Domotica come non l’avete mai vista | Le case intelligenti sono il futuro

    domotica matter

    Una regola unica che non costringerà più a comprare prodotti della stessa marca per la propria casa intelligente

    Di solito, quando un nuovo tipo di prodotto arriva sul mercato, i clienti sono costretti a giurare fedeltà a un marchio. Ad esempio, si può acquistare una lampadina intelligente che funziona con determinati hub, ma se si acquista una lampadina intelligente di un marchio concorrente non funzionerà con l’altro hub. Quando si inizia a investire in un marchio, si entra sempre più a fondo in un ecosistema.

    Il segmento delle case intelligenti ne è un classico esempio. Gli acquirenti devono acquistare determinate lampadine intelligenti, determinati interruttori che funzionano con quelle lampadine e poi magari un termostato che funziona con determinati interruttori.

    Una regola unica

    Matter, che verrà lanciato nei prossimi mesi, è un “protocollo di connettività” che può venire in soccorso. Il termine “protocollo di connettività” può sembrare un’affermazione banale e nulla più. Ma abbiate pazienza e continuate a leggere.

    Logo di Matter

    Trattandosi di un insieme di standard tecnici, l’utente non avrà più bisogno di utilizzare prodotti della stessa marca. Stanno arrivando sul mercato dispositivi compatibili con Matter, che si collegano e funzionano automaticamente con altri dispositivi abilitati a Matter nella rete domestica. Ad esempio, se si utilizza una piattaforma come Samsung SmartThings, Apple HomeKit o Google Home, questi possono controllare tutti i dispositivi intelligenti. I dispositivi compatibili con Matter sono contrassegnati da un logo che lo indica.

    Tutti i grandi nomi della tecnologia per la casa intelligente sono a bordo. Siete annoiati da un altoparlante abilitato ad Alexa? Passate all’HomePod Mini di Apple e, nel frattempo, le lampadine intelligenti che funzionavano con Alexa ora funzioneranno con Siri.

    Anche più sicurezza

    Matter è stato progettato per essere molto più sicuro e privato di altri sistemi smart-home. Naturalmente, Matter è come un linguaggio universale che definisce le funzionalità di base, ma i marchi continueranno a lavorare su funzionalità avanzate che sono specifiche del marchio.

    Attualmente, quando gli sviluppatori vogliono aggiungere una funzione ai loro prodotti per la casa intelligente, devono aggiornare il software per ogni piattaforma. Ora non più. Una volta apportata una modifica, questa verrà implementata in tutti i marchi, riducendo i costi di sviluppo.

    Alcuni prodotti hanno già iniziato a essere lanciati con Matter al centro. Prendiamo ad esempio la spina intelligente Eve Energy, la lampadina Wiz, la serratura intelligente Yale o il sensore di contatto Eve Door & Window. Esistono controllori Matter, tra cui gli hub Apple Home e Samsung SmartThings, che ora dispongono di dispositivi da controllare.

    E se siete preoccupati di dover ricominciare da capo, non preoccupatevi. Tutte le luci Philips Hue funzioneranno con Matter quando i bridge Hue che le controllano saranno aggiornati. Allo stesso modo, anche altri marchi possono effettuare aggiornamenti del software per far funzionare le cose.