DriveClub, la versione per PS Plus non sarà gratuita per sempre


L’iniziativa commerciale su DriveClub rischia di ritorcersi contro la stessa Sony. Ieri è stata finalmente resa nota l’offerta che permetterà agli utenti PlayStation Plus di scaricare gratuitamente DriveClub, e subito, come da tradizione, si sono scatenate le polemiche.

driveclub_gratis

Riassumiamo: la versione gratuita, come detto in precedenza, non sarà una demo, ma sarà solo una versione limitata che servirà per permettere la diffusione del gioco in maniera più rapida, ed anche per far iscrivere sempre più persone al programma PlayStation Plus. In questa versione saranno disponibili 10 macchine su 50 totali; 11 circuiti su 55, ed una sola nazione, l’India, sulle 5 del gioco definitivo. Inoltre gli utenti PS Plus possono decidere di passare dalla versione gratuita a quella definitiva pagando 49,99 dollari anziché i 64,90 degli altri.

Ma qui cominciano i guai. Secondo l’aggiornamento di Sony infatti, questa versione gratuita non lo sarà per sempre, ma solo per gli utenti che restano nel programma PlayStation Plus. Facciamo un esempio. Oggi io, utente PS Plus, scarico gratuitamente DriveClub. Domani mi scade l’abbonamento e decido di non rinnovarlo: non posso più giocare a DriveClub. Ma non solo. Se io oggi ho acquistato la versione definitiva da abbonato, ho risparmiato 15 euro (o dollari). Se domani non rinnovo l’abbonamento, quei soldi che ho risparmiato li devo pagare, altrimenti non potrò più giocare a DriveClub. Potete immaginare il putiferio che si è scatenato sul blog ufficiale di PlayStation. Vedremo come verrà risolta la questione.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Kirby Triple Deluxe, lo spot italiano

E3 2014 data e orari della conferenza