[Guida] Brawl Stars: come ottenere tante gemme gratis

come ottenere gemme gratis su Brawl Stars

Se state giocando a Brawl Stars, l’ultimo gioco sviluppato da Supercell, vi sarete subito accorti che anch’esso presenta la caratteristica che lo accomuna a praticamente tutte le altre applicazioni mobile: la presenza di una valuta virtuale per effettuare acquisti in app. Nel caso in questione, dovrete ottenere un cospicuo numero di gemme.

Avete bisogno di denaro aggiuntivo per potenziare i vostri Brawler? Acquistatelo con le gemme! Volete comprare delle casse bonus, sfruttando un’offerta speciale a tempo limitato? Utilizzate le gemme in vostro possesso! Volete inserire l’ultimo Brawler aggiunto dagli sviluppatori al vostro roster? Pagate il prezzo in gemme e sarà vostro!

Siete alla ricerca di un modo per ottenere il maggior numero possibile di gemme senza scucire un euro? Leggete le righe che seguono e troverete la soluzione al vostro problema.

Come ottenere gemme gratis su Brawl Stars

come raccogliere gemme gratis su Brawl Stars
Siete alla ricerca di Gemme gratis? Seguite la nostra guida.

Iniziamo subito dicendo che Supercell ha letteralmente “blindato” tutti i suoi giochi. Così come avvenuto per Clash of Clans e per Clash Royale, non esistono dei generatori automatici di valuta virtuale, né tantomeno hack; proprio in base a quanto ora scritto, vi invitiamo caldamente a desistere dall’installare qualsiasi tipo di App che vi prometta gemme gratis.

L’unico risultato che otterreste da un’operazione simile sarebbe, infatti, quello di andare a sottoscrivere, più o meno consapevolmente, un abbonamento, spesso pure piuttosto costoso, senza però ottenere ciò per cui state pagando. Il metodo standard per ottenere le gemme è, per l’appunto, quello di acquistarle tramite lo shop ufficiale del gioco, magari approfittando di qualche promozione.

Tuttavia, esistono anche dei metodi gratuiti per ottenere delle buone quantità di valuta virtuale senza però spendere denaro. Di seguito, vi elenchiamo quali sono i migliori e, soprattutto, i più rapidi.

Gemme gratis su Brawl Stars: riscuotete sempre la ricompensa gratuita quotidiana

come ottenere gemme su Brawl Stars senza pagare
Il modo standard per ottenere le gemme è quello di comprarle dallo shop ufficiale del gioco.

Potrà sembrare una sciocchezza, ma non è assolutamente così: accade spesso che il team di sviluppo possa decidere di assegnare alcune gemme in via del tutto gratuita come ricompensa quotidiana. L’unica cosa che dovrete fare, in questo caso, è ricordarvi di riscattarle dallo shop di gioco entro le 24 ore.

Spieghiamoci, non si tratterà mai di grandi quantità di gemme, ma potranno costituire un buon inizio. A questo proposito, vi ricordiamo di riscattare sempre le ricompense in questione, soprattutto qualora dovesse trattarsi di biglietti per gli eventi speciali, casse bonus e punti doppi.

Il motivo di quanto ora detto sarà spiegato meglio nel punto successivo.

Volete trucchi per ottenere gemme gratis su Brawl Stars? Aprite tantissime casse!

hack per ottenere gemme gratis su Brawl Stars
Il consiglio è sempre lo stesso: diffidate da hack e generatori automatici di gemme!

Anche in questo caso, nonostante possa sembrare scontata come azione, occorre sempre ricordare che, nelle tante casse che ci ritroveremo ad aprire, potrebbero celarsi delle gemme come oggetti bonus. Come i giocatori più incalliti sicuramente sapranno, all’interno delle lootbox potreste trovare della valuta virtuale. Proprio per questa ragione, farete bene ad ottenere quante più casse possibile.

Come si possono ottenere tante casse? Se state cercando una risposta a questa domanda, non vi resta con consultare la nostra guida alle casse di Brawl Stars.

Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti in merito.

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Mortal Kombat 11 recensione completa

Mortal Kombat 11 | Recensione per niente sobria (PS4)

World War Z: il successo sfrenato è merito di Epic Games Store?