HOME » news

Nobuo Uematsu si prende una pausa dalla composizione per motivi di salute

Nobuo Uematsu

A scrivere questa notizia si stringe un pochino il cuore, complice anche l’importanza imprescindibile che Nobuo Uematsu ha avuto per moltissimi videogiocatori.

Nobuo Uematsu

Lo storico compositore della saga di Final Fantasy ha annunciato di volersi ritirare in modo temporaneo dalle scene a causa di problemi di salute emersi nel corso degli ultimi mesi.

La notizia è stata diramata attraverso il blog personale del compositore nipponico:

“Sono stato alla fine sopraffatto dalla fatica derivata dal mio continuo lavoro; dalla composizione di nuovi lavori ai concerti che ho tenuto in giro per il mondo; tutto ciò mi ha regalato giornate tanto soddisfacenti quanto stancanti. Mentalmente e fisicamente è per me difficile andare avanti a questo ritmo e perciò ho deciso di fermarmi per un po’. Nulla di cui preoccuparsi però, completato il recupero tornerò sulle scene a fare ciò che mi riesce meglio!”

Uematsu stesso non ha citato il nome della malattia, perfettamente in linea con la tipica riservatezza nipponica; noi nel dubbio incrociamo le dita.

Chi è Nobuo Uematsu?

Nobuo Uematsu è uno dei più importanti musicisti apparsi sin’ora all’interno del panorama videoludico grazie all’apporto dato con le colonne sonore dei primi dieci, leggendari, capitoli della saga di Final Fantasy.

Il musicista nipponico ha infatti scritto uno dei più importanti capitoli della storia musicale videoludica attraverso la canonizzazione di uno stile musicale inconfondibile, fatto di melodie mediterranee e strumenti dalla timbrica indimenticabile; a questo ha aggiunto un gusto derivante dal progressive rock (anche nostrano, visto che uno dei suoi gruppi preferiti è quello italiano chiamato Premiata Forneria Marconi ).

Uematsu, dopo aver lavorato vent’anni sulla saga di Final Fantasy, ha abbandonato Square Enix nel 2004 per aprire un suo studio di produzione musicale dove lavora come freelancer per più aziende. Da lì il maestro si è ritrovato a comporre le colonne sonore per i giochi più disparati: tra le più riuscite troviamo Lost Odissey, Blue Dragon, Lords Of Arcana, The Last Story, Terra Battle, Grandblue Battle e Final Fantasy XV Comrades.

L’influenza che Nobuo Uematsu ha avuto sull’industria musicale globale è incommensurabile, egli è stato incluso dentro il seminale documentario Diggin’ in the carts di Redbull sulla storia della composizione di musica per videogiochi.

 

 

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

MTG Arena – guida per principianti.

call of cthulhu

Call of Cthulhu: pubblicato il secondo gameplay trailer