HOME » news

Earth Defense Force 2025 – Recensione


Namco-Bandai continua ad investire sulle console di “vecchia generazione”, non solo con titoli free to play (Ace Combat Infinity, Tekken Revolution, Soulcalibur Lost Swords) ma anche con produzioni di alto livello come Saint Seiya: Brave Soldiers e Naruto Ultimate Ninja Storm Revolution.

Questo Earth Defense Force 2025 si inserisce in un filone decisamente particolare, quello degli sparatutto in terza persona adrenalinici e frenetici, un gioco dal gusto e dallo stile giapponese, in tutto e per tutto. Ve lo diciamo subito, Earth Defense Force 2025 non è propriamente un capolavoro ma il titolo piacerà sicuramente agli amanti dei giochi retrò.

Ultimatum alla terra
Earth Defense Force 2025 è il sequel di Earth Defense Force 2017, uscito nel 2007. La trama è sicuramente banale, siamo al comando di un gruppo di soldati che deve sventare una pericolosissima invasione aliena. La trama si riallaccia agli eventi narrati in Earth Defense Force 2017, la storia è ambientata otto anni dopo, gli alieni si sono evoluti e sono tornati per invadere il pianeta con creature ancora più spaventose, tra cui Retiarius, un gigantesco ragno meccnico.

Come potete capire, niente che faccia strappare i capelli, di sicuro la trama del gioco non vincerà un premio oscar. Tuttavia Earth Defense Force presenta un gameplay decisamente interessante, con una campagna solida (ma non brillantissima) e un multiplayer co-op e PVP ben studiato.

Spara tu che sparo anche io
Come abbiamo detto poco sopra, Earth Defense Force 2025 è uno sparatutto in terza persona, il giocatore controlla un soldato dell’EDF armato fino ai denti. Proprio le armi sono uno dei punti di forza del gioco, troveremo infatti pistole, fucili da cecchino, lancia granate e in alcuni livelli sarà possibile mettersi alla guida di carri armati e altri veicoli di stampo militare. All’inizio di ogni missione potremo portare con noi solamente due armi, questo valore è destinato a crescere nel tempo, inoltre sarà possibile potenziare il nostro armamentario per renderlo ancora più potente e distruttivo. La componente RPG è limitata e i valori di crescita decisamente minimi, non aspettatevi un titolo particolarmente complesso in questo senso.
Il gameplay, come accennato, si rivela decisamente classico, ancorato a meccaniche vecchia scuola che hanno portato al successo titoli come Sin & Punishment. Un gameplay che potrebbe trovare pochi consensi al giorno d’oggi, oltretutto le missioni si rivelano estremamente difficili e complesse da portare a termine, ogni livello richiede una notevole dose di pazienza per essere portato a termine e spesso sarà necessario ripetere più e più volte gli stessi stage prima di completarli. In tutto il gioco presenta cinque livelli di difficoltà: facile, normale, difficile, super difficile e inferno. Già al secondo livello di difficoltà le cose si fanno parecchio complicate, vi consigliamo quindi di non esagerare, se non siete propriamente esperti.
Il problema principale di Earth Defense Force 2025 è il suo scarso appeal, il gameplay infatti si rivela estremamente ripetitivo dopo poche partite e la trama banale certo non aiuta a proseguire nell’avventura. I boss di fine livello si rivelano incredibilmente tosti, esattamente come nei “giochi di una volta”. Non vogliamo fare i nostalgici, ma è indubbio come Earth Defence Force 2025 non sia propriamente un titolo per tutti.
La campagna vi porterà via circa una decina di ore per essere completata, inoltre è presente il multiplayer PVP e co-op. Noi vi consigliamo di affrontare l’avventura in compagnia di un amico, in questo caso infatti il gioco risulterà sicuramente più divertente, anche se la ripetitività purtroppo è difficile da eliminare.
Tecnicamente parlando
Purtroppo a livello tecnico dobbiamo segnalare numerosi problemi. L’aspetto grafico è indubbiamente datato, con modelli poligonali poverissimi e texture di scarso livello, oltre ad ambientazioni mediocri e povere di dettagli. Purtroppo, oltre a questo, si segnalano problemi di clipping e pop-up, con interi edifici che appaiono e scompaiono magicamente. Si poteva (e si doveva) fare decisamente di più sotto il profilo estetico, si nota inoltre un certo rumore di fondo che rende le immagini granulose e assai poco pulite, un vero peccato.
Il comparto audio si compone di musiche rock di buon livello ed effetti sonori sinceramente imbarazzanti, come i motori dei carri armati e le esplosioni, con suoni riciclati dall’epoca PlayStation One. Tutti i testi a schermo sono in lingua inglese. Piccoli problemi anche con i controlli, che spesso si rivelano imprecisi, speriamo che gli sviluppatori si decidano a rilasciare una patch, anche se la cosa appare poco probabile. Segnaliamo anche caricamenti piuttosto lunghi, almeno nell’edizione digitale per PlayStation 3.
Conclusioni
Earth Defense Force 2025 è un titolo molto sui generis, impossibile consigliarlo a tutti, anche gli appassionati del genere dovranno prestare molta attenzione a questo titolo. In single player la noia inizia a farla da padrone in poche ore, mentre in multiplayer co-op le cose migliorano leggermente.
Impossibile non citare i numerosi problemi tecnici e strutturali del gioco, un titolo concettualmente e tecnicamente datato, ch arriva certamente in ritardo sulla tabella di marcia. Il prezzo budget potrebbe convincere i più scettici, noi vi consigliamo di acquistarlo solamente se avete un amico a disposizione per il multiplayer cooperativo.

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

GTA non diventerà una serie a cadenza annuale

Kingdom Come: Deliverance annunciato su PS4 e Xbox One