Elon Musk vince un Guiness World Record ma non è tutt’oro quel che luccica

    elon musk povero pagliaccio

    Questo Dicembre, Elon Musk ha perso la posizione di persona più ricca del mondo a favore di Bernard Arnault, amministratore delegato del conglomerato francese di beni di lusso LVMH, proprietario del marchio di moda Louis Vuitton.

    Ma a quanto pare per il capo di Tesla, Space X e Twitter la discesa non finisce qui, arrivando a stabilire persino un amaro Guiness World Record.

    Primo piano di Musk affiancato dal logo dei Guiness World Record.

    Il crollo economico di Elon Musk

    La maggior parte della fortuna dell’imprenditore di origini sudafricane è legata alle azioni Tesla, il cui valore è crollato del 65% nel corso del 2022, questo allarmante declino si è accelerato durante Ottobre dopo che Musk ha acquistato Twitter per circa 44 miliardi di dollari (42 miliardi di euro).

    La tumultuosa acquisizione, unita alla gestione polarizzante di Musk sulla piattaforma che ha scatenato una valanga di situazioni controverse e critiche, da parte dei dipendenti e degli utenti, favorendo la più grande svendita di azioni Tesla dal 2010, quando la società è stata quotata in borsa.

    Un CEO da Guiness World Record

    Secondo un rapporto Guinness World Records, Elon Musk ha battuto il record mondiale per la più grande perdita di patrimonio personale della storia. Il magnate della tecnologia da Novembre 2021 ha perso circa 182 miliardi di dollari, anche se altre fonti suggeriscono che la cifra potrebbe essere più vicina addirittura ai 200 miliardi di dollari.

    “Il patrimonio netto di Musk è sceso da un picco di 320 miliardi di dollari nel 2021 a 138 miliardi di dollari a gennaio 2023, in gran parte a causa della scarsa performance delle azioni di Tesla”, ha dichiarato il database dei record mondiali, basandosi su alcuni dati ottenuti da Forbes.

    Elon Musk si tocca il mento con uno sguardo pensieroso.

    Le crescenti preoccupazioni per l’indebolimento della domanda e i problemi logistici hanno portato diversi problemi, ostacolando le consegne di Tesla. Nonostante l’enorme crollo economico, rimane comunque l’azienda automobilistica di maggior valore al mondo, dimostrando la potenza del marchio ancora una volta, con un valore di mercato superiore di oltre 100 miliardi di dollari rispetto a Toyota, che si deve ancora accontentare del secondo posto.

    E malgrado Elon Musk abbia perso più soldi di qualsiasi altro essere umano nella storia, non vuol dire che la sua fine sia vicina, poiché rimane ancora la seconda persona più ricca del mondo e nulla toglie che la classifica potrebbe di nuovo cambiare, a suo favore o sfavore: d’altronde Musk continua a costruire senza sosta il suo impero tecnologico, quindi non sarebbe una sorpresa vederlo tornare in vetta in futuro.

    Record passati e mancati

    Alla chiusura del mercato del 30 Dicembre 2022, il CEO di Tesla ha twittato: “I fondamentali a lungo termine sono estremamente forti. La follia del mercato a breve termine è imprevedibile”. C’è da dire che il patrimonio netto dei miliardari è molto più volatile e variabile di quello di una persona con un reddito medio, ciò è dovuto al fatto che la maggior parte della fortuna di un miliardario è tipicamente costituita da azioni e investimenti: quando la valutazione di mercato di questi investimenti fluttua, ne risente direttamente la ricchezza del proprietario.

    Questo è doppiamente influente nei casi dei miliardari “self-made” come Musk, perché il loro patrimonio netto deriva quasi interamente dalla valutazione di mercato dell’azienda di cui posseggono più azioni o che hanno fondato: se il prezzo delle azioni dell’azienda crolla, crolla inevitabilmente anche il loro patrimonio.

    A sinistra un serio Jeff Bezos, a destra il sorridente Elon Musk

    Non a caso anche il precedente record di perdita di denaro da parte di una sola persona venne stabilito da un altro miliardario “self-made”, ovvero l’investitore tecnologico giapponese Masayoshi Son che, secondo il rapporto dei Guinnes World Record, nel 2000 perse ben 58,6 miliardi di dollari.

    Naturalmente, Musk non è l’unico miliardario che ha registrato sontuose perdite economiche nel 2022. L’anno scorso i miliardari americani hanno perso collettivamente 660 miliardi di dollari, come ha riferito in precedenza la CNBC Make It. Difatti senza Musk, il titolo di “perdita economica più grande” sarebbe stato vinto dal proprietario di Amazon, Jeff Bezos, che ha registrato una perdita di 80 miliardi di dollari nel 2022.

    Per quanto riguarda Musk, possiamo dire che questo amaro riconoscimento incornicia bene le gesta e i risultati controversi che hanno contraddistinto le manovre muskiane, soprattutto per quanto riguarda la piattaforma dell’uccellino blu. Ricordiamo che Musk, dopo un sondaggio indetto su Twitter, ha accettato di dare le dimissioni da CEO di Twitter, e ricoprirà il ruolo finché non troverà il giusto candidato.