Project Phoenix rinviato almeno al 2018


Project Phoenix forse vuol battere ogni record di lavorazione per un videogioco. Questo progetto è stato lanciato su Kickstarter con una campagna iniziata nel 2013. Doveva uscire nel 2015 e invece è stato rimandato…al 2018!


project-phoenix-rinviato-almeno-2018

Lo scopriamo oggi dato che gli sviluppatori di Creative Intelligence Arts hanno rilasciato un aggiornamento sulla pagina della loro campagna Kickstarter. Secondo le stime dei producer, nonostante si sia raccolto oltre 1 milione di dollari, ci vorranno ancora due anni e mezzo circa per completare i lavori, ai quali bisognerà aggiungere ulteriori 6 mesi per la messa a punto del gioco e i test di rito.

Creative Intelligence Arts si giustifica affermando di avere avuto dei problemi di organico, è stato difficile trovare un programmatore all’altezza in quanto quello che avevano preso prima ha fallito il suo compito. Per quel ruolo avevano chiesto la disponibilità del programmatore di Ori and the Blind Forest, ma questa operazione, poi saltata, ha comportato un ritardo di ben 14 mesi! Per questo la data di uscita stabilita inizialmente dell’aprile 2015 è stata ampiamente sforata. Adesso si sono affidati ad un nuovo programmatore che però si è insediato da appena 2 mesi e sono alla ricerca di un altro programmatore che possa dargli una mano.

Il gioco comunque sembra promettere bene. Come compositore per la colonna sonora si avvale di Nobuo Uematsu che ha realizzato la soundtrack di diverse uscite di Final Fantasy. Le piattaforme sulle quali il gioco dovrebbe uscire saranno PC, Mac, PS4 e PSVita.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Valentino Rossi The Game: al via il contest per ‘donare’ il proprio volto

Trucchi Banana Kong: come vincere facile