Sviluppatori cinesi copiano Overwatch e vengono denunciati

overwatch



In un’epoca come la nostra, in cui è difficile e rischioso creare qualcosa di nuovo, sono in molti a percorrere strade già battute da altri. Non è un caso imbattersi in giochi chiaramente ispirati ai best seller del momento, imitandone le caratteristiche fondamentali, senza neanche scomodarsi ad aggiungere quel quid che rappresenterebbe la “farina del proprio sacco“. E se spesso a farne le spese sono giochi tutto sommato divertenti come Lawbreakers, il rischio di trovarsi di fronte a un gioco clone non è affatto peregrino. Ebbene, è esattamente quanto accaduto in Cina. Sembra proprio che uno sviluppatore cinese abbia creato una copia spiccicata di Overwatch.

Un Overwatch “cinese” al centro di una controversia

È oramai inutile sottolineare quanto grande sia il successo riscosso da Overwatch. Se forse ancora qualcuno nutre dei dubbi sul successo della Overwatch League, sono in tantissimi invece ad attendere l’oramai imminente evento di Halloween, che regalerà nuovi costumi e nuove feature, tra il photobombing. Come ogni progetto di successo, è inevitabile attirare le attenzioni dei “copioni“.

Sembra proprio che, di qui a breve, assisteremo ad una causa legale su una violazione del diritto d’autore che ha del clamoroso. Blizzard China e NetEase (operatore nonché partner ufficiale di Blizzard in China) sono in procinto di citare in giudizio lo studio di sviluppo di Heroes of Warfare. Il titolo è un gioco mobile che sembrerebbe, a tutti gli effetti, un clone di Overwatch. Nonostante le prime impressioni possano spesso portare ad errori e a giudizi affrettati, non sembrerebbe essere questo il caso. Heroes of Warfare, oltre a presentare evidenti somiglianze col gioco Blizzard nel design e nel gameplay, conterrebbe addirittura dei suoni campionati direttamente da Overwatch. Le stesse abilità dei personaggi giocabili sarebbero pressoché identiche agli eroi del celebre MMOFPS, e la stessa mappa di Ilios sarebbe stata (in)fedelmente riprodotta nel gioco mobile.

Se volete farvi un’idea della gravità, e della comicità, della situazione, vi lasciamo in allegato il trailer del gioco e una piccola gallery. Blizzard e NetEase, ovviamente, chiederanno la rimozione del gioco dall’App Store, nonché un corposo risarcimento per violazione del diritto d’autore.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Se approfondire il mondo di Overwatch, cliccate la nostra news sul giocatore che ha raggiunto il livello 4000.