The Last of Us Remastered – Video Recensione


Recensione a cura di Giulia Ambrosini e Danilo Neve


L’avventura dei due protagonisti Joel ed Ellie inizia vent’anni dopo lo scoppio di una terribile epidemia che ha stravolto le città e le regole del vivere civile. L’esercito controlla le città ed impone regole severe a cui i sopravvissuti devono sottostare. D’atra parte abbiamo la fazione delle Luci: un gruppo organizzato di ribelli che si oppone alla dittatura imposta dall’esercito in nome di una libera associazione per garantire la sopravvivenza del genere umano. La piccola Ellie è nata e cresciuta nella zona di quarantena di Boston e non ha mai conosciuto il mondo prima che fosse gettato nella disperazione. Le Luci desiderano che Ellie venga liberata e condotta da loro e per farlo ingaggiano Joel, un contrabbandiere sopravvissuto che si occupa personalmente di portare dentro e fuori dal territorio di quarantena la merce richiesta. The Last Of Us non racconta solo il viaggio intrapreso dai due protagonisti attraverso gli Stati Uniti, ma tocca ripetutamente temi profondi legati alla natura umana, i suoi valori e disvalori, le paure e le debolezze che in un mondo privo di pietà emergono con una forza dirompente.

UN’EDIZIONE RICCA DI CONTENUTI

La profondità della trama, accostata ad un gameplay che fonde perfettamente le meccaniche del genere Survival con scene di azione spettacolari ha determinato il successo del titolo. Sono ancora pochi i possessori di PlayStation 3 che non lo hanno potuto provare, o hanno atteso volutamente la versione rimasterizzata del gioco per poter godere appieno del capolavoro sviluppato da Naughty Dog. La Remastered di The Last of Us include diversi contenuti: in primis il gioco rimasterizzato in 1080p con 60 fps sia nella campagna che nel multigiocatore, con la possibilità di scegliere di bloccare i frame a 30 per continuare a giocare con la fluidità classica. Questa opzione permette di risparmiare parte delle risorse per migliorare ulteriormente le ombre. Con entrambe le impostazioni il framerate risulta molto stabile. Sono inclusi poi i DLC “Left Behind” per la campagna e per il multiplayer i pacchetti “Territori abbandonati” e il Bundle RealismoTra gli altri contenuti aggiuntivi disponibili al Day One vi sono il “Making of” del gioco e il commento aggiuntivo nelle Cut-Scene di Neil Druckmann, Troy Baler e Ashley Johnson. Infine sempre attraverso una patch disponibile al Day One verrà aggiunta anche la modalità Photo, con cui sarà possibile immortalare ogni momento del gioco scegliendo l’inquadratura, lo zoom, i filtri ed altri elementi per personalizzare lo scatto da condividere con la community.

THE LAST OF US TORNA PIU’ IN FORMA DI PRIMA

Il vero punto di forza di questa edizione rimasterizzata consiste comunque nel comparto tecnico del titolo che ha subito numerosi miglioramenti. Gli effetti particellari sono ora in alta risoluzione. Le texture dell’ambiente sono definite il quadruplo rispetto alla versione originale mentre le renderizzazione delle ombre è stata migliorata del doppio. E’ stato aggiunto il filtro per l’occlusione ambientale, è migliorata la messa a fuoco degli elementi in lontananza ed è aumentato il livello di dettaglio. Infine è assente l’effetto di texture streaming, ossia il caricamento delle texture in fase di gioco che spesso comporta ritardi. E’ stato inoltre aggiunto un menù dedicato alla personalizzazione dell’uscita audio, che offre davvero numerose possibilità per gestire il proprio impianto regolando le preferenze per i canali, lo speaker centrale, il range dinamico e l’inclinazione delle casse frontali e posteriori rispetto al giocatore. Infine parlando delle feature specifiche di PS4, ricordiamo che il led del Dualshock 4 si illlumina di rosso quando stiamo per morire e le casse integrate riproducono alcuni rumori come l’accensione della torcia. Sfortunatamente The Last of Us Remastered non dispone del Cross Buy, quindi chi ha già acquistato la versione originale non possiede la licenza per la versione PS4. Il multiplayer inoltre non è Cross Platform perché le numerose differenze tra le due versioni porterebbero degli svantaggi per chi gioca su PlayStation 3.

CONCLUSIONE

La versione rimasterizzata di The Last of Us offre ai giocatori la possibilità di fruire di un’esperienza completa, avvincente e migliorata sotto l’aspetto grafico. Sono inoltre previsti ancora dei DLC, in uscita sia sulla versione PS3 sia per la Remastered che garantiranno quindi ancora una buona longevità. Consigliamo il titolo anche alla luce della riduzione di prezzo che è stata apportata a seguito delle critiche degli utenti. Il prezzo di lancio infatti è di 49,90 euro e va considerata un po’ come una edizione GOTY del gioco.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

The Crew CLOSED BETA PC – Hands On

Pac-Man e le avventure mostruose 2, data di uscita per l’Italia annunciata