Domani martedì 27 marzo, in occasione della Bologna Children’s Book Fair 2018, si svolgerà una tavola rotonda interamente dedicata ai videogiochi intitolata I videogiochi presi sul serio. Competenze e opportunità in Emilia Romagna.

Bologna è da anni ormai una città all’avanguardia per quanto riguarda la promozione e lo sviluppo delle nuove forme d’arte e, in particolare, dedica una grandissima attenzione all’ambito videoludico. È a Bologna che si svolge ogni anno Svilupparty, incontro dedicato a sviluppatori indipendenti provenienti da ogni parte d’Italia per permettere loro di scambiarsi idee e opinioni, nonché di poter presentare il frutto del proprio lavoro al pubblico e ad eventuali possibili partner ed investitori (a tal proposito vi invitiamo a leggere la nostra intervistaIvan Venturi, la mente dietro Svilupparty).

A conferma della volontà della città di riconosce il videogioco non solo come intrattenimento ma come e vera forma d’arte è stata, inoltre, l’istituzione dell’Archivio Videoludico, che dal 2009 permette a chiunque di provare e scoprire gratuitamente oltre 5100 diversi titoli, coprendo l’intera storia del mezzo.

Sia Ivan Venturi che Andrea Dresseno, responsabile dell’Archivio Videoludico saranno presenti alla tavola rotonda I videogiochi presi sul serio, insieme ad altri ospiti illustri come docenti universitari, ricercatori, rappresentanti di AESVI e assessori comunali per questo incontro di due ore in cui verrà discusso del valore educativo e culturale di un mezzo in continua espansione a cui non viene ancora dedicata la giusta attenzione e il cui valore artistico viene tutt’ora messo in discussione.

Un altro tema che verrà trattato è il rapporto del videogioco con altre forme di produzione culturale. Bologna Children’s Book Fair 2018 è infatti una fiera dedicata all’editoria per ragazzi, il cui legame con il mezzo verrà ampiamente esplicitato e affrontato nelle due ore in cui si svolgerà questa tavola rotonda.

Qui di seguio potrete trovare il programma completo dell’incontro:

I videogiochi presi sul serio. Competenze e opportunità in Emilia Romagna

Tavola Rotonda

Bologna, 27 marzo 2018 ore 11.00-13.00 Fiera del Libro per Ragazzi, Digital conference Room

L’incontro è una occasione di riflessione sull’evoluzione dei videogiochi (dal punto di vista del prodotto; degli  utenti – principalmente, ma non solo, minori -; del mercato; del linguaggio e delle tecniche narrative; della  dimensione educativa e, in senso lato, culturale; delle piattaforme e degli strumenti di interazione; della  regolazione) anche nella prospettiva di promuovere e sostenere le competenze e la produzione italiana e  dell’Emilia-Romagna in questo ambito. L’idea è di realizzare una rete per promuovere una riflessione seria sullo  sviluppo di un settore che sta evolvendo rapidamente e in modo importante e che ha un forte impatto nella  formazione e nell’immaginario giovanile. Un settore che si affianca, nell’uso e nel gradimento, altri comparti  produttivi e culturali (cinema, editoria, ecc.), con possibili e inedite forme di interazione sia a fini di  intrattenimento, sia a fini culturali ed educativi.

I videogiochi: natura e qualificazione di un’opera complessa: Introduce e modera Marina Caporale (Professoressa a contratto, Università di Bologna; Vice-Presidente Corecom Emilia-Romagna)

Oltre i videogiochi educativi. La dimensione educativa e dinamiche di apprendimento nei videogiochi: Mariarosaria Nardone (Ricercatrice, Università di Chieti-Pescara)

Il mercato e l’industria dei videogiochi in Italia, tra crescita e nuove tendenze:
Giorgio Catania (Developer Relations Manager Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani (AESVI))

Le imprese videoludiche in Emilia-Romagna: Ivan Venturi (IVProductions; Presidente dell’Associazione Sviluppatori Indipendenti Italiani – Italian Party of Indie Developers (IPID))

Le politiche per lo sviluppo delle imprese culturali e creative in Emilia-Romagna
Silvano Bertini  (Assessorato Attività Produttive Delega Imprese Digitali, Regione Emilia-Romagna)

Videogames e gamification: prospettive e opportunità per il territorio Giorgia Boldrini (Comune di Bologna; Responsabile progetto Incredibol!)

Il patrimonio videoludico e la sua valorizzazione Andrea Dresseno (Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna)

Conoscenza e nuovi supporti culturali. Interazione e integrazione per le nuove opere audiovisive. Daniele Donati (Presidente Istituzione Biblioteche Comune di Bologna – Professore Associato, Università di Bologna)

Conclusioni: Matteo Lepore (Assessore Attività Culturali Comune di Bologna)

Vi aspettiamo dunque domani dalle 11 alle 13 alla Digital Conference Room, all’interno della manifestazione Bologna Children’s Book Fair. Informazioni su ingresso e biglietti sono disponibili nel sito ufficiale dell’evento a questo indirizzo.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!