La fiera per nerd (veri o presunti tali), appassionati di fumetti, videogiochi, giochi di ruolo e da tavolo sono profilerate in modo incontenibile negli ultimi anni, dalle più famose alle meno famose. Ma LA fiera per giocatori, quelli con la “G” maiuscola ed il meeple facile, è indubbiamente il PLAY di Modena, per una serie di motivi.

La fiera è grande, si gira bene, è possibile girovagare per gli spazi espositivi con assoluta calma senza il rischio di venire travolti dalla mandria in cerca dell’ultimo manuale di Dungeons & Dragons in tiratura limitata rilegato con fintissima vera pelle di pollo drago.

Proprio per questo c’è modo di provare tantissimi giochi da tavolo, di carte e di ruolo con calma e relativo silenzio, anche i prodotti che richiedono più tempo e concentrazione. Tutti i produttori e case editrici portano le ultime uscite più interessanti, quelle produzioni che ad un Lucca Comics verrebbero sopraffatte da tante altre notizie e novità di vari tipi, ma che nella fiera modenese possono trovare il loro giusto e meritato spazio per brillare.

Ma anche senza dilapidare i propri risparmi semestrali, a PLAY ci sono tantissime attività per tutta la famiglia a cui partecipare, tutte ovviamente legate al “gioco intelligente”, ça va sans dire.

Il programma

Per quella che è la decima edizione di Play – Festival del Gioco, in quel di ModenaFiere si è deciso di fare le cose in grande, un’edizione speciale: più grande e divertente, ancora più sorprendente, per festeggiare nel migliore dei modi i dieci anni della manifestazione. Tante novità rispetto alla programmazione solita della manifestazione a partire dall’aggiunta di una giornata, diventando quindi una tre giorni dedicata al gioco. Ci si potrebbe perdere nel programma completo di Play 2018, nel caso vogliate farlo potete raggiungere questo indirizzo per trovare l’evento più adatto a voi.

Per i giocatori più piccini c’è Play Kids, un padiglione di 2500mq tutto dedicato al mondo delle famiglie, con un particolare attenzione ai giochi e agli intrattenimenti per bambini. Per creare l’immagine di questa nuova fondamentale sezione, Play e ModenaFiere hanno stretto una partnership con la Scuola Internazionale di Comics. Gli allievi della sede di Reggio Emilia si sono cimentati nell’ideazione del concept di comunicazione per PlayKids che accompagnerà i piccoli visitatori dell’area.

Per gli operatori del settore c’è Play Trade invece, un’area dedicata a giornalisti e blogger, editori e game designer, un grande punto d’incontro, scambio di bigliettini da visita ed idee, un semplice caffè, per un settore in forte crescita che dà sempre più spazio a tante realtà interessanti. La partecipazione a questi incontri è a numero limitato, e nel momento in cui scriviamo i responsabili della comunicazione di Play ci informano che mancano ormai pochissimi posti per il sold out.
Per i partecipanti, dalle 9 del mattino si potranno vedere le anteprime e scoprire le novità, discutere di prototipi, incontrare gli altri operatori e vivere gli appuntamenti e le strategie del futuro. Un momento fondamentale per chi lavora nel mondo del gioco, dalla idea alla creazione, dalla produzione alla vendita al dettaglio.

Dalle scorse edizioni tornano invece i LARP, i giochi di ruolo dal vivo che nelle scorse edizioni erano distribuiti in vari punti della città. Molti gli eventi dedicati a questa sfera ludica, tra cui Edularp.it, un incontro sul tema del gioco di ruolo per la didattica, rivolto a organizzatori di edu-larp, insegnanti, formatori, educatori e a tutti gli appassionati di giochi di ruolo dal vivo.

Non mancano ovviamente le occasioni dedicate ai giocatori più hardcore, come l’ormai famoso D&D Epic (al momento quasi sold-out), il mega evento dedicato a Dungeons & Dragons. Una mega sessione al gioco di ruolo più famoso del mondo con un numero sconfinato di partecipanti tutti in tempo reale, con il supporto per i personaggi della Adventurers League. Un evento da non perdere, domenica 8 aprile dalle 13 alle 17.30.

Per chi sta dall’altro lato dello schermo, invece, c’è Call for Master 2018. L’evento permette ai Master volenterosi di entrare a Play a “masterare” le proprie avventure. Si potranno fare partite di 90 minuti come di svariate ore, che verranno selezionate dalla giuria di Play, e le più interessanti otterranno uno slot all’interno della fiera al quale chiunque potrà partecipare.

Dove, quando e come

Play si svolge dal 6 all’8 aprile nel quartiere fieristico di Modena (Padiglioni A, B, C e sale ai piani superiori: oltre 22000 mq coperti), facilmente raggiungibile dalla città e da fuori. Nei giorni dell’evento un servizio di navetta gratuite collegheranno il quartiere fieristico, la stazione ferroviaria ed il centro della città.

Per quanto riguarda i biglietti, ecco tutte le possibilità offerte:

  • Abbonamento 3 giorni € 32
  • Abbonamento 3 giorni bambini 4-10 anni € 8
  • Intero Venerdì € 10
  • Intero Sabato o Domenica € 15
  • Ridotto convenzioni (Conad) Sabato e Domenica € 12
  • Ridotto convenzioni (Conad) Venerdì € 8
  • Bambini 4-10 anni € 3 (fino al giorno precedente a quello del compimento dell’undicesimo)
  • Abbonamento 3 giorni € 30
  • Abbonamento 3 giorni bambini 4-10 anni € 8
  • Intero Venerdì € 8
  • Intero 1 giorno Sabato o Domenica € 12
  • Intero bambini 4-10 anni € 3

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria del quartiere fieristico ModenaFiere tramite il sito ufficiale, l’indirizzo email, oppure il caro e vecchio telefono al 059/848380.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!