Pubblicato in: NewsVideo

JoJo’s Bizarre Adventure: 10 videogiochi da recuperare

Guarda il video su YouTube

Il video pubblicato oggi sul canale di Player.it riguarda Jojo’s Bizarre adventure, uno dei manga più importanti e influenti della storia. Dagli anni ’90 ad oggi sono usciti tantissimi videogiochi sul brand, assieme a Jojo’s Bizarre community ne abbiamo raccolti 10 da recuperare assolutamente.

I generi vanno dal picchiaduro all’RPG, fino a puzzle per cellulari Android e iOS. Di seguito trovate la lista completa dei titoli:

JoJo’s Bizarre Adventure RPG – 1993

Un RPG pubblicato nel 1993 per Super Famicom sviluppato da Winkisoft riguardante e pubblicato da Cobra Team riguardante la terza parte del manga: Stardust Crusaders. È un gioco di ruolo old school, nel quale i protagonisti affronteranno una serie di nemici prima dello scontro finale con Dio Brando.

JoJo’s Bizarre Adventure – 1998

Un picchiaduro arcade di Capcom del 1998, in seguito pubblicato anche per PlayStation e Dreamcast. Anche questo titolo riguarda la terza parte del manga. Lo stile è molto simile a quello di Street Fighter e il roster comprende in tutto 13 personaggi.

GioGio’s Bizarre Adventure – 2002

Questo titolo per PlayStation 2 riguarda invece la quinta parte del manga: Vento Aureo. È stato realizzato sempre da Capcom, ed è uscito solo in giappone. La trama riprende alcuni momenti salienti delle avventure di Giorno Giovanna. Purtroppo non esiste una localizzazione ufficiale del titolo, nemmeno in inglese.

JoJo’s Bizarre Adventure: Phantom Blood – 2006

Altro titolo per PlayStation 2, questa volta sviluppato da Anchor Inc. Questo magnifico beat’em up segue tutta la trama della prima parte del manga Phantom Blood. Il voice acting ha gli stessi attori dell’OAV uscito nell’anno successivo, purtorppo andato perduto. Anche questo titolo non ha localizzazione nelle altre lingue.

JoJo’s Bizarre Adventure: All Star Battle – 2013

Erede spirituale del picchiaduro di Capcom, questo titolo uscito in esclusiva per PlayStation 3 sviluppato da CyberConnect2 è realizzato con una magnifica grafica in cell-shading. Presenta un roster molto ampio di personaggi da tutte le otto parti, purtroppo almeno il 30% sbloccabile tramite dlc a pagamento. Dimenticabile la narrazione, molto scarna e incoerente con la trama del manga.

JoJo’s Bizarre Adventure: Stardust Shooters – 2014

Un gioco per cellulare disponibile solo in giappone in cui dovremo lanciare i nostri gettoni per arrecare danno ai nemici. Si tratta a tutti gli effetti di uno spin-off di All Star Battle.

JoJo’s Bizarre Adventure: Eyes of Heaven – 2015

Altro titolo riguardante tutte e otto le parti, questa volta con una trama inedita. Sviluppato sempre dagli autori di All Star Battle, questo titolo soffre di diversi problemi di gameplay e bug alla telecamera. Un vero peccato, poteva essere un titolo molto più valido.

JoJo’s Bizarre Adventure: Diamond Records e Pitter-Patter Pop! – 2017-2018

Due titoli per cellulari rilasciati solamente in giappone. Il primo è un dododo action con vari protagonisti e villan del manga, il secondo è un puzzle game dalla grafica chibi. Entrambi sono disponibili solamente sugli store giapponesi e non sono localizzati in inglese.

JoJo’s Bizarre Adventure: Last Survival! – 2019

Battle Royale a tema JoJo che vedrà venti giocatori affrontarsi in una sorta di last man standing. Saranno presenti i personaggi dalla terza alla quinta parte del manga, vale a dire Stardust Crusaders, Diamond is Unbreakable e Vento Aureo. Last Survival sarà distribuito, per adesso, solo su cabinato e uscirà nelle sale giochi nipponiche a partire dall’estate del 2019.

Qui trovate un articolo con tutte le Jojoreference nei videogiochi.

Amerigo "ilCirox" Cirelli

Sono nato nel 1995, gioco ai videogiochi da quando ne ho memoria e ritengo che il medium videoludico sia importante ed espressivo tanto quanto il cinema (se non di più). Attualmente sono studente universitario, scrivo su Player.it dal 2018 e gestisco la famosa pagina di meme "ilCirox" su Facebook ed altri social network dal 2015. Sin dall'infanzia ho avuto modo di conoscere i videogiochi grazie ad una serie di fortunate situazioni. Per esempio ricordo che a 3-4 anni "rubavo" la postazione pc di mio padre dove nel tempo libero "giochicchiava" a titoli porting dagli arcade come Super Mario, PAC-MAN, Frogger e tanti altri. La mia carriera videoludica iniziò, dunque, sulla "masterace". Il mio interesse in questi "giochini" spinse mio padre ad approfondire la sua conoscenza nel medium e ad appassionarsi a sua volta. Un suo amico gli prestò una copia di Broken Swold II: La profezia dei Maya che giocai assieme a lui a soli 5 anni. "L'autonomia" videoludica arrivò con i primi platform come Jazz Jackrabbit e seguito e Prince of Persia (il classico). Mi avvicinai anche ai racing game grazie a Need For Speed 3: Hot Pursuit. Ovviamente il vecchio pc di papà era diventato mio, lui aveva già fatto un upgrade per l'ufficio. In parallelo iniziai a giocare su console, nonostante non ne avessi una. Il figlio della mia baby sitter estiva, con cui feci subito amicizia aveva un SEGA Megadrive e uno SNES. Da lui passavo i pomeriggi a giocare a Super Mario World, MarioKart e al primissimo Sonic. Era il Natale del 2000 quando mio cugino mi regalò la sua PlayStation 1 con un buon numero di titoli. Giocai a molte perle della mitica console Sony tra cui gli immancabili Crash, Spyro, MediEvil, Ape Escape e Tekken 3. Intanto continuai a giocare su PC. Sapevo appena leggere e scrivere quando mi appassionai ai primi strategici e gestionali come Sim City, The Sims, Empire Earth, Age of Empires e RollerCoaster Tycoon. Acquistai una PlayStation 2 solo nel 2004, alla prima comunione. Questo mi diede modo di recuperare molte perle del passato, soprattutto giochi di Nintendo dato che ebbi la fortuna di ricevere in regalo un Nintendo 64 usato da un parente (io invece desideravo PS2). Il mio primo portatile fu un GameBoy Advance sul quale giocai moltissimi titoli oltre all'ovvio franchise dei Pocket Monsters. Il mio primo gioco PS2 fu Jak II: Renegade. Lo adorai. Recuperai anche il primo e il terzo capitolo all'uscita. La saga di Naughty Dog fu la mia preferita della generazione assieme a quella di Ratchet & Clank. Su PS2 recuperai anche la Metal Gear Saga. La scoprì grazie al minigioco di Ape Escape 3. Non acquistai mai una Xbox, la provai da un amico. Provai proprio IL GIOCO, ovvero Halo. Lo recuperai su pc nel 2005, assieme ad Half Life 2 dopo un necessario upgrade. Grazie a questo misi finalmente mano anche su Rome: Total War. Nel 2006 acquistai una fiammante PSP, console che rimpiango di aver dato via per quel blocco di marmo chiamato PSVita. Sbarcai nella settima generazione videoludica solo nel 2008, con una PlayStation 3. Primo gioco? Uncharted, in seguito recuperai Metal Gear Solid 4. In questa gen acquistai tutte e tre le console. Giocai meno al pc sul quale recuperai solo RTS e vecchie glorie. Con il mio background ho fatto anche da "mentore" a molti miei amici avvicinandoli al medium e approfondendo le loro conoscenze. Con l'ottava generazione il mondo dei videogiochi vive un boom. Ho giocato moltissimi titoli tra PS4, PC e Switch (non conto Xbox per ovvi motivi) e ho finalmente l'occasione di trasformare la mia passione videoludica e la mia attitudine ad essere "mentore" in professione nel ruolo di scrittore e responsabile del canale YouTube di Player.it.

Disqus Comments Loading...
Share

Recent Posts

Rainbow Six Siege sarà un gioco di lancio della prossima gen

Una delle domande che i giocatori si stanno ponendo da quando sono state confermate le…

La Silent Hill 2 Enhanced Edition continua il suo processo di miglioramento tecnico

La Silent Hill 2 Enhanced Edition è il migliore modo che abbiamo nel 2020 per…

Remedy: tra i nuovi progetti ci sarebbe anche il seguito di Control

Delle dichiarazioni fatte da Remedy ad IGN lasciano intendere l'esistenza di un progetto riguardante il…

Addio ai Gran Prix di Crash Team Racing Nitro Fueled

Beenox ha annunciato che il prossimo gran prix di Crash Team Racing Nitro Fueled sarà…

Svilland: Racconti | Rune di Ghiaccio – volume 2

Dopo la prima parte del racconto, in cui abbiamo conosciuto il personaggio di Rúnseggr Hárrsen,…

Mass Effect: l’ex lead writer si unisce ad Archetype Entertainment

Il 2020 si prospetta un anno magico per il videogioco di ruolo (fra le uscite…