Gravity Rush 2: la chiusura dei server è stata rimandata

gravity rush 2 chiusura server

Stando alle ultime notizie apprese, una delle esclusive Sony potrà essere giocata online ancora per un po’. Stiamo parlando di Gravity Rush 2. Come forse qualcuno ricorderà, qualche tempo fa venne annunciato che i server di gioco sarebbero stati chiusi proprio a Gennaio 2018. Ad oggi, pare proprio che i server in questione rimarranno attivi ancora per qualche altro mese, fino a Luglio 2018. Non è dato conoscere le motivazioni di questo rimando, ma inutile dire che, se avete qualche altro obbiettivo online da sbloccare, questo è il momento di giocare.  A partire dal prossimo 18 Luglio, infatti, cesseranno tutte le funzionalità di gioco online dell’esclusiva Sony.

Gravity Rush 2: chiusura dei server posticipata

gravity rush 2 server
Cosa ha portato Sony a questa decisione?

Gravity Rush 2 rappresenta una netta controtendenza di quelle che sono le politiche Sony. Sappiamo bene, infatti, quanto il colosso nipponico sostenga le sue creazioni, soprattutto quando si parla di esclusive. La stessa uscita di questo sequel ha rappresentato una vera e propria scommessa, andando ad investire nuovamente su Gravity Rush, un gioco tanto bello ed originale quanto apprezzato dalla critica di settore. Tuttavia, nonostante il sequel fosse un gioco di ottima fattura, capace di riscontrare il favore di quasi tutte le testate specializzate, pare proprio che in Gravity Rush 2 qualcosa non abbia funzionato. Con buona probabilità, il gioco non si sarà rivelato un best seller, ma di più non è dato sapere.

Quello che si sa è che, lo scorso 29 Settembre, Sony informava gli utenti del gioco che i server dedicati sarebbero stati ufficialmente chiusi il prossimo 19 Gennaio. La notizia colse un po’ tutti alla sprovvista, proprio perché il gioco, al momento dell’annuncio, aveva poco più di un anno di “vita”. In ogni caso, pare proprio che la chiusura in questione sia stata rimandata di qualche mese. Sempre attraverso un messaggio interno al gioco, Sony ha informato che i server “rimarranno in vita” fino al prossimo 18 Luglio. Ancora una volta non è dato sapere che cosa abbia determinato la decisione di posticipare la decisione del colosso nipponico. L’unica risposta plausibile consisterebbe, appunto, in un corposo feedback ricevuto dai fan.

Che cosa accadrà con la chiusura dei server di Gravity Rush 2?

gravity rush 2 chiusura
Uno spostamento per venire incontro ai fan.

Attraverso il messaggio diramato agli utenti del gioco, Sony ha dichiarato che il numero dei Dusty Token sarà incrementato fino alla chiusura dei server. Lo scopo, come prevedibile, è fare in modo che tutti possano accaparrarsi i vari costumi e talismani disponibili in Gravity Rush 2, poiché, nel momento in cui cesseranno le funzionalità online del gioco, non saranno più disponibili. Non sarà inoltre più possibile condividere indizi sui tesori, ricevere ed mandare sfide ad altri giocatori, ricevere e postare le Photo Ghost nonché accumulare i precedentemente menzionati Dusty Token e ricevere le ricompense. Proprio per questa ragione, è presumibile che, nei prossimi mesi, ci sarà una vera e propria “corsa agli obbiettivi”, in modo da poter ottenere tutto l’ottenibile prima della chiusura dei server.

Allo stato attuale, Sony non ha ancora condiviso le motivazioni che l’hanno spinta a decidere la chiusura dei server di Gravity Rush 2. Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Se volete approfondire la questione attraverso casi simili, cliccate la nostra news sulla cancellazione di Gnomageddon.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Ecco perchè ogni The Legend of Zelda ha il suo stile artistico unico

Days Gone

Ore di cutscene per Days Gone