Nuova truffa su Amazon | Come proteggersi ed evitarla

    COME EVITARE TRUFFE SU AMAZON

    Gli acquirenti di Amazon si sentono al sicuro, grazie alla politica protettiva che il colosso offre nei confronti dei suoi clienti. In periodi come questo, poi, dal Black Friday appena passato agli acquisti per un Natale imminente, le spese sulla piattaforma aumentano a dismisura.

    È per questo che alcuni malintenzionati approfittano di questa fase per rubare l’identità degli utenti, a discapito della loro privacy e del loro denaro. Amazon, quindi, ha deciso di precedere questi eventi, consigliando i suoi utenti su come effettuare gli acquisti nella maniera più appropriata.

    I consigli di Amazon: come evitare la truffa

    Dalle indagini che il colosso dell’e-commerce ha effettuato prima di fare un pubblico annuncio ai suoi utenti, è emerso il modus operandi degli hacker che ruberebbero i profili ed i dati personali degli acquirenti. Infatti, questi malintenzionati li sfruttano a proprio vantaggio, e l’ignaro consumatore si ritrova in bolletta un conto molto salato da pagare per articoli che non ha mai acquistato.

    Per rubare questi dati, Amazon ha individuato uno schema ricorrente. Le informazioni, infatti, vengono sottratte nel momento della conferma di un ordine, ma si tratta di una conferma fasulla. Infatti, una volta confermata, arriverà una e-mail contenente un link per tracciare il proprio pacco, ed è proprio tramite questo collegamento che avviene il furto di identità.

    Fortunatamente, il sito ha adottato dei sistemi di prevenzione per poter evitare che questa truffa venga messa in atto. In primis, è stato attivato un sistema di verifica delle e-mail, bloccando sul nascere questi tentativi di phishing, che possono avvenire sia online che via SMS.

    Come fare per essere al sicuro?

    Per potersi accertare di non star subendo un tentativo di frode, bisogna avere diversi accorgimenti, sia in fase di acquisto che, soprattutto, di conferma. Infatti, se si dovesse ricevere una e-mail in cui viene indicato un ordine effettuato su Amazon, bisogna sincerarsi che quell’ordine sia stato fatto effettivamente da noi o da un membro della nostra famiglia. Gli hacker, infatti, puntano sulla dimenticanza, ed è proprio per questo che in periodi di grandi acquisti ci si potrebbe dimenticare di aver comprato qualcosa.

    Bisogna ricordare, inoltre, che Amazon richiede il pagamento degli acquisti effettuati solo sul sito ufficiale o sulla sua applicazione, e mai tramite terze parti. Quindi, bisogna ignorare qualsiasi altra richiesta di pagamento che non provenga direttamente dalla piattaforma e-commerce. Si dovranno ignorare, inoltre, le “comunicazioni urgenti” che Amazon non invia mai ai propri clienti. Infatti, in caso di necessità, si deve parlare direttamente ed esclusivamente con l’assistenza clienti. Si dovrà, inoltre, fare molta attenzione ai buoni regalo, poiché anche questi sono soggetti a diversi tentativi di truffa.