Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Pubblicato in: News

Enchanted Portals: come (non) copiare Cuphead

Sono passati poco più di due anni dal rilascio di Cuphead su pc Windows e Xbox One, un run ‘n’ gun (sparatutto a scorrimento) in stile cartone animato anni 30 che vedeva protagoniste le due tazzine Cuphead e Mugman. Il gioco di Studio MDHR catturò subito i cuori dei giocatori con la sua estetica unica correlata ad un ottimo level e character design e le fantastiche musiche a tema. Il successo del titolo ha portato alla realizzazione di una versione per Switch e all’arrivo della localizzazione in altre lingue.

Un portale poco incantato (e poco ispirato)

Come accade per ogni titolo virale, molte sono state le versioni “bootleg” realizzate per telefoni cellulari. Si trattava comunque di giochi beceri, creati con le stesse sprite originali del gioco nel giro di qualche ora. Nessuno, tuttavia avrebbe mai immaginato che qualcuno avrebbe speso tempo, energia e risorse per la realizzazione di un plagio di nome Enchanted Portals.

-Mamma posso avere Cuphead?

-Ma ce l’hai già a casa!

Cuphead a Casa:

Perché sì. potete nascondervi dietro due nuovi protagonisti,  potete nascondervi dietro un espediente narrativo differente ma, di base, quella di Xixo Games Studios è una scopiazzatura mal realizzata di Cuphead.

Partiamo dalla cosa più evidente dal trailer rilasciato il 9 ottobre: lo stile grafico. Tutto in Cuphead era stato realizzato con dei disegni a mano, poi scannerizzati, colorati con programmi grafici, animati e importati nell’engine di gioco. Enchanted Portals prova a emulare questo stile grafico realizzando qualcosa di apparentemente simile, ma che vista con un occhio più critico è alquanto mediocre. Prima di tutto l’artista ha realizzato tutto direttamente al computer, creando così un effetto molto meno cartone d’epoca e più da animazione in flash. A questo si aggiunge la quasi completa mancanza di filtri e la cattiva gestione dei background, poco tridimensionali.

Sebbene un design simile sia giustificabile, non possiamo dire altrettanto per il gameplay, identico a quello di Cuphead. Stessi pattern di colpi, stesse mosse speciali, stesso sprint e boss palesemente ispirati che sembrano semplici reskin del gioco originale ma con un character design che lascia a desiderare.

Almeno la storia sembra originale: due aspiranti maghi aprono un portale e vengono catapultati in un bizzarro mondo con streghe, mucche robot spaziali, cerbero di cui poi una delle teste è palesemente il meme del doge e Beethoven(?).

Tutto riconduce a Cuphead

L’ovvia ira di internet

Come era facile immaginare i fan di Cuphead non l’hanno presa molto bene: il trailer su YouTube ha un elevato numero di non mi piace e commenti alquanto esilaranti. Non sono tardate ad arrivare le prime comparison con il gioco di Studio MDHR pubblicate sulle imageboard come Reddit o 4Chan.

Comparison tra Cuphead e Enchanted Portals

Un prodotto del genere è sbagliato?

Non definirei Enchanted Portals un gioco brutto. Si capisce sin da subito la dedizione del piccolo team e la volontà di creare qualcosa di qualitativamente elevato ma senza anima in quanto copia spudorata di altro. Il termine esatto è dunque “sbagliato”.  Se solo il team avesse concentrato le sue forze su qualcosa di originale, con uno stile e un gameplay differente adesso non si troverebbe di fronte ad una schiera di haters.

C’è differenza tra ispirazione e plagio. Basta prendere come esempio lo stesso Cuphead in cui molti livelli hanno elementi ispirati a quelli di altri giochi ma opportunamente rielaborati per essere qualcosa di nuovo.

Enchanted Portals è previsto per pc e Nintendo Switch e la sua campagna Kickstarter inizierà il 24 ottobre. Siamo davvero curiosi di sapere come andrà a finire.

Amerigo "ilCirox" Cirelli

Sono nato nel 1995, gioco ai videogiochi da quando ne ho memoria e ritengo che il medium videoludico sia importante ed espressivo tanto quanto il cinema (se non di più). Attualmente sono studente universitario, scrivo su Player.it dal 2018 e gestisco la famosa pagina di meme "ilCirox" su Facebook ed altri social network dal 2015. Sin dall'infanzia ho avuto modo di conoscere i videogiochi grazie ad una serie di fortunate situazioni. Per esempio ricordo che a 3-4 anni "rubavo" la postazione pc di mio padre dove nel tempo libero "giochicchiava" a titoli porting dagli arcade come Super Mario, PAC-MAN, Frogger e tanti altri. La mia carriera videoludica iniziò, dunque, sulla "masterace". Il mio interesse in questi "giochini" spinse mio padre ad approfondire la sua conoscenza nel medium e ad appassionarsi a sua volta. Un suo amico gli prestò una copia di Broken Swold II: La profezia dei Maya che giocai assieme a lui a soli 5 anni. "L'autonomia" videoludica arrivò con i primi platform come Jazz Jackrabbit e seguito e Prince of Persia (il classico). Mi avvicinai anche ai racing game grazie a Need For Speed 3: Hot Pursuit. Ovviamente il vecchio pc di papà era diventato mio, lui aveva già fatto un upgrade per l'ufficio. In parallelo iniziai a giocare su console, nonostante non ne avessi una. Il figlio della mia baby sitter estiva, con cui feci subito amicizia aveva un SEGA Megadrive e uno SNES. Da lui passavo i pomeriggi a giocare a Super Mario World, MarioKart e al primissimo Sonic. Era il Natale del 2000 quando mio cugino mi regalò la sua PlayStation 1 con un buon numero di titoli. Giocai a molte perle della mitica console Sony tra cui gli immancabili Crash, Spyro, MediEvil, Ape Escape e Tekken 3. Intanto continuai a giocare su PC. Sapevo appena leggere e scrivere quando mi appassionai ai primi strategici e gestionali come Sim City, The Sims, Empire Earth, Age of Empires e RollerCoaster Tycoon. Acquistai una PlayStation 2 in ritardo. Mi arrivò, infatti, solo nel 2004, alla prima comunione. Questo mi diede modo di recuperare molte perle del passato, soprattutto giochi di Nintendo dato che ebbi la fortuna di ricevere in regalo un Nintendo 64 usato da un parente (io invece desideravo PS2). Il mio primo portatile fu un GameBoy Advance sul quale giocai moltissimi titoli oltre all'ovvio franchise dei Pocket Monsters. Il mio primo gioco PS2 fu Jak II: Renegade. Lo adorai. Recuperai anche il primo e il terzo capitolo all'uscita. La saga di Naughty Dog fu la mia preferita della generazione assieme a quella di Ratchet & Clank. Su PS2 recuperai anche la Metal Gear Saga. La scoprii grazie al minigioco di Ape Escape 3. Non acquistai mai una Xbox, la provai da un amico. Provai proprio IL GIOCO, ovvero Halo. Lo recuperai su pc nel 2005, assieme ad Half Life 2 dopo un necessario upgrade. Grazie a questo misi finalmente mano anche su Rome: Total War. Nel 2006 acquistai una fiammante PSP, console che rimpiango di aver dato via per quel blocco di marmo chiamato PSVita. Sbarcai nella settima generazione videoludica solo nel 2008, con una PlayStation 3. Primo gioco? Uncharted, in seguito recuperai Metal Gear Solid 4. In questa gen acquistai tutte e tre le console. Giocai meno al pc sul quale recuperai solo RTS e vecchie glorie. Con il mio background ho fatto anche da "mentore" a molti miei amici avvicinandoli al medium e approfondendo le loro conoscenze. Con l'ottava generazione il mondo dei videogiochi vive un boom. Ho giocato moltissimi titoli tra PS4, PC e Switch (non conto Xbox per ovvi motivi) e ora ho finalmente l'occasione di trasformare la mia passione videoludica e la mia attitudine ad essere "mentore" in professione nel ruolo di writer e responsabile del canale YouTube di Player.it.

Disqus Comments Loading...
Share
Tags: cuphead

Recent Posts

Autori di Ruolo: D12 domande a… Fabio Passamonti

Credo che il miglior modo di definire Fabio Passamonti sia "Turnista del GDR" e si,…

Per Take-Two su Stadia Google ha esagerato con le promesse

Il progetto di Google Stadia, che prometteva di rivoluzionare l'Industria attraverso l'uso massiccio dello streaming…

Baldur’s Gate 3 torna a mostrarsi il 6 giugno

Baldur's Gate 3 è uno dei titoli più attesi di questa fase, e neanche l'emergenza…

Tutti i giochi PS4 che usciranno dopo il 13 luglio saranno compatibili con PS5

Sony ha chiesto agli sviluppatori di inviare una certificazione che attesti la compatibilità con PS5…

Come sbloccare la Fotocamera S.E.L.F.I.E in World of Warcraft

In molti giochi è la photo mode permette di scattare istantanee del vostro gioco preferito…

Sony annuncerà PlayStation 5 il 4 giugno

Finalmente, dopo settimane di rumor, speculazioni e ipotesi, Sony ha annunciato con ufficialità la data…