HOME » news

I videogiochi hanno generato entrate per 108 miliardi di dollari

videogiochi entrate

Parliamoci chiaramente, se siete qui a leggere queste righe, e se noi siamo qui a scriverle, la ragione è una soltanto: la passione per i videogiochi. Nel corso del tempo, abbiamo assistito ad un vero e proprio boom del nostro media preferito. Il riconoscimento degli esports da parte del CIO non ha fatto altro che legittimare un fenomeno oramai di massa. Ma qual è il valore dell’industria videoludica? Il sito SuperData ha provato a dare una risposta a questa domanda. Secondo il rapporto stilato dal sito in questione, l’industria di settore avrebbe generato, nel 2017, entrate per circa 108 miliardi di dollari.

Cifre da capogiro per l’industria dei videogiochi

videogiochi sport cio
Il CIO ha preso la sua decisione: i videogiochi sono uno sport

Se qualche anno fa ci avessero detto i videogame avrebbero generato queste cifre, probabilmente ci saremmo tutti fatti una risata. Chi di noi avrebbe mai immaginato una diffusione ed un successo talmente vasti per il nostro media preferito? Chi avrebbe mai potuto immaginare che i videogiochi avrebbero sfondato un muro come quello dei 100 miliardi di dollari? Eppure, le cose stanno effettivamente così.

Dando uno sguardo al rapporto pubblicato da SuperData, notiamo che il mercato più redditizio è quello del mobile gaming, capace di generare entrate per 59.2 miliardi di dollari. Subito dopo possiamo trovare il mercato PC e quello delle console domestiche, con un livello di entrate pari, rispettivamente, a 33 e 8.3 miliardi di dollari.

Andando a dare uno sguardo più approfondito alle varie categorie di “media interattivi”, non mancano certo le sorprese. La realtà virtuale e la realtà aumentata, ad esempio, hanno complessivamente generato entrate per circa 4 miliardi di dollari. I contenuti video relativi ai videogiochi hanno prodotto circa 3.2 miliardi di dollari, mentre gli esports si attestano a 756 milioni di dollari.

In totale, l’industria videoludica ha prodotto entrate per 108.4 miliardi di dollari.

Uno sguardo più approfondito

PlayerUnknown's Battlegrounds avrà una versione mobile in Cina
Tencent ha dichiarato con un annuncio che ha intenzione di aiutare la Bluehole a sviluppare una versione mobile per PUBG.

Sia il mercato PC che quello mobile sono guidati, senza troppe sorprese, dai titoli free-to-play. Infatti, circa 2.5 miliardi di giocatori hanno speso oltre 82 miliardi dollari in questo genere di videogame. Stiamo parlando di una persona su tre a livello globale.

La somma totale spesa per i titoli mobile, ha registrato anche picchi più alti rispetto al 2016, registrando $ 14 miliardi di entrate in più. Chi ha maggiormente contribuito a questa crescita? La risposta risiede in titoli asiatici come Arena of Valor di Tencent e Fantasy Westward Journey di NetEase. In un’analisi anno per anno, i due videogiochi in questione hanno generato una crescita del mercato del 31%.

L’Asia rimane il più grande mercato per il mobile gaming, generando $ 36 miliardi nel 2017 – registrando un aumento di $ 10 miliardi rispetto al 2016 – e si prevede che raggiungerà $ 38,4 miliardi entro la fine di quest’anno. Al contrario, il Nord America e l’Europa hanno generato rispettivamente $ 9,1 e $ 5,9 miliardi nel 2017.

Tuttavia, i mercati occidentali rimangono di gran lunga la forza dominante nel mercato console, con il Nord America che spende 4,2 miliardi di dollari in giochi per console e in Europa 3,1 miliardi di dollari. L’Asia ha speso, nel mercato console, solo $ 200 milioni e non è prevista una crescita per il prossimo anno, a differenza dei mercati occidentali, che promettono entrambi una crescita stimata in circa $ 200 milioni.

Quali sono i videogiochi di maggior successo del 2017?

pubg xbox one
PUBG ha raggiunto tre milioni di giocatori su Xbox One

Nell’ambito dei giochi tradizionali, PlayerUnknown’s Battlegrounds è stato forse il più grande successo di vendite registrato, generando $ 712 milioni nei suoi primi otto mesi. Questa cifra rappresenta il 12% di tutte le entrate PC per l’anno in questione, ed è quasi il doppio dei $ 382 milioni generati da Overwatch, il secondo titolo di maggior successo.

E nonostante abbia quattro anni, Grand Theft Auto V è stato il gioco più redditizio del 2017, generando $ 521 milioni. Il titolo Rockstar ha ottenuto $ 9 milioni in più rispetto al secondo classificato, Call of Duty: WW2. Tuttavia, c’erano tre titoli della serie Call of Duty nella Top 10 del 2017. Le entrate combinate di WW2, Black Ops III ed Infinite Warfare che ammontano a $ 951 milioni.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

persi nella pioggia gioco da tavolo gdr recensione guida

Persi nella Pioggia – Guida e Recensione

Ecco i giochi di febbraio in regalo con il Plus