Final Fantasy X/X2 HD Remaster – Recensione


Final Fantasy X, uscito nel 2001 su PlayStation 2, è sicuramente uno dei giochi più apprezzati della serie targata Square-Enix. All’epoca dell’uscita il titolo ha riscosso un enorme successo grazie alle meccaniche di gameplay innovative e all’aspetto grafico rivoluzionario per l’epoca, capace di sfruttare le enormi potenzialità della console Sony.
Meno bene è andata a Final Fantasy X-2, uno spin-off uscito nel 2003 che non ha riscosso il successo sperato, venendo ampiamente criticato dal pubblico e dalla stampa per motivi che elencheremo tra poco. Oggi il publisher nipponico propone questi due titoli in un unico cofanetto, con entrambi gli episodi rimasterizzati in HD. L’operazione nostalgia ha funzionato? Scopriamolo insieme.
Doppio gioco, doppio divertimento
Final Fantasy X può essere considerato l’ultimo episodio “classico” della serie. Dai capitoli successivi infatti Square-Enix ha sempre provato a rinnovare le meccaniche di gameplay nel tentativo di conquistare un pubblico sempre maggiore: addirittura Final Fantasy XI è un MMO a tutti gli effetti. Final Dantasy X di fatto è anche l’ultimo titolo (prima dell’abbandono) realizzato da Yoshinori Kitase e Hironobu Sakaguchi, poi allontanato dalla società a causa del flop commerciale del film di Final Fantasy. I giocatori amano Final Fantasy X e ancora oggi riservano lodi sperticate al gioco. Lo spin-off X-2 invece è sempre stato malvisto a causa di una sceneggiatura confusionaria e una trama piena di buchi, oltre ad un gameplay zoppicante, basato in larga parte sui minigiochi. E poi, parliamoci chiaro, non ci sono brani di Nobuo Uematsu nella colonna sonora…
L’offerta di Square-Enix propone i due giochi originali (con grafica in HD), da citare però la presenza di contenuti assolutamente inediti in occidente, com la Last Mission di Final Fantasy X-2, il breve cortometraggio Eternal Calm e il Creature Creator, tool che permette di catturare diversi mostri e sconfiggerli all’interno di un’arena. Vi ricorda qualcosa? Esatto…. Il richiamo a Monster Hunter e Pokemon è fortissimo. Entrambi i titoli supportano il cross-save, questo vuol dire che è possibile giocare sia su PS3 che su PSVita e importare i propri salvataggi: purtroppo il cross-buy non è supportato, se vogliamo giocare su entrambe le console dovremo necessariamente pagare i giochi separatamente. Certamente però il prezzo è molto contenuto (39,99 euro) e invoglia sicuramente all’acquisto.
Tecnicamente parlando
Inutile parlare dei due giochi (sicuramente li conoscete tutti), ci concentriamo invece sul comparto tecnico. Final Fantasy X è ancora oggi un gioco estremamente valido, seppur a tratti estremamente ripetitivo: certe meccaniche di gameplay sarebbero perfette anche oggi. Da questo punto di vista nulla è cambiato, il gioco è esattamente lo stesso uscito ben 13 anni fa. Gli sviluppatori hanno lavorato esclusivamente sull’aspetto tecnico, svolgendo un lavoro discreto, ma non eccezionale, purtroppo. I modelli poligonali sono ben realizzati ma troppo legnosi e animati in maniera scattosa, in particolar modo quando si tratta dei personaggi secondari. Le ambientazioni invece sono state enormemente migliorate e risultano ora più ricche di dettagli.
La grafica è stata completamente ridisegnata in 1080p e il motore risulta ottimizzato alla perfezione, senza particolari problemi o rallentamenti di sorta. Si nota la qualità posta da Square-Enix nella realizzazione di questi remake, a differenza di altri porting, in questo caso è stato svolto un lavoro certosino. Lo stesso discorso, purtroppo, non può essere fatto per le sequenze animate, che risultano quasi peggiori delle originali: sfuocate e sgranate senza un apparente motivo.
Notevoli le musiche (remixate), peccato solamente per l’audio fuori sincro con il labiale dei personaggi, un effetto veramente sgradevole. Tutti i dialoghi sono in inglese, con sottotitoli in italiano scritti da zero per essere leggibili sui televisori in alta definizione. Unica pecca… manca purtroppo qualsiasi opzione per abilitare l’audio in giapponese, un vero peccato.
Conclusioni
Final Fantasy X/X2 HD Remaster è una collection meritevole di acquisto, considerando anche il prezzo budget pari a 39,99 euro. Non si tratta certo del miglior porting di tutti i tempi, ma stiamo parlando di due classici senza tempo, riproposti in versione HD, seppur con qualche piccola sbavatura tecnica. Il bundle, ricordiamolo, è disponibile sia su PlayStation 3 che su PlayStation Vita: è anche possibile importare i salvataggi tra le due versioni.
Final Fantasy X è ancora oggi migliore di tanti JRPG giunti sul mercato in anni recenti, Final Fantasy X2 è indubbiamente più “debole” del suo predecessore ma comunque estremamente valido, sicuramente un titolo meritevole per tutti gli appassionati della saga. In definitiva, un buon modo di passare il tempo in attesa di mettere le mani su Final Fantasy XV.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Guida Dark Souls 2 – Guida ai Miracoli [MAESTRO DEI MIRACOLI]

Oddworld: New ‘n’ Tasty ha in mano il futuro della saga