Tanto tempo fa il mondo dei videogiochi era abbastanza farcito di titoli che cercavano di presentare al giocatore una lunga serie di sport inesistenti: qualcuno potrebbe ricordare lo speedball ultraviolento che ha infiammato l’amiga di moltissimi noi, altrimenti qualcuno potrebbe ricordare l’airblade che ha animato i primi vagiti di vita della Playstation 2 e così via. Al giorno d’oggi se pensiamo ad uno sport futuristico è probabilmente che la mente voli immediatamente verso il Rocket League di Psyonix,divertente ibrido tra un match di calcio ed una folle esibizione di macchine acrobatiche; Rocket League ha, dalla sua un multiplayer estremamente divertente a praticamente qualsiasi livello ed una profondità di gioco enorme, con tecniche e setup che vengono scoperti di settimana in settimana.

Lungo questa scia fatta di sports game ancora irrealizzabili nel mondo reale si è posizionata Ubisoft con un nuovo videogioco, presentato durante la sua conferenza E3 2019 al pubblico e disponibile come demo giocabile all’interno degli stand della compagnia francese. Tale demo, fortunatamente per noi poveri non viaggiatori, è disponibile anche su Uplay in forma gratuita, motivo per cui siamo corsi subito a scaricarla per poterne saggiare il gameplay.

Com’è questo Roller Champions? È un titolo destinato al mondo eSports o è destinato a rimanere un videogioco di nicchia?
Queste e mille altre risposte a domande plausibile le trovate qui sotto.

Roller Champions tra campi ovali e pattini.

roller champions speed gameplay

Roller Champions è un videogioco sportivo in cui due squadre composte da tre giocatori si scontrano a suon di tiri in porta, necessari per avere il maggiore punteggio che decreterà il vincitore della partita. Come presumibile dal titolo, ogni giocatore indosserà dei pattini all’interno di un particolare campo di gioco, una specie di half-pipe a forma di ovale che sarà percorribile utilizzando ciò che abbiamo ai piedi.

All’inizio di ogni partita una palla verrà lanciata all’interno del campo di gioco, ai giocatori spetterà il compito di impossessarsene; una volta con la palla in mano, ogni squadra dovrà percorrere il campo di gioco in una specifica direzione mantenendo il controllo della palla, più giri verranno fatti in modo consecutivo, più saranno i punti accumulati una volta che si deciderà di mandare la palla in porta.

La porta è forse la particolarità che per prima salta all’occhio del giocatore; nonostante la natura di circuito del campo, esso è asimmetrico e presenta una singola porta dove è possibile segnare. La porta si trova in una posizione leggermente sopraelevata, motivo per cui è necessario lanciare la palla attraverso la pressione di un tasto per poter fare punto.

Il fulcro del gameplay, insomma, è da rintracciarsi nel mantenimento della palla mentre si sfreccia a gran velocità lungo il circuito/campo di gioco; per poter mantenere il controllo palla è possibile schivare, saltare, frenare bruscamente o passare la palla ad un compagno, questo con la semplice pressione di un tasto. In tal senso Roller Champions lascia presagire fin da subito un certo focus sul gioco di squadra, praticamente indipensabile per poter arrivare indenni a fine percorso.

Perché arrivare indenni?
Perché il tasto della schivata, quando non si possiede la palla, si trasforma in una delicatissima spallata con cui abbattere momentaneamente i giocatori avversari, trasformando il titolo in una specie di versione a rotelle di guardie e ladri.

Identità, semplicità e futuro di Roller Champions.

roller champions point

Roller Champions si basa su concetti estremamente semplici e a noi familiare: tenere la palla in mano e fare goal sono meccaniche che abbiamo già visto declinate in mille modi diversi, dalle modalità “cattura la bandiera” al più banale calcio; la forma del campo di gioco, l’asimmetria dello stesso ed il continuo schivare giocatori finiscono a dare sapore al titolo, che di suo risulta abbastanza semplice da padroneggiare.

Purtroppo, durante la nostra prova durata una decina di partite (prevalentemente perse, per la cronaca) abbiamo potuto constatare con tristezza che il modello di gioco è si immediato, ma diventa abbastanza rapidamente ripetitivo. Il campo di gioco, non riserva particolari sorprese e al giocatore singolo viene lasciano uno spazio di manovra piuttosto limitato, considerando che l’unica azione da calibrare a puntino è il tiro che non possiede alcun tipo di mira automatica.

roller champions gameplay

Quando si gioca Roller Champions con un paio di amici, invece, il titolo diventa molto più interessante e guadagna rapidamente punti: le tattiche applicabili sono abbastanza e danno soddisfazione, vista anche la possibilità di placcare e abbattere gli avversari a colpi di sonore spallate. È lecito pensare che l’aggiunta di modalità extra o di qualche tipo di imprevisto all’interno del campo da gioco (come piattaforme semoventi o potenziamenti momentanei) possano dare un boost interessante al gameplay, per ora claudicante.

Dal punto di vista tecnico Roller Champions sembra difendersi bene, nonostante sia ancora in uno stato di alpha. I modelli poligonali realizzati da Ubisoft per l’occasione sono solidi e cartoonosi il giusto, donando al titolo un identità visiva molto easy, ancora lontana da i fasti di un Overwatch ma comunque notevole. Da sistemare in maniera anche abbastanza urgente è, invece, la telecamera, protagonista di tristi compenetrazioni poligonali con il fondo del campo, che finisce per sovrastare tutto data la forma concava.

Roller Champions sarà rilaciato in un momento ancora imprecisato come videogioco free to play; il titolo verrà supportato contenutisticamente come con dei season pass che aggiungeranno (si presume) skin per i personaggi, per la palla, per i campi da gioco e così via.

Roller Champions è un titolo che potrebbe aiutare Ubisoft a inserirsi nel mercato dei titoli sportivi, affiancandosi a titoli come Rocket League. La demo gratuita da noi provata ha mostrato un gameplay efficace sulla corta durata, che potrebbe davvero far parlare di se in un eventuale release completa grazie al divertimento che scaturisce applicando tattiche e giocando di squadra. Lo stesso in solitaria non ha fatto gridare al miracolo e anche la varietà delle modalità di gioco potrebbe venir migliorata con l’inclusione di modificatori, bonus o malus interni al tracciato di gioco. Roller Champions è un titolo da tenere sicuramente sott’occhio per il futuro prossimo.

5/5 (3)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!