1La salute prima di tutto.

Gli indicatori di fame e sete sono la chiave di volta del genere videoludico dei survival a cui appartiene Metal Gear Survive. I bisogni dei propri personaggi vanno ascoltati sin dal primo momento e per fare ciò sono necessari cibo ed acqua.

Il cibo è piuttosto semplice da reperire: basta cacciare animali in giro per il mondo di gioco come pecore e capre (animali erbivori che non inizieranno ad attaccarvi se colpiti) o lupi e sciacalli (che in quanto carnivori sono molto più aggressivi).

Le prime side missions vi aiuteranno a scovare i punti migliori per cacciare, una volta osservati conviene segnarseli sulla mappa con la feature apposita. Gli animali respawneranno sempre provvedendo ad una fonte pressoché infinita di cibo da portare al campo e cucinare in modo da essere quanto più efficenti possibile.

Per quanto riguarda l’acqua il discorso è più complicato, specie nelle prime ore di gioco. In giro per il mondo di gioco sarà disponibile sin da subito un sacco di acqua che ha il difetto di essere sporca. L’acqua sporca è dannosa per il proprio team perché farà piegare in due dal dolore i propri membri della squadra con il vomito. Come se non bastasse, essa rallenta anche la rigenerazione di salute e stamina.

Durante le prime fasi del gioco sarà normale bere acqua sporca, in tal caso incrociate le dita e sperate che essa non provochi più danni del previsto finché non avrete i macchinari necessari per purificarla. Se la fortuna non è stata dalla vostra durante questi primi momenti di gioco potete far dormire gli ammalati e prendere le medicine che si trovano randomicamente nel mondo di gioco per migliorare la salute degli ammalati.

Indietro
CONDIVIDI
Articolo precedenteNintendo Switch è la console dalle vendite più rapide della storia in Francia, ecco i dettagli
Prossimo articoloClank! – recensione
Classe 93', ore spese sui videogiochi tendenti alle decine di migliaia. Viaggia in rete alla ricerca di notizie strambe su giochi mai usciti e competizioni al limite dell'assurdo mentre si diletta con qualche single player partorito da qualche giapponese impazzito. Ogni tanto tenta anche di arrivare ad un MMR decente su Dota2 ma evita di dirlo troppo in giro.