Xbox One – video unboxing e prime impressioni


Finalmente ci siamo! Xbox One è ora disponibile nei negozi e noi non abbiamo perso tempo e ci siamo fiondati a prendere la nostra console nuova fiammante. Per l’occasione ci siamo cimentati in un corposo unboxing per scoprire tutti i segreti di Xbox One. Siete pronti? Continuate a seguirci, ne scoprirete delle belle.

Confezione
La confezione di Xbox One è decisamente “ricca”, lo si capisce anche dal peso, trasportarla a casa richiede una buona dose di pazienza, ma fortunatamente il manico viene in soccorso dei più deboli. Due le confezioni a disposizione, verde e nera, la prima per l’edizione standard, la seconda riservata alla Day One Edition.
All’interno, tutto è disposto perfettamente, la prima cosa che vediamo una volta aperta la scatola è il Kinect, in bella vista nella parte superiore, insieme ad un involucro che contiene joypad, manuali e cavi. La console occupa tutto lo spazio inferiore, incartata e ben prottetta.
Inutile dire che, una volta tolta la console dalla scatola, getterete quest’ultima in un angolo per non degnarla mai più di uno sguardo.
xbox-one-pack_1
Console
Xbox One somiglia ad un videoregistratore, quante volte abbiamo sentito questa frase? Diciamo che non è del tutto errata, le linee spigolose non sono bellissime, d’accordo, ma l’aspetto lucido è assolutamente splendido e dona alla console un aspetto elegante e raffinato al tempo stesso, altamente tecnologico e di classe. Piccola nota di demerito per le dimensioni, Xbox One è grande, ma non grandissima, in ogni caso sono convinto che si sarebbe potuto creare una console più compatta e sicuramente più leggera.
Prima di avviare la console è necessario collegare il sensore Kinect, a questo proposito, sul retro troviamo due ingressi USB, una presa ottica, due prese HDMI (In e Out), una presa Ethernet e l’ingresso per il cavo di rete. L’alimentatore, anche in questo caso è esterno.
La console è massiccia e pesante, consiglio quindi di collocarla in posizione stabile e sicura, su un tavolo o sulla scrivania, evitate mensole e tavolini traballanti.
xbox-one_9
Joypad
Altro punto forte di Xbox One, il joypad, non troppo dissimile da quello di Xbox 360, sicuramente più leggero e compatto. Anche in questo caso, il colore nero e le finiture rendono l’aspetto del controller assolutamente regale e prestigioso.
I tasti A, B, X e Y non hanno subito grosse modifiche, al contrario i grilletti hanno una corsa minore rispetto al passato, così come i pulsanti LB ed RB. Degni di nota gli stick analogici, concavi e zigrinati per garantire una miglior aderenza dei pollici.
Peccato solamente per la scelta di non inserire una batteria ricaricabile, il pacco batterie è in vendita separatamente, di default il joypad utilizza due comuni batterie stilo. Il consiglio è quello di spendere 20 euro e comprare subito il battery pack, non ve ne pentirete.
Giudizio finale
Non vi rubiamo altro tempo e vi lasciamo all’unboxing di Xbox One realizzato dal nostro fido Claudio Consoli. Buona visione!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Xbox One: come cambiare il disco fisso [VIDEO]

Forza Motorsport 5 – Video Recensione