Pandora Machines: Approfondimento e Intervista agli sviluppatori


Le Steam Machines non sono certo una novità, eppure Pandora ci ha conquistato fin da subito: si tratta di una macchina made in Italy compatibile con i giochi di Uplay, Steam e Origin, grazie alla sua enorme versatilità. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con l’ideatore del progetto, trovate l’intervista di seguito, oltre alle specifiche tecniche e ai dettagli su data di uscita e prezzo.
pandora
Specifiche tecniche
I produttori non hanno ancora rivelato le caratteristiche complete di Pandora, limitandosi a dire che la configurazione base supera di gran lunga la maggior parte delle specifiche minime richieste oggi dai moderni giochi per PC. Ci saranno varie configurazioni (almeno tre) capaci di supportare risoluzioni fino a 1080p e 60 fps.
Queste le caratteristiche diffuse fino a questo momento:
  • Sistema operativo con interfaccia personalizzata Pandora
  • XBMC Media Center
  • Connettività Ethernet
  • Hard Disk 500 GB SATA3 64 MB
  • Wi-Fi
  • 6 porte USB (4 USB 3.0)
  • Presa cuffie e microfono
  • Porta HDMI per il collegamento al televisore
Grazie al Media Center integrato, Pandora permette di riprodurre film e musica nei più diffusi formati, inoltre grazie al browser è possibile navigare liberamente su internet e sui principali social network. Tutte le periferiche come mouse e tastiere verranno riconosciute subito dal sistema operativo e potranno essere utilizzate senza particolari problemi.
1_110
Prezzo e data di uscita
L’azienda produttrice ha confermato la presenza di tre diverse versioni di Pandora: inizialmente sarà disponibile solo la Prime Edition, i preordini apriranno a fine luglio ad un prezzo non ancora annunciato. La confezione base includerà Pandora, un controller wireless, tastiera con trackball, cavo HDMi, cavo Mini USB, cavo di alimentazione e materiale informativo. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale del produttore, completamente in italiano.
Intervista gli sviluppatori

Cosa è e come è nato il progetto Pandora Machine?

  • Il progetto “Pandora Machine”, sviluppato dal nostro gruppo “Pandora Machine Project”, nasce con l’idea di creare un anello di congiunzione tra le due principali filosofie di gioco: quella del PC Gaming e quella delle Console. Chi preferisce il PC solitamente mira a una maggiore potenza di calcolo (considerando anche gli attuali standard qualitativi della “next gen”), alla scalabilità dell’aspetto grafico, o alla precisione del controllo mediante tastiera e mouse. D’altra parte chi sceglie la Console, punta invece a caratteristiche quali l’ingombro ridotto, la comodità e l’immediatezza, pur sacrificando qualcosa a livello tecnico. Da qui il concetto Pandora Machine: un sistema ottimizzato e performante, potente come un moderno Computer, compatto, silenzioso, comodo come una Console, ma soprattutto estremamente semplice da installare e utilizzare. Il nostro approccio nei confronti di Valve Corporation, con l’obbiettivo di integrare la famosa piattaforma digital delivery Steam, lo potremmo considerare un passo naturale.
La piattaforma sarà compatibile con Windows o sarà limitata all’uso di SteamOS? 
  • Nella prima versione della PANDORA MACHINE, la PRIME beta, non sarà presente SteamOS perchè ancora in fase di sviluppo da parte di Valve. La nostra soluzione presenta invece un CustomOS basato su Microsoft Windows 8.1 ampiamente personalizzato, che lavora in stretta simbiosi con la nostra Dashboard dedicata denominata “V.a.SO.//0.9”. Al momento non è prevista alcuna interazione col sistema Microsoft come tutti noi lo conosciamo, anche se stiamo progettando una funzionalità della dashboard, che in futuro potrebbe permettere una normale sessione di Windows 8.1 utilizzabile dall’utente. 
I titoli sviluppati per la piattaforma Microsoft saranno giocabili su Pandora Machine o sarà necessario attendere una versione per SteamOS?
  • Vista la natura del sistema, tutti i titoli sviluppati per piattaforma MS saranno pienamente compatibili col sistema PANDORA MACHINE. Di SteamOS se ne parlerà più avanti, lungo il percorso evolutivo della Prime o su una linea parallela, nel momento in cui sarà possibile affiancare il controller di Valve, altra condizione necessaria per poter parlare in via ufficiale di “Steam Machine”.
pandora-taglio-2

Di quali componenti hardware si avvale PM? Sarà disponibile in un’unica versione?

  • Abbiamo deciso di presentarci inizialmente con un’unica versione, la “PRIME”, una macchina piuttosto compatta, che si collega con soli 2 cavi (alimentazione e HDMI), costruita su una versione custom del case RVZ 01 di Raven, che permette di essere posizionato sia in orizzontale che in verticale. Gli aspetti di raffreddamento e silenziosità sono particolarmente curati, grazie alle prese d’aria e alle ventole da 120mm low profile con emissione massima di 18Db. Ciliegina sulla torta è la dotazione di un kit di filtri magnetici e lavabili per la protezione delle prese d’aria. Il sistema è basato su architettura Intel, con GPU AMD, 8GB Ram , HDD 500Gb 64Mb, WIFI integrato, supportato da un eccellente alimentatore interno. Selezione hardware in grado di garantire minimo i 60FPS a 720P, anche se abbiamo potuto constatare che spesso e volentieri lo standard dei 60FPS a 1080P è assolutamente alla portata. Sono già in fase di sviluppo altre versioni. Tramite queste, e con i futuri upgrade, la nostra idea è quella di “sollevare l’asticella” del livello minimo, tenendo ben salda la nostra filosofia del rapporto ideale tra prestazioni e prezzo fino al raggiungimento dei 1080P senza compromessi.
Saranno supportate risoluzione maggiori ai 1080p?
  • Se parliamo di 4K, al momento no. Per quanto riguarda il futuro, il progetto prevede un’evoluzione che porterà PANDORA MACHINE a soddisfare qualsiasi esigenza, anche se nel rispetto della filosofia del “giusto” rapporto tra prestazioni e prezzo.
Saranno compatibili altri controller oltre lo Steam Controller? 
  • Lo Steam controller (che come sappiamo è ancora in fase di sviluppo da parte di Valve) sarà supportato dalla nostra linea di Steam Machines. La PRIME verrà fornita con un Gamepad standard Xinput, con batteria ricaricabile, e una mini tastiera con trackball tutto senza filo e con una pregevole finitura “soft touch”. Tutti gli altri dispositivi di questo tipo sono supportati, come anche, per la gioia dei classici PC Gamer, la combinazione classica di mouse e tastiera. In genere gli altri dispositivi di gioco sono automaticamente riconosciuti e resi disponibili all’uso. Nel caso in cui dovessero richiedere una particolare gestione (volanti con FF o elaborate gaming keyb), alcune funzionalità potrebbero venire meno. Sottolineiamo che la macchina parte con una configurazione altamente performante a livello hardware e offre un supporto software di ottimo livello fin da subito, con un percorso evolutivo che sarà condiviso per quanto possibile con gli utenti, sin dalla beta. In questo modo la raccolta di feedback, idee o suggerimenti, ci aiuterà nello sviluppo delle future funzionalità delle nostre macchine. La possibilità di implementazioni “in corsa”, col rilascio di continui aggiornamenti, ci permetterà fra le altre cose, di venire incontro ad ogni esigenza di controllo.
gamepad3
Quali formati multimediali sono supportati dalla piattaforma?  
  • Integrata all’interno del sistema PM è presente una versione customizzata del potentissimo XBMC, grazie al quale saranno supportati praticamente tutti i formati e tramite il quale sarà possibile la costruzione di una propria libreria multimediale. 
Quando sarà disponibile per la spedizione una prima versione di Pandora Machine?
  • Le spedizioni della PRIME beta Edition inizieranno a Settembre.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Oddworld: New ‘n’ Tasty – Video Recensione

Digimon Story Cyber Sleuth, nuovo trailer