Anteprima di Warstones al Volver Cafè di Napoli


Nel torrido pomeriggio dell’8 luglio 2017 mi sono recato con degli amici al Volver Cafè di Napoli per provare in anteprima Warstones, il nuovo gioco da tavolo targato Red Glove.

Arrivati al locale ci accolgono Miriam la gestrice del Volver e Simone della Taverna del Gargoyle, altro punto di riferimento per quanto riguarda i giochi da tavolo a Napoli, che ci fanno accomondare al tavolo dove è già disposto il prototipo di Warstones.

Dopo un rapido briefing di Simone sulle regole, io e Federico eravamo pronti a sfidarci. Da un lato l’esercito degli umani, dall’altro i non morti, tre torri sovrastavano il campo di battaglia.

In Warstones ci si sfida a colpi di schicchere per conquistare quanti più punti dalle torri posizionate sulla mappa. A inizio partita ci si accorda sui Punti Esercito da spendere per assoldare le proprie truppe: 200 punti per una partita veloce, 300 per una partita standard, 400 o più per una partita epica.

Ogni esercito è composto da unità dalle abilità uniche che caratterizzano uno stile di gioco differente a seconda della razza scelta, ad esempio gli umani prediligono delle formazioni compatte per potenziarsi a vicenda mentre i non morti fanno forza sui loro poteri spettrali come il tocco mortale che elimina una fiche avversaria semplicemente toccandola.

Ogni giocatore ha a disposizione 5 punti azione da spendere in alternanza con l’avversario per reclutare (costo in azioni variabile), schierare (1 punto azione), attaccare (1 punto azione), assediare una città (1 punto azione), utilizzare l’abilità di un’unità (variabile), movimento da fare con una schicchera (3 punti azione). Se un’unità nemica si trova nel vostro stesso quadrante potrete decidere di attaccarla, se il vostro valore d’attacco è maggiore avrete vinto lo scontro. In aternativa potrete usare una schicchera per cercare di colpirlo e spingerlo fuori dal vostro quadrante, o se siete fortunati come nel mio caso, fuori dal tabellone segnandone l’eliminazione.

È un gioco che può dare l’impressione che serva solamente l’abilità di “schiccherare” le fiches, ma è molto più strategico di quanto sembri. E’ molto più simile a un wargame piuttosto che a un Subbuteo.

-Federico

Su ogni torre sono poste delle fiches che definiranno le proprietà del villaggio che andremo ad assediare, se la somma dell’attacco delle nostre unità presenti nel quadrante della torre supera quello di difesa avremo vinto l’assedio ma il valore dei danni della torre sarà in mano al nostro avversario che potrà dispensare i danni sulle truppe che hanno attaccato la torre. Il mio unico assedio è stato un fiasco totale, attacco con 2 arcieri dal valore d’ attacco 1+1 grazie al buff che si dato dal capitano, giro la fiche ed esce 7 di attacco e 8 di difesa, inutile dire che Federico si è divertito non poco nell’infierire sulle mie truppe. Dopo schicchere, strategie e assedi finiti male, Federico e i suoi non morti si aggiudicano la vittoria con 5 punti conquista. La partita rapida è durata in tutto una ventina di minuti ma aumentando le unità si possono creare anche partite più lunghe oltre alla possibilità di giocare fino a 4 giocatori se si comprano le espansioni con nani e orchi.

Mentre giocavamo si sono uniti a noi gli Astronani, un’ associazione ludica che organizza serate a base di giochi da tavolo a Casavatore nella provincia di Napoli. Anche loro come me erano venuti a provare Warstones e dopo averci scambiato due chiacchiere ho raccolto anche le loro impressioni sul nuovo titolo Red Glove.

Il gioco mi piace molto, e la possibilità di aggiungere delle espansioni sicuramente darà ancora più brio e profondità al gioco.

-Antonio

Mi sono piaciute molto le abilità delle truppe, le ho trovate molto coerenti con le razze a cui sono associate. L’interazione tra i giocatori sembra un pò dettata da come si affronta la partita, penso che si possa concludere anche senza scontrarsi se ci si focalizza sulle torri. Sono curioso di vedere il prodotto finito, l’uso della schicchera è sicuramente uno degli aspetti più divertenti!

-Gaetano

La differenza la faranno sicuramente i materiali, anche io sono curioso di vedere il risultato finale di Warstones.

-Fabio

Che altro dire, il gioco è sicuramente degno delle aspettative fornendo soluzioni sia a chi cerca una partita veloce sia a chi vuole una vera e propria guerra. Il divertentissimo titolo si presta anche all’organizzazione di veri e propri tornei a colpi di schicchere.

La data d’uscita di Warstones è fissata per settembre 2017.

Oltre a ringraziare la Red Glove per aver organizzato il Warstones Tour che si è concluso a Napoli, ringrazio Volver Cafè e Simone della Taverna del Gargoyle per aver reso possibile l’evento, e infine gli Astronani per la compagnia.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

Annunciato City of Brass, da ex sviluppatori di BioShock

Annunciato City of Brass, da ex sviluppatori di BioShock

Bloodstained, niente di buono per la versione Nintendo Switch