FIFA 15: First Look e Intervista


A cura di Raffaele Gomiero


Siamo quasi in periodo di mondiali e per saziare la nostra (e vostra) fame di calcio abbiamo deciso di andare a dare un’occhiata alla primissima uscita ufficiale di sua maestà FIFA 15 che nel suo primissimo tour di presentazione previsto da Elettronic Arts ha potuto contare sulla presenza di Nick Channon e Sebastian Enrique, producer del titolo. Prima di inizare la presentazione Nick ha precisato subito che i fan e la community di FIFA in generale hanno avuto un ruolo fondamentale perchè alcune caratteristiche di nuova introduzione sono state realizzate proprio su loro richiesta. 
fifa-mondiali

Emotional Intelligence


In FIFA 15 ogni giocatore vivrà di emozioni proprie che andranno a variare in tempo reale in base ad ogni singola situazione di gioco e alle reazioni di compagni e avversari tra cui il principale sarà il diretto marcatore. Ci saranno comportamenti positivi, come ad esempio può capitare che durante un’azione particolarmente efficace ma senza una conclusione in porta qualche giocatore di sua spontanea volontà applaudirà la prestazione dei propri compagni, in opposto durante una serie di contrasti particolarmente duri da parte del proprio marcatore un giocatore reagisca in maniera brutale facendo anche lui un pesante fallo nel momento in cui la CPU prende il controllo del giocatore valutando che in quella particolare situazione dopo molti falli subiti nervi e sangue freddo cedano in favore della rabbia, anche se da parte nostra ci sarebbe l’intenzione di un semplice tentativo di rubare palla. È stata inserita anche la possibilità che il portiere a causa della tensione di una particolare situazione di gioco compia delle papere facendosi sfuggire la palla, o peggio, facendola finire in rete, e questo influirà non poco sulla tensione che avremo ogni volta che il portiere subisca una pressione da parte degli avversari, esattamente come ella realtà. Questo inserimento e un’arma a doppio taglio visto che in quel caso si prenderebbe un gol essendo impossibilitati ad di pericolo. Sarà stata una buona idea? Verrà mantenuto ai tornei internazionali? Lo vedremo nel tempo. 

Dynamic Match Presentation

Gli stadi sono molti ma tutti con una cosa in comune; sono molto piatti a livello di pubblico, ed in alcuni caso e un peccato perché la coreografie degli stadi veri sono assoluti capolavori. Capolavori che (anche se in minima parte) in FIFA 15 non andranno persi perché il pubblico sarà parte integrante del match con il suo tifo e le sue spettacolari coreografie tutte da godere.

Highlights del match

Che era già presente e vero, ma questo volta sarà realizzato con musiche e angolazioni di camera esattamente come se fosse un servizio di Sky, così da godersi a fine partita i momenti più belli resi veramente al massimo.

10 player celebration

I gol sono un momento di festeggiamento e in FIFA 15 sarà l’intera squadra a festeggiarlo e non solamente il singolo giocatore. Questo darà via anche a grandi ammucchiate, congratulazioni particolarmente concitate e altri gesti d affetto che da anni siamo abituati a vedere solamente allo stadio vero. Se ne poteva fare a meno? Sicuramente, però il fatto che ci siano male non fa.


Anche per questo FIFA tutta la grafica è stata rivista e corretta facendo largo suo di nuova fisica, nuovi modelli grafici dei giocatori, dettagli ancora più realistici e un campo di gioco veramente vivo. Già perchè oltre al pubblico anche l’erba dello stadio non sarà sempre uguale e varierà a seconda del vento, dell’impatto con le scarpe dei giocatori e così via. Stesso discorso per la rete della porta. Come già detto i giocatori sono stati riprodotti in maniera ancora più fedele alla realtà, migliorando ancora di più volto, spalle e colore della pelle. Inoltre è stata presa i considerazione anche la direzione della luce naturale e quella dei fari da stadio, così da illuminare il volto in tempo reale.

fifa-mondiali_1

Unrivaled intelligence

Tutti i giocatori non controllati avranno ancora più iniziativa a livello di I.A.  considerano ogni singola situazione di gioco e decidendo in autonomia come reagire di conseguenza, ad esempio con uno scatto dopo un passaggio in area avversaria nel tentativo di cogliere di sorpresa la difesa e cercare una situazione di attacco favorevole, un raddoppio di marcatura in difesa o altre strategie verranno messe in pratica dai giocatori anche in situazioni di emergenza aggiungendo ancora più realismo ad ogni azione.

Player control

Anche l’agilità dei giocatori ha subito una bella raddrizzata. In FIFA 15 anche i movimenti più rapidi come il cambio di direzione e i vari giochetti sono stati resi fedelissimi alla realtà in termini di movimenti del corpo del giocatore. Stesso discorso per i contrasti, resi più realistici da piccole aggiunte come il contrasto con la spalla allo scopo di far perdere l’equilibrio a un giocatore. Importantissima l’introduzione del un touch dribbling, che altro non è che il dribbling in corsa, aggiunta che troverà la perfetta integrazione nello stile di gioco di ognuno di noi. Quante volte è capitato di vedere durante una partita vera i vari messi o Ronaldo che dopo una corsa pazzesca dove riuscivano contemporaneamente a gestire la palla nei tentativi di contrasto degli avversari arrivavano a segnare? Bene potrete farlo anche voi. Più fedeltà nei contatti tra giocatori, nel controllo della palla e sopratutto nella fisica di quest’ultima, tutte cose che ci si aspettava visto che le migliorano di anno in anno, ma che in ogni caso per tranquillità è sempre meglio ricordare. Anche l’uno contro uno è stato ripreso in considerazione, non sarà raro vedere spallate, scivolate aggressive o qualche contattino sleale,stesso discorso dicasi per le fasi difensive dove potrà capitare che qualche difensore particolarmente aggressivo entri in maniera decisa, questo ovviamente va a collegarsi sulle reazioni emotive di cui abbiamo parlato prima.


fifa-14-xbox-one

Abbiamo avuto occasione anche di fare due chiacchiere di approfondimento con Enrique che molto gentilmente si è concesso ad alcuno nostre domande.

Ciao Enrique, prima domanda: Ci sono stati dei consigli dei fan che avete scartato? Se si perché?

  • Tra i moltissimi consigli che ci sono arrivati siamo stati costretti a scartarne purtroppo un numero elevato, anche se ci sarebbe piaciuto molto inserirne di più ma che per svariati motivi non ci siamo proprio riusciti. Alcuni sono stati l’introduzione del calcio femminile e i comandi manuali per determinate azioni.

La parte più difficile da sviluppare?

  • Quella delle Emotions, le situazioni cambiano sempre e non è stao facile creare un qualcosa che le valuti in tempo reale con la fedeltà necessaria. Per fortun aci siamo riusciti. Anche le animazioni dei giocatori sono state catturate un sacco di volte.

Avete chiesto consulenza a qualche calciatore o addetto ai lavori del settore?

  • No abbiamo semplicemente analizzato, molte, moltissime partite, studiando ogni situazione di gioco inusuale o particolare. 

Di DLC aggiuntivi, versioni per Wii U e Ultimate Team purtroppo Enrique non ci ha potuto dire niente però è facile prevedere che qualcosa scopriremo nei prossimi tour. 


Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

The Last of Us – Recensione DLC Realismo

E3 2014: Inside annunciato per il 2015