HOME » news

Frictional Games è a lavoro su due nuovi giochi

frictional games due nuovi giochi

Frictional Games è a lavoro su due nuovi giochi

Oggi come oggi è veramente difficile riuscire ad emergere nel panorama videoludico. Tanti giochi in uscita praticamente ogni mese, news che si rincorrono praticamente ogni minuto, un pubblico sempre più esigente; per uno sviluppatore, specialmente se indipendente ed emergente, è diventato molto difficile ritagliarsi il proprio spazio. Una delle rare eccezioni a questo discorso è rappresentata da Frictional Games. Il developer di Helsinborg ha saputo, nell’arco degli anni, creare una propria identità, grazie anche a titoli di successo come Amnesia: The Dark Descent ed il più recente SOMA. Ebbene, la società ha da poco dichiarato di essere a lavoro su ben due nuovi progetti.

Frictional Games: un nome, una garanzia

frictional games due nuovi giochi
Anche se può sembrare strano, questa è la mente dietro SOMA.

Lo sviluppatore svedese ha decisamente trovato la ricetta segreta per creare giochi grandiosi, capaci di tenere incollati allo schermo fino ai titoli di coda. Volendo continuare a tessere le lodi del developer, Frictional Games è riuscita a portare una ventata d’aria fresca nel genere dei survival horror, con i già citati SOMA e Amnesia: The Dark Descent, addirittura definito dalle testate di settore come uno dei giochi più spaventosi mai usciti. Se proprio volessimo trovare un difetto nel lavoro dell’azienda di sviluppo, sarebbe quello di far passare troppo tempo tra una release e un’altra. Thomas Grip, fondatore di Frictional Games, ha ammesso questa pecca del suo studio e ha, al tempo stesso, annunciato di essere a lavoro su ben due nuovi progetti. Ecco quanto da lui scritto sul sito ufficiale dello sviluppatore.

“È stata una vera fortuna che SOMA sia diventato una hit. I soldi ottenuti dal gioco ci garantiranno di poter sostenere il lavoro sul nostro prossimo progetto. Se SOMA fosse invece stato un flop, le cose qui sarebbe molto ma molto peggiori. Proprio per questa ragione ci stiamo concentrando nel diventare uno studio capace di lavorare a più progetti contemporaneamente, raggiungendo l’obbiettivo di pubblicare almeno un gioco ogni due anni. Se fossimo riusciti a realizzare tutto ciò prima della release di SOMA, avremmo potuto pubblicare il gioco anche oggi stesso. Inutile dire che tutto questo ci renderebbe molto più stabili da un punto di vista finanziario, e ci consentirebbe anche di fronteggiare un eventuale flop di vendite. Dal lato opposto, tutto ciò comporterebbe maggiori rischi, che però ritengo essere un elemento chiave nella creazione di grandi giochi.”

Frictional Games: cosa bolle in pentola?

frictional games due nuovi giochi

Questa è la domanda che affolla le menti di moltissimi gamer sparsi in tutto il mondo. Purtroppo, non ci sono annunci da fare, e non ce ne saranno almeno fino alla metà del 2018. Tuttavia, Grip ha voluto condividere l’andamento dei lavori nel suo studio di sviluppo.

“La produzione del primo progetto procede a pieno regime e, allo stato attuale, circa l’80% del team di sviluppo è al lavoro sul titolo in questione. L’obbiettivo per la maggior parte di quest’anno è stato creare le prime mappe di gioco, per creare un solido scorcio verticale sulla base dei nostri esperimenti avvenuti nel corso dello scorso anno. Tuttavia, di recente abbiamo scoperto nuove strade, e abbiamo tutta l’intenzione di esplorarle. Il materiale che è scaturito da questa deviazione di percorso sembra essere decisamente grandioso, e sono sicuro che renderà il nostro gioco un titolo molto speciale. Tutto questo è fuoriuscito da ciò di cui ho appena discusso: il nostro obbiettivo è quello di creare grandi videogame che possano lasciare un segno su colui che li gioca.”

Ma le sorprese non finiscono qui. Frictional Games ha infatti anche un secondo progetto in cantiere, ma Grip fa notare che, affinché lo sviluppo possa iniziare, è ancora necessario un certo avanzamento tecnologico. Lo studio è a lavoro su una nuova versione del suo motore grafico, l’HPL Engine, appositamente per questo progetto. Tutto questo sta a significare che il tempo speso per la pre-produzione sarà molto maggiore rispetto a quanto avvenuto in passato. Tuttavia, è scontato che ci vorrà ancora molto tempo prima di saperne qualcosa in più.

Guardando il lato positivo della questione, la volontà di Fricional Games di voler lavorare a più progetti alla volta significa che vedremo più giochi di questo fantastico team.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

digital bros game academy

Digital Bros Game Academy terrà un talk alla MGW

Flammini 24 ottobre 1957

Diario del dott. Flammini 24 Ottobre 1957