Wrath and Glory, il nuovo gioco ufficiale dell’ambientazione edito da Ulisses Spiele, si butta nella titanica impresa di permettere di far giocare ogni fronte all’interno di questa immensa ambientazione.

Benvenuti nel 41° millennio

È il quarantunesimo Millennio. Da più di cento secoli l’Imperatore degli Uomini siede immobile sul Trono Dorato della Terra. Egli governa l’umanità per volontà degli dei e controlla un milione di mondi con la forza delle Sue inesauribili armate. È una carcassa marcescente che avvizzisce impercettibilmente, dotata dei poteri dell’Età Oscura della Tecnologia. È il Signore Necrofago del vasto Impero degli Uomini per cui migliaia di anime vengono sacrificate ogni giorno, dalla cui carne mangia e dal cui sangue beve.

Sangue e Carne umana – la stessa materia di cui è fatto questo Impero.

Essere un uomo in quest’epoca vuol dire essere un individuo tra infiniti miliardi. Vuol dire vivere nel più crudele e sanguinoso regime che la mente possa mai immaginare.

Dimenticate il potere della tecnologia e della scienza, perché troppo è stato scordato, e mai più è stato appreso.
Dimenticate la promessa di progresso e comprensione, perché nel futuro oscuro e spietato c’è solo guerra. Non c’è pace tra le stelle, solo un’eternità di carneficine e stragi, e la risata di Dei assetati.

Ma l’universo è un teatro immenso e, qualunque cosa accada, non sarai lasciato indietro…

Wrath and Glory 1
Per l’imperatore!

 

Come si gioca a Wrath and Glory?

Il sistema di gioco prevede l’uso di dadi a sei facce per tutto:
Ogni test viene eseguito con il lancio di un determinato numero di dadi, che indicheranno un numero di Icone ottenute e se il numero di icone ottenuto è pari o superiore alla difficoltà bersaglio allora si ha successo.

Sommate Caratteristica + Abilità e ottenete quanti dadi lanciare (più eventuali bonus/malus)
Più nello specifico possiamo dire che i dadi che hanno come risultato 4 e 5 forniscono una Icona, mentre quelli che hanno come risultato 6 forniscono un’Icona Esaltata che vale due Icone.
Un dado di ogni Test (non ogni lancio dunque) viene chiamato Wrath Dice, il dado dell’ira, un dado particolare che se mostra un 1 allora aggiunge una complicazione e se mostra un 6 invece aggiunge un punto Gloria alla riserva dei giocatori (più dettagli in merito in seguito)

Wrath and Glory 2Presto detto; non ci resta che dire che le Difficoltà sono…

1 Routine
3 Standard
5 Impegnativa
7 Difficile
9 Estrema
11 Praticamente impossibile

…e avremo le basi per poter giocare!
Vi faccio un esempio:

Giovanni vede il proprio personaggio nel dover cercare dei documenti nell’archivio di una nave. Il GM decide che si tratta di una prova Impegnativa e quindi la difficoltà è 5. Per sua fortuna lancia ben 7 dadi e ottiene 1 2 2 4 4 5 5 6 (Quest’ultimo è il Wrath Dice). I due 4 e i due 5 valgono un totale di 4 icone e il 6 vale da solo due ulteriori icone inoltre ottenendo un 6 aggiunge un punto Glory alla riserva. Ottimo!

 

 

Dettagli tecnici

Le Icone Esaltate, quando sono in surplus al necessario per avere successo possono essere usate per ottenere Punti Glory oppure per avere dei vantaggi addizionali all’azione. Attenzione che per surplus si intende che non devono essere necessari per avere successo. L’esempio di prima ricade in questo caso perché si Giovanni ha ottenuto 6 Icone su 5 richieste ma solo grazie all’Icona Esaltata che vale due Icone ma queste non sono slegabili. Se avesse ottenuto un ulteriore 6 o una qualsiasi singola icona allora avrebbe potuto ottenere questo bonus.

A proposito, parliamo dei Punti Glory, Punti Wrath e della loro controparte i Punti Ruin:
Si inizia con 0 Punti Glory e 2 Punti Wrath per il gruppo di giocatori e un Punto Ruin al GM per ogni giocatore.
I Punti Wrath vengono spesi per rilanciare dei fallimenti, aggiungere dettagli alla narrazione, ridurre lo shock accumulato dal personaggio e avere un bonus contro i tiri contro la morte.
I Punti Glory permettono di aggiungere dadi ai Test, aumentare il danno, migliorare un critico o migliorare l’iniziativa.
Infine i Punti Ruin utilizzati dal GM che gli permettono di fare la maggior parte degli effetti precedenti ma per i propri PNG più importanti.

Non solo, il gioco propone meccaniche come la Difficoltà 0 e la Difficoltà Impossibile. La prima indica la difficoltà di un’azione troppo facile e senza alcun rischio e che quindi viene superata in automatico. La seconda invece indica la difficoltà di un’azione che può semplicemente essere infattibile per il personaggio.

Wrath and Glory 3
Dai più fragili, ai più forti. Tutti combattono!

Per determinare questi paramenti secondari c’è una meccanica molto particolare che è la scelta del Tier (grado) della campagna. Questo valore va da 1 a 6 e indica dopo quale difficoltà massima si definisce un’azione impossibile e su quale standard definire un’azione troppo facile.
Proprio perché cambiando il Tier della campagna avete il pieno controllo di quanto rendere facile o difficile il gioco in base ai vostri gusti e a cosa volete giocare.

Spunti di gioco

Vi lascio con una modesta idea per far partire una campagna:

Tragedie e sangue
Ci troviamo sul Pianeta Tragoedia, uno dei tanti pianeti in parte divorati dalla Cicatrix Maledictum. Appartenente a uno dei pochi sistemi vicini a Lastrati e che in seguito alla Terza epurazione è divenuto un covo di ogni forma di mostruosità Xeno. Prima di questi eventi una colonia era riuscita a instaurarsi sul pianeta costruendo numerose fortificazioni, prevalentemente sotterranee. Poi, per preparare l’assalto al sistema vicino, sono state riconvertite almeno in parte in strutture necessarie al rifornimento del fronte. Ora il nemico ha potuto sferrare un colpo a Tragoedia e le radici del male si sono ben radicate, anche grazie a un terreno involontariamente fertile.
Quali atrocità risiedono nel passato di Tragoedia, perché e cosa cercavano i coloni scavando le loro città? Cosa ne è rimasto? Infine; chi potrà debellare le forze nemiche senza il pieno appoggio dell’esercito dell’Impero ora impegnato sul fronte di Lastrati?
Giocherete:
Una squadra di soldati a difesa del fronte? Gli orchi invasori? Degli inquisitori attirati dalle tracce di eresia? Una squadra ben addestrata tra varie compagnie per riconquistare il pianeta? Un gruppo di Eldar interessati a quanto nascosto su Tragoedia? Oppure tutto questo insieme!?

Giudizio finale e considerazioni

Il manuale mostra una veste grafica incredibile, composto da decine e decine di immagini grandiose (tranne pagina 418), le meccaniche sono facili da imparare e permettono di gestire il gioco in maniera pulita.
Chiaramente l’ambientazione ci mette molto del suo e con questo manuale poter giocare praticamente ogni fazione per campagne diverse, magari anche intrecciate su più fronti, e con infinite permutazioni non ha veramente prezzo.
Consigliato assolutamente se vi piace il genere!

Se vi interessa approfondire questo mondo allora vi consiglio di leggere anche altri nostri articoli e recensioni su questo tema come: Guida completa a Dark Heresy o altri articoli e recensioni.

3/5 (4)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!