Warhammer+: contenuti e potenzialità dell’abbonamento

Copertina per lo speciale su Warhammer Plus

Il 23 giugno Games Workshop ha trasmesso una diretta (seguita e commentata su Twitch) durante la quale ha diffuso numerosi nuovi dettagli riguardanti Warhammer+, un nuovo servizio ad abbonamento nato per ospitare tutte le nuove serie TV d’animazione a cui vari team stanno lavorando. In realtà, però, Warhammer+ è stato presentato fin da subito come un servizio che avrebbe contenuto anche molto altro e proprio l’altro ieri abbiamo scoperto tante novità su questo “molto altro”.

Andiamo quindi a fare chiarezza sui contenuti di Warhammer+, su ciò che ancora non sappiamo, sulle ulteriori potenzialità del servizio e su ciò che vedrete da parte dell’Astropate.

Prezzo e data d’uscita

Warhammer+ avrà un abbonamento mensile da £4,99/$5,99/€5,49 e uno annuale da £49,99/$59,99/€54,99. L’abbonamento annuale comporterà una spesa pari a 10 mesi di abbonamento mensile, quindi 2 mesi saranno gratuiti.

La piattaforma di streaming sarà lanciata il 25 Agosto 2021. Games Workshop non ha ancora rilasciato informazioni sulla possibilità di abbonarsi in anticipo. In ogni caso tutto sarà collegato al proprio account My Warhammer.

Contenuti confermati

Dopo aver chiarito prezzo e data, parliamo dei contenuti noti di Warhammer+.

Serie TV d’animazione

Vari team si stanno occupando di scrivere e animare numerose serie TV con tanti tipi d’animazione differenti. L’offerta è davvero ampia e le prime due serie che vedremo saranno Angels of Death e Hammer & Bolter, i cui rispettivi primi episodi usciranno il 25 Agosto insieme alla piattaforma stessa. Durante la diretta è stato precisato che, al lancio della piattaforma, di entrambe le serie non sarà disponibile un solo episodio. Inoltre, la loro lunghezza si aggirerà intorno ai 10-15 minuti.

Con Angels of Death scopriremo la storia di alcuni Angeli Sanguinari che si troveranno davanti a dei problemi davvero grossi, ossia i Tiranidi (accompagnati dai Culti dei Genoraptor) e la scomparsa del Capitano Orpheo. Tra i protagonisti ci sarà anche Livia Sorken, umana non-potenziata della Marina Imperiale al comando dell’incrociatore Spada di Baal.

Con Hammer & Bolter, invece, avremo una serie antologica che ci porterà in molti angoli della galassia di Warhammer 40.000. Si tratta di una letterale versione animata di ciò che è stato Hammer & Bolter dal 2010 al 2012, ossia una serie di antologie contenenti racconti brevi scritti da numerosi autori. Volendo fare un paragone con qualcosa di simile e contemporaneo, potete immaginarlo come una sorta di Love, Death & Robots a tema Warhammer (però andateci con calma, il budget di Hammer & Bolter è ben diverso).

Con l’uscita di queste serie, sarà molto interessante discutere degli episodi, teorizzare sui prossimi eventi che accadranno e magari spiegare alcuni argomenti, che sia il background delle fazioni a cui appartengono i protagonisti o simili.

MA SCUSA, ASTROPATE, E LA SERIE TV SU EISENHORN?!

La serie TV live action sull’Inquisitore Gregor Eisenhorn non è stata citata nell’offerta di Warhammer+, ma continua ad esistere. A Maggio 2021 Dan Abnett ha confermato che i lavori sulla serie sono ancora in corso, ma purtroppo non abbiamo ancora informazioni precise.

MA L’ITALIANO?!

Per quanto riguarda il doppiaggio, non pensateci nemmeno. Per quanto riguarda i sottotitoli, non abbiamo ancora informazioni precise, ma Games Workshop ha già detto che fornirà ulteriori dettagli ad Agosto. Tale risposta vale anche per qualsiasi altro prodotto in formato video e per la versione italiana di qualsiasi prodotto scritto di cui parlerò più avanti.

Serie sull’hobby

Copertina della serie Battle Report su Warhammer+

L’altro ieri Games Workshop ha voluto presentare anche tre serie legate all’hobby: Citadel Colour Masterclass, Battle Report e Loremasters. Essenzialmente si tratta di altri format che Games Workshop ha sempre portato al pubblico in formato cartaceo tramite White Dwarf e/o libri appositi, ma che nel corso del tempo hanno avuto molte versioni digitali portate avanti da tantissimi creatori di contenuti indipendenti.

Citadel Colour Masterclass si occuperà di insegnare tecniche di pittura più avanzate rispetto ai tutorial regolarmente disponibili sul canale YouTube di Warhammer (video che continueranno ad essere pubblicati gratuitamente come al solito). In più, è stata precisata un’apertura ai suggerimenti, quindi il pubblico potrà suggerire altre tecniche che vorrebbe vedere approfondite in futuro.

Battle Report, come intuibile, si occuperà di mostrare partite competitive e narrative dei vari giochi di Warhammer. Vedremo quindi partite che si concentreranno sull’aspetto puramente strategico del gioco, ma anche altre che tenteranno di ricreare battaglie famose dell’ambientazione. Anche in questo caso, il pubblico potrà offrire la propria opinione su armate, singole unità o battaglie che vorrebbero vedere in futuro.

Copertina della serie Loremasters su Warhammer+

Infine, Loremasters andrà ad approfondire le ambientazioni di Warhammer 40.000 e Age of Sigmar andando a creare episodi dedicati a personaggi, luoghi ed eventi iconici. Ci sarà anche il supporto di coloro che a tutti gli effetti hanno scritto manuali e/o romanzi nel corso degli anni, quindi potremmo ricevere delle chicche interessanti. Un dettaglio che vorrei tanto vedere in questa serie è la parte “dietro le quinte”. La mia prima impressione è che questa serie non punti verso quella direzione, ma vorrei tanto vedere dei momenti dedicati a domande quali: cos’ha ispirato la scrittura di quel personaggio? Come si è sviluppata l’idea per quella battaglia, quella tecnologia o quella fazione? A volte certi autori rispondono a queste domande durante le interviste, ma un progetto ufficiale sarebbe il posto perfetto per organizzarlo meglio affinché un autore non si veda costretto a troncare un argomento o a divagare davanti a determinati quesiti.

Loremasters è indubbiamente il progetto che mi intriga maggiormente, principalmente perché potrebbe essere molto bello discutere insieme di quanto trattato durante gli episodi ed espandere ulteriormente quegli argomenti. Ad esempio, mettiamo caso che Loremasters abbia un episodio dedicato a un approfondimento generale sui Sommi Signori della Terra. Magari in una nostra discussione potremmo approfondire andando a spiegare alcuni curiosi cambiamenti avvenuti nella loro composizione nel corso della storia dell’Imperium. Sarebbe un corollario davvero bello da creare.

MA CHE FINE FARANNO LE ATTUALI TRASMISSIONI SU TWITCH?

Non faranno alcuna fine. Tutta la programmazione video e streaming di Games Workshop continuerà regolarmente.

Non è ancora sicuro, ma pare che l’app di Warhammer+ permetterà di accedere facilmente anche ai video disponibili sul canale YouTube di Warhammer affinché l’utente non si debba spostare da un’app all’altra inutilmente.

Warhammer Vault

Warhammer Vault del 40k

Warhammer Vault sarà un archivio di pubblicazioni passate disponibili a tutti gli abbonati in formato digitale, le quali permetteranno agli appassionati di scoprire tante storie che magari si sono persi nel corso del tempo.

Per quanto riguarda Warhammer 40.000 si partirà dalle campagna narrative uscite dalla 6a edizione in poi, quindi materiale come Sanctus Reach, Shield of Baal, Black Crusade, le varie Zone di Guerra e Gathering Storm.

Warhammer Age of Sigmar, invece, essendo più recente, avrà le proprie campagne narrative uscite fin dall’inizio del gioco, quindi le Guerre Realmgate, Cattivi Presagi, Potere Proibito e oltre.

A ciò si aggiungono anche gli arretrati di White Dwarf e inizialmente l’archivio includerà tutti i numeri del 2020.

Tutte le categorie presentate si espanderanno nel corso del tempo, quindi vedremo ulteriori arretrati di White Dwarf e manuali dal passato dei giochi di Warhammer. Tuttavia, non sappiamo ancora che cosa aspettarci dal futuro a lungo termine. Una volta esauriti i manuali narrativi di Warhammer 40.000 usciti dal 2012 in avanti, andranno a rispolverare pubblicazioni narrative più datate come Codex: Occhio del Terrore e Codex: Armageddon o pure materiale pre-2000? Vedremo pubblicazioni relative alle passate edizioni di giochi come Necromunda, Epic, etc.? Vedremo pubblicazioni Black Library? Quando sarà uscito Warhammer: The Old World, inizieranno ad aggiungere anche manuali narrativi di Warhammer Fantasy? Sono domande che tanti stanno ponendo ed è probabile che anche voi ci stiate pensando, ma per ora non è possibile saperlo.

MA NELLA PARTE MANUALISTICA SARANNO PRESENTI SOLO LE CAMPAGNE NARRATIVE?

No, guardando attentamente il filmato di presentazione è possibile notare anche pubblicazioni come: Sentinels of Terra, supplemento per gli Space Marine dei Magli Imperiali uscito in 6a edizione; Waaagh! Ghazghkull, supplemento per gli Orki uscito in 7a edizione; i manuali di tutte le stagioni di Warhammer Underworlds (si vede pure Direchasm). Essenzialmente pare che qualsiasi pubblicazione con almeno una piccola sezione dedicata all’ambientazione sia un buon candidato per Warhammer Vault.

Modelli esclusivi

Modelli esclusivi di Warhammer+

Con Warhammer+ avrete anche la possibilità di ricevere una miniatura gratuita tra le due visibili qui sopra: un Assassino Vindicare su uno scenico davvero molto vistoso oppure un Orruk Megaboss dei Grugni di Ferro. Al raggiungimento dell’anniversario del primo anno di abbonamento (non importa se lo abbiate raggiunto acquistando un abbonamento annuale o 12 mensili) riceverete la miniatura scelta.

Nel caso in cui vi piacciano entrambe, gli abbonati avranno comunque la possibilità di acquistare separatamente l’altro modello. Inoltre, Games Workshop proporrà annualmente modelli diversi.

EEEEH, MA SE MI ISCRIVO NEL 2035 POSSO ANCORA PRENDERE L’ASSASSINO O IL MEGABOSS?

Improbabile, ma Games Workshop non ha ancora precisato se negli anni seguenti sarà almeno possibile scegliere in regalo o acquistare i modelli dell’anno precedente.

MA ME LO SPEDISCONO A CASA?

Games Workshop ha comunicato che ad Agosto preciserà termini e condizioni, quindi a quel punto dovremmo scoprire se tali modelli saranno spediti a casa, se saranno ritirabili nei negozi ufficiali, se saranno disponibili dai rivenditori indipendenti o più di una tra queste opzioni. Magari non è nessuna di queste opzioni e in realtà Games Workshop ha costruito un mastodontico scaglia rancori in mezzo a Nottingham.

Vantaggi in-App

Probabilmente saprete che le rispettive applicazioni di Warhammer 40.000 e Age of Sigmar hanno il proprio abbonamento con specifici vantaggi. l’abbonamento di Warhammer 40.000, al prezzo di €2,49 mensili, permette di accedere alle schede tecniche di ogni unità del gioco e al creatore di armate, ma presto si aggiungerà anche la sezione dedicata alle Crociate. Azyr di Age of Sigmar, invece, garantisce un servizio simile a €1,49 mensili e presto verrà lanciata una nuova app completamente rinnovata in occasione dell’uscita della 3a edizione del gioco.

Un abbonamento Warhammer+ garantirà l’accesso ad entrambi i servizi appena descritti senza costi aggiuntivi.

E SE IO ERO GIÀ ABBONATO ALL’APP DI WARHAMMER 40.000?

In questo caso ci sono buone notizie. Chiunque decida di cambiare il proprio abbonamento Warhammer 40.000 in un abbonamento Warhammer+ riceverà il proprio modello esclusivo (Assassino o Megaboss) dopo nove mesi al posto di un anno.

Se effettuando questo cambio acquisterete un abbonamento annuale, riceverete anche un ulteriore regalo. Games Workshop non ha ancora rilasciato ulteriori informazioni su questo secondo regalo. Magari è una frattura scomposta al femore sinistro, chi lo sa.

Offerte per gli eventi

Nel caso in cui siate interessati agli eventi di Warhammer ufficialmente approvati da Games Workshop, Warhammer+ vi permetterà di avere alcuni vantaggi quali lo status di VIP, accessi prioritari e prodotti gratuiti. In questo caso non credo che riceveremo ulteriori informazioni perché tutto dipenderà dal singolo evento in questione.

Cadenza delle uscite

Come probabilmente saprete, tante piattaforme ad abbonamento prendono un giorno di riferimento per le proprie novità. Prime Video, ad esempio, fa uscire le proprie novità di punta al venerdì. Solitamente anche Disney+ sceglie il venerdì, ma ultimamente opta anche per il mercoledì.

Nel caso di Warhammer+, Games Workshop ha preso il mercoledì come giorno di riferimento e ciò vuol dire che le novità settimanali, qualsiasi esse siano, arriveranno sempre nel corso di quella giornata. È stato anche detto che le serie non avranno sempre una cadenza perfettamente regolare di settimana in settimana. Potrebbe quindi capitare che per il prossimo episodio di Angels of Death dovremo aspettare una o due settimane, ma nel frattempo quei mercoledì avranno comunque altre novità.

Ultime parole

Cara gente, spero di essere stato abbastanza chiaro e di aver eliminato ogni vostro dubbio. Riparleremo sicuramente di questi argomenti, quindi seguite sempre i social dell’Astropate per rimanere aggiornati.

Nel complesso, sono davvero contento. Non solo Warhammer+ offre dei contenuti potenzialmente molto interessanti ad un prezzo che immaginavo decisamente superiore (mi aspettavo almeno €9,99), ma è tutto materiale che mi porterà ulteriori vagonate di lavoro tra analisi, discussioni, etc. Non vedo l’ora.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Nicholas Sacco

Appassionato di ogni forma di gioco, che sia fisica o digitale, aspirante game designer e narrative lead, vorrebbe curare e/o creare ambientazioni che ogni nerd possa amare. Negli anni è passato da un interesse nei confronti dei giochi come puro consumatore ad uno in cui trova estremamente interessante approfondire le dinamiche delle compagnie e dei processi di sviluppo che stanno dietro ad essi.
Il suo lavoro gravita principalmente attorno agli universi di Warhammer in qualità di Astropate e attualmente collabora con Need Games per la localizzazione italiana del gioco di ruolo Warhammer 40.000: Wrath & Glory, ma si è espanso comprendendo anche argomenti videoludici come il franchise di Destiny.

Per trovare i Momenti BG, consulta la sezione apposita:
Momenti BG

disgaea 6 defiance of destiny

Disgaea 6: Defiance Of Destiny | Recensione (Nintendo Switch): novantanovemila milioni di livelli

caso abandoned

Vada come vada, io con il caso Abandoned mi sto divertendo un botto