccia soltanto con l'arrivo di un Pentium 1 133 MHz.

I titoli amati, in ordine sparso: da Age of Empires a Earthsiege 2, da Earth 2140 a Carmageddon, e poi SimCity, SimCopter, i simulatori di volo, Populous, Black & White, Monkey Island, Wolfenstein, BloodRayne, Planescape: Torment, i Baldur's Gate (inclusi i Dark Alliance), Dark Forces, senza dimenticare Ultima Online, World of Warcraft, i due Knights of the Old Republic (giocati più volte di quel che il pudore mi consente di ammettere), Star Wars the Old Republic, i vari Max Payne, i Vampire the Masquerade: Redemption e Bloodlines, Kingdom Come: Deliverance e naturalmente la saga di The Witcher, quella di Dragon Age, i vari The Elder Scrolls (incluso l'Online) e soprattutto quella di Mass Effect, di cui è perdutamente innamorato.

Dopo una primissima adolescenza trascorsa in compagnia dei romanzi di Tom Clancy e Bukowski, spicca il volo con gli autori canonici, tra cui Tolkien, G. R. R. Martin, J. K. Rowling, Weis - Hickman, Terry Pratchett, Stephen King, Gemmell, Howard e -in parte- Terry Brooks; attualmente adora la prosa di H. P. Lovecraft ma non tanto la sua poesia, divora Luk'janenko, Sapkowski, Karpyshyn, Zahn e tutto l'Universo Espanso di Star Wars.

Death-Stranding-i-ragazzi-di-guerilla-games-provano-la-demo

Death Stranding, il Co-Fondatore dei Guerilla è impressionato per la demo

Star Wars Logo

Electronic Arts blocca lo sviluppo dell’ open-world di Star Wars