HOME » news

Plants Vs. Zombies: Garden Warfare PC – Recensione


Recensione a cura di Giulia Ambrosini
Plants Vs. Zombies: Garden Warfare, uscito in esclusiva temporale su Xbox One e Xbox 360 a Febbraio 2014 approda finalmente anche su PC. Il titolo si conferma come un ottimo esperimento fatto dai ragazzi di PopCap, forti del successo del Tower Defense omonimo uscito su mobile. Gardfen Warfare rivisita alcuni dei personaggi vegetali e zombeschi del titolo e li trasferisce sul campo di battaglia per creare uno shooter esilarante dalle ottime meccaniche e dal divertimento assicurato. 

UNA GUERRA TRA TOMBE E GIARDINI

Il titolo nella sua versione PC rimane sostanzialmente invariato per quanto concerne le meccaniche di gioco, le modalità e i personaggi. Abbiamo ancora a disposizione diverse classi sia per le piante sia per gli zombie, ciascuna delle quali possiede delle specifiche abilità sbloccabili con i punti esperienza. Nel corso di questi mesi sono stati rilasciati tre dei quattro pacchetti aggiuntivi promessi da PopCap su Xbox.  Su PC il titolo arriva già provvisto dei primi 2 mentre il terzo, intitolato “Tactical Taco Party”, sarà disponibile a partire dall’8 luglio su Origin. Uno dei punti di forza di Plants Vs. Zombies è proprio la presenza di contenuti aggiuntivi gratuiti, che compensano il prezzo iniziale del titolo non proprio bassissimo. Il gioco su PC è disponibile in due versioni: quella base a 29,90 euro, oppure la versione Deluxe da 34,90 che include già in partenza 150.000 monete e diversi pacchetti di elementi per la personalizzazione. Nonostante la presenza della versione Deluxe, Plants Vs. Zombies resta comunque lontano da ogni tentativo di furto ai danni del giocatore in quanto è possibile ottenere le monete e gli altri contenuti sbloccandoli. Oltre ad un gran numero di nuove abilità e varianti per ciascuna classe, i DLC rilasciati aggiungono anche una modalità nuova chiamata Gnomba (in cui le due squadre devono cercare di innescare la bomba-gnomo nella base nemica) e alcune mappe specifiche. Complessivamente le modalità di gioco non sono molte, ma ciascuna offre il giusto livello di divertimento e permette di spaziare dal competitive dinamico a modalità più strategiche e cooperative come “Operazione Giardino” o la modalità “Tombe e Giardini” in cui i giocatori si dividono in due squadre, rispettivamente Piante e Zombie e a turni devono difendere e poi attaccare la base. Garden Warfare ha riscosso un discreto successo; ciò è dimostrato dalla presenza numerosa dei giocatori sui server che finora sulla controparte console si sono dimostrati all’altezza. Lo stesso sembra valere su PC, dove le partite si trovano con grande facilità e a parte alcuni sporadici fenomeni di lag l’esperienza di gioco risulta molto avvincente.


UNO STILE INCONFONDIBILE

La versione PC di Garden Warfare rimane vicina a quella già uscita su console anche per quanto riguarda il comparto grafico. Naturalmente qui abbiamo la possibilità di perfezionare qualche filtro e di aumentare al livello Ultra le impostazioni, opzione che peraltro garantisce comunque un framerate molto elevato e stabile. Alcuni piccoli dettagli tuttavia ci hanno fatto capire che il lavoro di ottimizzazione è stato realizzato senza tenere conto di alcune specifiche features per Nvidia, come l’HBAO+ che non è presente. Va segnalato inoltre quello che potrebbe essere un problema di compatibilità con schede grafiche in Sli o a doppia GPU come la GTX 690, modello con cui è stata effettuata la nostra prova. Il gioco ha presentato evidenti problemi di framerate anche con le impostazioni su Medio-Basso. Resta da capire se con il prossimo aggiornamento di Nvidia verrà inserito il profilo Sli per questo titolo in modo da sfruttare al massimo queste particolari schede. Dettagli tecnici a parte, Graden Warfare si presenta con uno stile grafico dai toni cartoon molto colorati e gradevoli, con una resa ottima in particolare su PC a 1080p grazie al motore grafico Frostbyte 3. Le texture e la modellazione poligonale sono molto buone e nulla è lasciato al caso e le mappe offrono una buona varietà anche visivamente.


CONCLUSIONE

Plants Vs. Zombies: Garden Warfare è un divertente shooter in terza persona forte di un’ironia che saprà affascinarvi e divertirvi. Il titolo non introduce novità sostanziali rispetto ai compagni di genere, ma riesce a distinguersi per il suo stile grafico unico e la simpatia dei suoi personaggi. Consigliamo il titolo nella sua versione base, che ci sembra perfetta anche in termini di costi, per chi non ha ancora avuto modo di giocarci. Chi invece volesse spendere qualcosa in più per partire con dei contenuti già interessanti da spulciare troverebbe comunque soddisfazione nella scelta. Cosa aspettate allora? Preparatevi alla spietata guerra tra Piante e Zombie!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Thief 2 è stato cancellato?

The Sims 4 Pc: download, data di uscita, requisiti, prezzo e trailer