Ho sempre adorato il genere delle avventure grafiche punta e clicca. Sin da quando ero piccolo mi sono avvicinato a questo tipo di gioco con titoli quali la saga di Monkey Island e di Broken Sword. Specialmente quest’ultimo l’ho sempre gradito per il tema del viaggio e la forte caratterizzazione esoterica. Sembra che un team indie italiano di nome Madit Entertainment stia realizzando un titolo ispirato alle avventure di George Stobbart e soci.

Mistero, esoterismo e alchimia da Miami all’Emilia Romagna

Il nome del gioco è The Hand of Glory e segue le indagini del detective Lazarus Bundy e della co-protagonista Alice Sharp in un viaggio che lo condurrà da Miami fino in Italia, in particolare nel paesino romagnolo di San Leo, tra sette segrete, misteri e alchimia. L’ambizioso progetto dei ragazzi di Madit Entertainment ripropone il classico gameplay dell’età d’oro dei punta e clicca con tanto di grafica e animazioni in 2D.

 

 

In occasione del lancio della campagna Kickstarter di The Hand of Glory ho provato la breve demo pubblicata su Steam a fine 2018. L’avventura grafica si svolge interamente nella periferia della città di Miami e comprende due ambientazioni: un vicolo ed un appartamento. Il nostro compito sarà quello di indagare su una possibile vittima di omicidio. Nonostante la breve durata della demo la trama ci regala già interessanti colpi di scena, ma non vogliamo assolutamente rovinarvi la sorpresa.

Un gameplay fedele alle classiche avventure grafiche

Parlando del gameplay, ritroviamo il tipico stile di gioco delle classiche avventure punta e clicca pieno di oggetti con cui interagire, da raccogliere nell’immancabile inventario e combinare tra loro. Non mancano nemmeno i puzzle, seppur semplici da quanto visto finora anche perché è possibile visualizzare i punti di interazione cliccando la rotellina del mouse. La realizzazione degli ambienti e le animazioni sono buone per un prodotto ancora in fase di sviluppo, ma è evidente che c’è ancora del lavoro da fare e miglioramenti da apportare per la release finale.

Quel che si evince, invece è la cura per i dialoghi, poco ampollosi e non in poche occasioni divertenti, come la frase della battuta di football. Si vede che ci sono delle buonissime intenzioni da parte degli sceneggiatori. Tuttavia la durata della demo non mi ha dato modo di comprendere al meglio la caratterizzazione del detective. Ad ogni modo ho apprezzato moltissimo le citazioni che ho scovato della saga di Broken Sword. I testi a video nel gioco sono tradotti in sei lingue tra cui l’italiano, mentre il dubbing è esclusivamente in inglese per adesso. Nulla da dire sulla qualità di quest’ultimo, davvero ottima.

 

 

Un progetto tutto italiano

Nel complesso questa breve demo mi ha lasciato soddisfatto. Certamente si tratta di un prodotto ancora in lavorazione quindi sono sicuro che nel gioco completo in arrivo l’anno prossimo vedremo il risultato degli sforzi di questo team indie tutto italiano. A proposito se volete sostenere questo progetto, vi invito a partecipare alla campagna Kickstarter che durerà ancora per circa un mese:

Sostieni The Hand of Glory

Attualmente il gioco è in esclusiva per pc Microsoft Windows, ma in base al risultato della campagna Kickstarter, potrebbe uscire anche per le console Nintendo Switch e PlayStation 4.

5/5 (11)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!