Pubblicato in: News

Microsoft giustifica il calo delle vendite con la fine della generazione

Così come accade a tutte le grandi aziende, anche Microsoft ha condiviso i suoi “numeri”. L’azienda di Redmond ha infatti pubblicato i dati finanziari dell’ultimo trimestre dell’anno fiscale 2019 e, dal punto di vista delle vendite, si è registrato un sensibile calo, soprattutto analizzando i risultati realizzati negli stessi periodi degli anni precedenti.

Per farla breve, la grande M, in questi ultimi tre mesi, ha riscontrato una vistosa riduzione sia per quanto riguarda il software che per l’hardware. Tuttavia, secondo quanto dichiarato dai piani alti dell’azienda di Redmond, non ci sarebbe da preoccuparsi eccessivamente: la flessione sarebbe infatti dovuta all’oramai imminente fine dell’attuale generazione di console. Proprio in base a quanto ora scritto, quindi, la clientela sarebbe “in attesa” del successore di Xbox One.

Nelle righe che seguono, cercheremo di andare più a fondo del problema, analizzando tutte le ragioni che potrebbero aver influito in questo calo.

Xbox: vendite in calo del 48%

Proprio così, avete capito benissimo. Tra i dati elencati da Microsoft, quello che più di tutti gli altri balza all’occhio è sicuramente rappresentato dalle vendite hardware. In un’analisi anno per anno, si registra quasi il 50% in meno, decretando una netta flessione delle vendite di console ed accessori. Ma non finisce qui.

Ad essere in calo sono anche i ricavi provenienti da software e servizi. I proventi dei giochi, ad esempio, sempre secondo un’analisi anno per anno, sono diminuiti del 10%, attestandosi sui 233 milioni di dollari. Per quanto riguarda invece i servizi, la flessione registrata è del 3%. Tuttavia, quasi niente di quanto ora riportato ha colto di sorpresa l’azienda di Redmond.

Microsoft ha infatti previsto che, nell’anno fiscale 2020, i ricavi del gaming continueranno ad essere leggermente in calo, ma i guadagni provenienti dai rami software e servizi faranno da traino, riuscendo a sopperire anche il calo delle vendite hardware. Proprio sotto questo aspetto, ad esempio, i dati pubblicati dalla grande M sono decisamente incoraggianti. Il numero degli utenti mensili attivi di Xbox Live Gold è di circa 65 milioni, ben 13 milioni in più rispetto allo stesso trimestre del 2018.

Microsoft: perché Xbox One vende di meno?

Allo stato attuale, Gears 5 è uno dei pochi tripla A Microsoft di prossima uscita.

Questa è la domanda che molti si staranno ponendo in questo preciso istante. Senza dubbio le parole dell’azienda di Redmond costituiscono la ragione principale dietro la flessione delle vendite hardware. Come tutti ricordiamo, la parte finale della conferenza Microsoft tenutasi all’E3 2019 era incentrata su Project Scarlett, la console che, di fatto, andrà a succedere ad Xbox One.

Nel breve video di presentazione, diversi sviluppatori si sono sbilanciati, affermando che Project Scarlett garantirà un’esperienza di gioco completamente diversa, qualcosa di mai visto prima. Si parla di una “potenza” circa quattro volte maggiore di Xbox One X, anche grazie ad una memoria GDDR6 e ad un SSD di nuova generazione, con cui sarà possibile addirittura raggiungere una risoluzione ad 8K. La finestra di lancio è prevista per le vacanza di Natale 2020.

Ora, dopo un annuncio di questa importanza, è assai comprensibile un calo delle vendite dell’attuale console Microsoft. Nonostante la presentazione di un parco titoli praticamente immenso, sempre in occasione della fiera di Los Angeles, è da riscontrare come la gran parte di questi videogame sia “proiettata al futuro“. Non si è praticamente mai parlato di date di uscita, il che lascia intendere che, presumibilmente, la gran parte dei tripla A annunciati arriverà sul mercato quasi in concomitanza con Project Scarlett.

Pochi giochi in arrivo nel prossimo anno

Il confronto si sposta alla nuova generazione di console.

Diciamocelo chiaramente: tutti abbiamo constatato l’incredibile “campagna acquisti” messa in piedi da Microsoft. L’azienda di Redmond ha acquisito alcuni dei più noti studi di sviluppo presenti sul mercato, inglobandoli all’interno di Xbox Game Studios. Questi developer sono già a lavoro su titoli che, siamo sicuri, consentiranno alla grande M di duellare ad armi pari con Sony.

Tuttavia, allo stato attuale, mancano dei titoli che giustifichino l’acquisto di una Xbox One; in parole povere, le esclusive latitano. Gears 5 è praticamente l’unica grande IP targata Microsoft di prossima uscita, mentre tutto il resto, salvo quella piccola perla chiamata Ori and the Willow of Wisps, in uscita l’11 Febbraio 2020, è un enorme punto interrogativo. Dall’altra parte della barricata, invece, Sony può vantare esclusive di prossima uscita del calibro di Death Stranding, The Last of Us Part II, MediEvil, che “terranno compagnia” ai giocatori in attesa di Playstation 5 che, allo stato attuale, non è ancora stata nemmeno annunciata.

Anche il colosso nipponico è attualmente concentrato sullo sviluppo della sua prossima console, ma il fatto di non averne ancora svelato neanche un dettaglio è forse ciò che tiene ancora in vita PS4, le cui vendite sono sì in flessione, ma non in maniera così vistosa. Proprio questa è, secondo chi vi scrive, la ragione del calo di vendite di Xbox One: l’eccessiva proiezione di Microsoft verso la sua prossima console, lasciando poco o nulla al suo hardware attuale.

In ogni caso, il duello con Sony è “solo” rimandato alla prossima gen. Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti in merito.

>> Leggi anche: Microsoft sbanca l’E3 2019 <<

Claudio Albero @https://twitter.com/ClaudioAlbero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine. Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy. Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale. Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock . Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli. Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Disqus Comments Loading...
Share

Recent Posts

Ubisoft riforma il suo comparto creativo per i prossimi progetti

Notizie interessanti (ma anche un po' aspettate) da Ubisoft: come riporta Gamingbolt sulla base di un'esclusiva di Video Games Chronicle,…

Mortal Kombat: in arrivo nuovo film animato

Buone notizie per gli appassionati di Mortal Kombat: Warner Bros. Animation-divisione per il cinema d'animazione della major che detiene i…

Left 4 Dead 3? Neanche per sogno dice Valve

In un comunicato a IGN Valve ha dichiarato che qualsiasi rumour circoli al momento su Left 4 Dead 3 è…

PS5 Retrocompatibile? Sicuramente non con PS3

L'insider Tidux ha dichiarato che sarà molto molto difficile vedere Playstation 5 avere la retrocompatibilità con Playstation 3.

I giochi più venduti del decennio? Grand Theft Auto V e tanti Call Of Duty

La classifica dei dieci giochi più venduti del decennio mostra ben sette titoli Activision e due titoli Rockstar Games

10 giochi mobile gratis e senza acquisti in App #1

Che bello, un gioco mobile gratis! Poi però ci sono nuovi livelli da acquistare, gemme e monete che solo giocando…