Scalebound: in origine era previsto un personaggio femminile


Hideki Kamiya, director di Scalbound, ha svelato alcune interessanti curiosità e retroscena per quanto riguarda l’esclusiva Xbox One in arrivo alla fine del prossimo anno.


scalebound-in-origine-personaggio-femminile

Quando hanno iniziato il progetto, l’idea era un gioco per Wii e volevamo usare il telecomando Wii per impartire gli ordini ai dinosauri” ha spiegato Kamiya “Poi abbiamo fatto Bayonetta e una delle prime modifiche fatte al prototipo è stato l’inserimento del drago. Abbiamo cambiato i dinosauri in draghi ma a quel punto la protagonista era troppo debole nel contesto di Scalebound. Lei era una bambina e noi volevamo che il personaggio fosse partecipe nella lotta. Per me è stato un po’ triste dover cambiare da un personaggio femminile a un personaggio maschile per ragioni di combattimento”.

Ricordiamo che in Scalebound i giocatori assumeranno il controllo di un ragazzo e avranno la possibilità di impartire ordini al drago compagno di avventure anche se questo sarà dotato di una propria personalità e potrebbe anche decidere di non ubbidire.

 

Commento gamer Samuele Zaboi:

Il concept di Scalebound è senza dubbio interessante ed è difficile scegliere tra dinosauri e drago come compagno di avventure. Sarebbe stato altrettanto interessante poter scegliere però se controllare un personaggio maschile o uno femminile.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Uncharted: The Nathan Drake Collection – Recensione

Annunciato Syndrome, nuovo survival horror di Camel 101