Emeric Thoa: FURI non avrà nessun sequel

emeric thoa furi non avrà mai un sequel

Tra i vari giochi indie usciti nel 2016, FURI occupa un posto speciale. Il titolo, sviluppato dallo studio The Game Bakers e uscito su Playstation 4 e, successivamente, anche sulle altre piattaforme, è stato accolto con enorme favore sia dalla critica che dal pubblico. Sono stati in molti a chiedersi se un videogame tanto riuscito avrebbe mai ricevuto un sequel. La risposta a questa domanda è stata data da Emeric Thoa in persona, co-fondatore di The Game Bakers insieme ad Audrey Leprince, nonché director del gioco. Stando alle sue parole, i gamer dovranno mettersi l’animo in pace: FURI non avrà mai un sequel.

Emeric Thoa: FURI è stato pensato come un unico capitolo

emeric thoa furi non avrà mai un sequel
Il vero fulcro di FURI: le boss fight.

Volendo spiegare in poche parole cosa sia FURI, potremmo definirlo come un gioco d’azione, con meccaniche sia da hack and slash che da shooter game. Sin dalla sua uscita, in molti hanno accostato il titolo alla serie dei Souls, con cui però, occorre sottolineare, al di là di alcune vaghe somiglianze, ha ben poco da spartire. Una delle caratteristiche peculiari del gioco consiste nelle boss fight. Così come accadeva in Shadow of the Colossus, anche in FURI gli unici nemici con cui potremo scontrarci saranno i boss di fine livello. I nove combattimenti, più un decimo bonus, rappresenteranno i vari step verso la libertà del nostro misterioso protagonista.

Nella giornata di oggi è arrivata una doccia fredda per tutti i fan del gioco. Intervistato da Dual Shockers, Emeric Thoa ha confermato quello che in molti già sospettavano: non è in programma alcun sequel di FURI. Stando alle parole di Thoa, il videogame fu pensato per essere un gioco standalone, e rimarrà così.

“FURI è stato progettato per essere un gioco standalone, e così rimarrà. La sua storia, il suo universo, tutto era stato concepito per un unico capitolo e non per eventuali sequel, dobbiamo tenere duro e confermare la nostra idea. Come sviluppatore, è nostro dovere continuare a sorprendere le persone.”

Emeric Thoa: una scelta coerente

Uscito il 5 Luglio 2016 per Playstation 4 e PC ed il 2 Dicembre per Xbox One, FURI ha totalizzato oltre 3 milioni di download, confermandosi come uno degli indie game più riusciti del 2016. Normalmente questi numeri porterebbero dritti ad un sequel, ma non è questo il caso. In un’industria che preferisce percorre strade già battute, riesumando spesso vecchi franchise, piuttosto che creare nuove IP, la scelta di Thoa è da apprezzare per la coerenza dimostrata.

Tuttavia, a questo punto la domanda sorge spontanea: se non stanno lavorando ad un sequel di FURI, che cosa bolle nella pentola di The Game Bakers? Ovviamente Thoa non si è sbottonato, ma ha detto che ci sarà un annuncio in merito, probabilmente già quest’anno.

Ricordiamo ai nostri lettori che FURI è disponibile per Playstation 4, Xbox One e PC. Se invece desiderate avere dei contenuti bonus, date uno sguardo alla Definitive Edition, disponibile per PS4.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Dissidia Final Fantasy NT: arriva Ultimecia

Utawarerumono: Mask of Truth è finalmente disponibile