Gamestop introduce il PowerPass sui giochi usati

gamestop powerpass

Qualche tempo fa sono iniziate a circolare voci circa una particolare iniziativa di Gamestop nel mercato dei giochi usati. Come tutti noi ben sappiamo, l’azienda americana ha fatto la sua fortuna proprio con l’usato, garantendo la possibilità a moltissimi giocatori di poter mettere le mani sul proprio titolo preferito ad un prezzo più basso, o di acquistare un gioco nuovo portando indietro i titoli già finiti o a cui non si gioca più. Ebbene, ciò di cui vi stiamo per parlare è qualcosa di completamente diverso. Sembra proprio che Gamestop abbia creato un servizio, di nome PowerPass, con cui, al costo di 60 dollari, si avrà un accesso praticamente illimitato ad una libreria di giochi usati, potendo giocare a volontà per un periodo di tempo pari a sei mesi.

PowerPass: la nuova iniziativa di Gamestop

powerpass gamestop
Tanti giochi usati a cui giocare, pagando un prezzo accessibile.

Diciamocelo chiaramente: quanti di noi possiedono titoli che, oramai, hanno solo l’ingrato compito di prendere polvere su uno scaffale? Nonostante l’indubbio valore affettivo che ci possa legare ai videogame, è possibile che i giochi in questione possano ancora avere un valore economico. Gamestop è stata capace di far leva proprio su questo punto, dando una dimensione completamente diversa al mercato dell’usato. Anche subito dopo il day one di un gioco, è già possibile trovarne delle copie usate presso un qualsiasi punto vendita GS, ovviamente ad un prezzo più basso, ma perfettamente funzionanti. Se a tutto questo aggiungessimo, poi, i vari bonus di prenotazione, alcune Collector’s Edition in esclusiva Gamestop, possiamo capire quanto grande sia stato il successo raccolto da questo rivenditore.

powerpass giochi usati
Ecco l’annuncio del servizio.

PowerPass, invece, è un’iniziativa del tutto diversa. Ma come funziona questo nuovo servizio? Nei punti vendita americani Gamestop, sono state avviate le registrazioni a PowerPass. L’iniziativa consiste in un vero e proprio servizio di noleggio con cui, pagando una cifra pari a 60 dollari, sarà possibile avere un accesso illimitato ad una vasta libreria di giochi usati. Tutto questo per un periodo di sei mesi.

Va da sé che, ovviamente, ci sono dei cavilli. L’iniziativa è disponibile ai soli membri PowerPass Rewards, e anche se sono presenti determinati livelli a pagamento (un po’ come con la carta Level 3), sarà possibile accedere al servizio anche  attraverso una registrazione gratuita. Una volta iscritti, potrete portarvi a casa praticamente qualsiasi gioco usato, restituendolo nel momento in cui desideriate prenderne un altro. Alla fine del semestre, gli iscritti diventeranno proprietari dell’ultimo gioco preso attraverso il servizio. Va da sé che potrete prelevare solo un gioco alla volta.

PowerPass: come attirare nuovi giocatori nei negozi

powerpass videogiochi
Un modo per attirare i giocatori nei punti vendita.

Senza dubbio l’iniziativa targata Gamestop è decisamente interessante. Molti giocatori potranno, infatti, visitare pressoché qualsiasi punto vendita della catena e portarsi a casa il gioco usato di loro gradimento. Nonostante servizi di questo genere rappresentino qualcosa di già visto, PowerPass è decisamente l’iniziativa più economica sul mercato. Anche Blockbuster era possibile noleggiare videogiochi, idem con Gamefly, che addirittura spediva i titoli tramite posta. Tuttavia, non solo il servizio Gamestop ha un prezzo più competitivo, ma regala al giocatore l’ultimo gioco richiesto.

Come in molti sapranno, Gamestop ha avuto un vistoso calo di vendite nel secondo trimestre del 2017. Ricordiamo anche iniziative di certo non memorabili della catena americana come, ad esempio, l’apertura dei suoi punti vendita anche nel Giorno del Ringraziamento, la ricorrenza a cui gli Americani tengono di più, senza dimenticarci delle stringenti politiche che obbligavano i rivenditori a piazzare determinate quantità di giochi nuovi ed usati. Con buona probabilità, il servizio PowerPass nasce proprio per contrastare la popolarità sempre crescente dei giochi in formato digitale, che sta limitando non poco le vendite Gamestop.

Attualmente il servizio PowerPass prenderà piede negli Stati Uniti a partire dal prossimo 19 Novembre. Non è dato sapere se sbarcherà anche in Europa.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Super Mario Odyssey – Recensione

halloween 10 giochi

10 giochi da brivido per un Halloween indimenticabile