HOME » news

Emeric Thoa: FURI non avrà nessun sequel

emeric thoa furi non avrà mai un sequel

Tra i vari giochi indie usciti nel 2016, FURI occupa un posto speciale. Il titolo, sviluppato dallo studio The Game Bakers e uscito su Playstation 4 e, successivamente, anche sulle altre piattaforme, è stato accolto con enorme favore sia dalla critica che dal pubblico. Sono stati in molti a chiedersi se un videogame tanto riuscito avrebbe mai ricevuto un sequel. La risposta a questa domanda è stata data da Emeric Thoa in persona, co-fondatore di The Game Bakers insieme ad Audrey Leprince, nonché director del gioco. Stando alle sue parole, i gamer dovranno mettersi l’animo in pace: FURI non avrà mai un sequel.

Emeric Thoa: FURI è stato pensato come un unico capitolo

emeric thoa furi non avrà mai un sequel
Il vero fulcro di FURI: le boss fight.

Volendo spiegare in poche parole cosa sia FURI, potremmo definirlo come un gioco d’azione, con meccaniche sia da hack and slash che da shooter game. Sin dalla sua uscita, in molti hanno accostato il titolo alla serie dei Souls, con cui però, occorre sottolineare, al di là di alcune vaghe somiglianze, ha ben poco da spartire. Una delle caratteristiche peculiari del gioco consiste nelle boss fight. Così come accadeva in Shadow of the Colossus, anche in FURI gli unici nemici con cui potremo scontrarci saranno i boss di fine livello. I nove combattimenti, più un decimo bonus, rappresenteranno i vari step verso la libertà del nostro misterioso protagonista.

Nella giornata di oggi è arrivata una doccia fredda per tutti i fan del gioco. Intervistato da Dual Shockers, Emeric Thoa ha confermato quello che in molti già sospettavano: non è in programma alcun sequel di FURI. Stando alle parole di Thoa, il videogame fu pensato per essere un gioco standalone, e rimarrà così.

“FURI è stato progettato per essere un gioco standalone, e così rimarrà. La sua storia, il suo universo, tutto era stato concepito per un unico capitolo e non per eventuali sequel, dobbiamo tenere duro e confermare la nostra idea. Come sviluppatore, è nostro dovere continuare a sorprendere le persone.”

Emeric Thoa: una scelta coerente

Uscito il 5 Luglio 2016 per Playstation 4 e PC ed il 2 Dicembre per Xbox One, FURI ha totalizzato oltre 3 milioni di download, confermandosi come uno degli indie game più riusciti del 2016. Normalmente questi numeri porterebbero dritti ad un sequel, ma non è questo il caso. In un’industria che preferisce percorre strade già battute, riesumando spesso vecchi franchise, piuttosto che creare nuove IP, la scelta di Thoa è da apprezzare per la coerenza dimostrata.

Tuttavia, a questo punto la domanda sorge spontanea: se non stanno lavorando ad un sequel di FURI, che cosa bolle nella pentola di The Game Bakers? Ovviamente Thoa non si è sbottonato, ma ha detto che ci sarà un annuncio in merito, probabilmente già quest’anno.

Ricordiamo ai nostri lettori che FURI è disponibile per Playstation 4, Xbox One e PC. Se invece desiderate avere dei contenuti bonus, date uno sguardo alla Definitive Edition, disponibile per PS4.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Dissidia Final Fantasy NT: arriva Ultimecia

Utawarerumono: Mask of Truth è finalmente disponibile