Hands On di Raffaele Gomiero

Azione, umorismo e tanti mattoncini, anche questa volta i Traveller Tales per la loro ultima fatica hanno deciso di utilizzare la loro ricetta ormai consolidata ma non per questo non apprezzata, specialmente dai fan che hanno giocato i precedenti capitoli aventi come protagonisti gli immortali mattoncini di plastica.

Durante la presentazione riservata alla stampa alla quale siamo intervenuti qualche giorno fa, abbiamo potuto scambiare quattro chiacchiere con Nick Ricks, producer del gioco che ci ha mostrato personalmente le caratteristiche e le “chicche” di Lego Pirati Dei Caraibi, titolo che ripercorre la saga cinematografica di Jack Sparrow & C. Nick che vanta esperienza pluriennale nel mondo dei videogiochi avendo lavorato nel corso degli anni per colossi del calibro di Bullfrog, Lionhead Studio, Electronic Arts e negli ultim 5 anni per i TT Games, ci ha mostrato come i livelli ripercorrono esattamente le ambientazioni già viste nei tre film.

Rivivere scene di combattimento sulla Perla Nera del primo film o scappare dalle gabbie d’osso del secondo film ci hanno fatto rimanere di stucco.

Come nei precedenti titoli recanti il marchio Lego, anche questa volta i personaggi che potremo utilizzare per completare ogni livello saranno due, presi da un party da otto che a sua volta fanno parte dei 70 che una volta sbloccati nel corso dei livelli saranno disponibili e pronti ad essere utilizzati.

Ogni personaggio ha una sua singolare caratteristica o abilità speciale, starà a noi impiegarla al meglio, specialmente in quelle situazioni dove il mancato utilizzo comporta l’impossibilità di avanzare nel gioco.

Ovviamente se giochiamo in single player potremo controllare solamente un personaggio alla volta, il discorso cambia se giochiamo con un amico dove ognuno controllerà un personaggio, la collaborazione e la coordinazione tra i due personaggi è fondamentale per superare determinati ostacoli, capiteranno spesso situazioni dove dovremo posizionare un determinato personaggio in un posto mentre con l’altro si compiono determinate azioni come trovare componenti di un ingranaggio, chiavi o quant’altro che serviranno per aprire porte o muovere meccanismi che ci bloccano la strada.

 Molta importanza è stata data agli effetti di luce, già in Harry Potter erano presenti ma per Pirati dei Caraibi sono state fatte le cose in grande, alcuni livelli sono stati resi particolarmente suggestivi da un sapiente uso delle luci.
Per ogni livello potremo scegliere i due personaggi da controllare da un party di otto, nel corso del gioco potremo sbloccare e controllare un totale di ben 70 personaggi, le caratteristiche speciali di ognuno sono al momento sconosciute, l’unico “personaggio” veramente nuovo che abbiamo visto è un cane che na volta convinto a diventare nostro amico con il metodo più vecchio del mondo (un osso), ci sarà particolarmente utile per trovare tesori nascosti sottoterra.
Sempre facendo un confronto con gli altri titoli che portano il marchio Lego, anche ne I Pirati dei Caraibi una volta finita la storia principale dove chi si può definire un Hardcore Gamer non ci metterà molto, è possibile rigiocare tutti i livelli in modalità libera, dove utilizzando i personaggi sbloccati sarà possibile accedere a zone fino a quel momento precluse, tale modalità è indispensabile per finire il gioco al 100% dove anche il più esperto giocatore suderà anceh più di sette camicie per sbloccare tutti gli obiettivi. Per completarlo al 100% Nick ci ha detto che sono necessarie circa 60/70 ore di gioco, per cui se avete questa intenzione non pensate di cavarvela in fretta, in ogni caso chi ha giocato precedenti titoli Lego sa già di cosa stiamo parlando.

Dopo aver provato la versione per Xbox 360 con cui è stato possibile scrivere queste righe, Nick ha tirato fuori da una tasca un Nintendo 3DS con la versione del gioco dedicata pronta per essere provata, purtroppo abbiamo potuto vederla solo per pochi minuti, però sono bastati per renderci conto dell’effetto3D (buono) e della giocabilità più che accettabile.

I livelli rispetto alle versioni casalinghe sono praticamente quasi gli stessi, c’è solo qualche cambio di inquadratura in più resa obbligatoria dalle dimensioni e caratteristiche della console portatile della grande N.

LEGO: Pirati dei Caraibi è un adventure game sviluppato da TT Games e distribuito da Disney Interactive Studios per Nintendo DS, 3DS, PC, Xbox 360, Playstation 3, PSP e Wii. Il rilascio è previsto per Maggio 2011!

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!